Primi passi: come affrontare questo momento

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I primi passi di un bambino rappresentano sempre un momento molto emozionante sia per i genitori che per il bambino stesso. Cerchiamo di ricordare che il bambino non va mai forzato, inutile, ed anzi controproducente, cercare a tutti i costi di farlo stare in piedi e farlo camminare. Non è compito dei genitori insegnare al bambino a camminare, quanto piuttosto sarà loro compito dare al bambino tutta la sicurezza, l'affetto e l'incoraggiamento di cui ha bisogno. Vediamo allora come affrontare questo emozionante momento: i primi passi.

26

Occorrente

  • seguire i consigli riportati nella guida.
36

Pericoli della casa

Quando il bambino comincia a tirarsi su da solo, è necessario fin da subito imparare a riorganizzare l'ambiente intorno a lui. Gli oggetti pericolosi (dai detersivi agli oggetti fragili o piccoli che può mettersi in bocca) vanno levati dalla portata del bambino, e posti in alto o in sportelli chiusi a chiave. Coprite gli spigoli con dei paraspigoli ed assicuratevi che i mobili non si possano ribaltare, nel caso il bambino dovesse aggrapparvisi. Particolare attenzione va prestata alle prese elettriche. È poco indicato lasciarle scoperte, perché il bambino potrebbe infilarvi le sue dita, o peggio ancora, oggetti di metallo, rischiando anche di perdere la vita. Le prese possono facilmente essere coperte con dei copri-presa di plastica, o semplicemente con dello scotch.

46

Scarpe o piedi nudi?

Generalmente è consigliabile che il bambino si muova a piedi nudi, per permettere un corretto sviluppo del piedino stesso. Se il pavimento è molto freddo o scivoloso, è possibile optare per delle calze antiscivolo. Nel caso in cui il bambino dovesse camminare all'aperto, le scarpine saranno allora d'obbligo. In tal caso, andrebbe scelto con cura un modello che ben sorregga il piede e la caviglia, ma che contemporaneamente sia anche abbastanza morbido e flessibile da consentire qualsiasi tipo di movimento.

Continua la lettura
56

Il ruolo dei genitori

Il ruolo dei genitori è molto importante per il bambino che muove i suoi primi passi: consiste principalmente nel trasmettergli sicurezza e serenità. Se il bambino cade non mostriamoci preoccupati, facciamogli capire che non è successo nulla di grave. Inutile stargli appresso per evitare che cada: in questo modo si trasmetterà un messaggio negativo, di ansia ed insicurezza. Lasciamolo libero di sperimentare. Ad ogni suo progresso guardiamo nostro figlio negli occhi (il contatto visivo è fondamentale per un bambino) e complimentiamoci con lui, con un bel sorriso e magari con qualche coccola.

66

Le paure

Attenzione alle paure. I primi passi rappresentano una grande conquista per il bambino, che finalmente è libero di muoversi. Al tempo stesso però, il bambino sperimenta la paura della separazione dalla mamma e capisce sempre più che lui e la mamma sono due entità distinte. Può succedere quindi che il bambino sia più inquieto in questo periodo, che magari voglia stare più in braccio alla madre, o che sia nervoso e sempre pronto al pianto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Pannolini notturni: quando è momento di eliminarli

Il pannolini notturni sono degli elemento di fondamentale importanza quando si hanno bambini piccoli, in quanto permettono di raccogliere e contenere eventuali fuoriuscite di urine ed evitare che finiscano sulle lenzuola e sul materasso. Tuttavia, però,...
Bambino

Come capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Ogni mamma sa che il momento di togliere il pannolino al piccolo non è semplice. Prepariamoci psicologicamente ai primi problemi, cerchiamo di non obbligarlo con rimproveri o punizioni, questa fase per il bambino non è facile. Per instradare il bambino...
Bambino

10 consigli per capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Quello del pannolino è il primo vero scoglio da affrontare per mamma, papà e il loro bimbo. Solitamente il periodo del "passaggio" è quello in età compresa tra i 18 e i 30 mesi, periodo in qui inizia a prendere coscienza di sè stesso e inizia a capire...
Bambino

Papà e neonato: 5 dritte per i primi giorni

La nascita di un neonato è sicuramente uno dei momenti più belli nella vita di un papà ma anche uno dei più impegnativi e difficili. Se infatti la futura mamma incomincia a familiarizzare già con l'idea di un figlio durante la gestazione, per il...
Bambino

Svezzamento: quando è il momento di cominciare

Lo svezzamento rappresenta, sicuramente, un passaggio molto importante nella vita di un bambino. Per ovvie ragioni, costituisce un periodo abbastanza critico per molti genitori, dal momento che i dubbi che li assalgono sono svariati, nonché la paura...
Bambino

Come gestire il momento dei compiti a casa

Con l'inizio dell'anno scolastico, i genitori si ritrovano a fronteggiare un momento decisivo dello sviluppo dei figli: quello dei compiti a casa. Coniugare i desideri ludici dei bambini con gli impegni richiesti dalla scuola non è semplice. Mamme, papà...
Bambino

Come rendere il bagnetto un momento piacevole

In questa guida capiremo come rendere il bagnetto del bambino un momento piacevole. Non dobbiamo sottovalutare l'importanza del primo contatto del piccolo con l'acqua e con l'igiene. È fondamentale che questo incontro sia un'esperienza positiva poiché,...
Bambino

5 errori da non fare al momento della pappa

Lo svezzamento rappresenta sempre una novità sia per il bambino che per la mamma, poiché il piccolo deve passare dall'alimentazione totalmente lattea all'assunzione, se pur graduale, di cibi che sono molto differenti come sapore e consistenza. Niente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.