Neonati: l'importanza della esogestazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La nascita di un bambino rappresenta per la vita di una coppia un evento molto bello e anche molto importante perché si da inizio ad una nuova vita. Tuttavia molto spesso i neo-genitori hanno paura di non essere in grado di poter proteggere e far crescere sempre correttamente il proprio figlio, soprattutto quando si diventa genitori per la prima volta. Purtroppo non esiste una guida che ci insegni ad essere dei padri e delle madri perfette ma su internet potremo trovare alcune guide redatte da altri genitori che ci potranno fornire moltissimi consigli su come comportarci in determinate situazioni. In questo modo sarà più semplice riuscire a capire qual è la decisione migliore da prendere. Nei passi successivi, in particolare, vedremo l'importanza dell'esogestazione dei neonati.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Informazioni generali

Con il termine gestazione viene indicata quella fase, in cui la mamma si prende cura, indirettamente, del neonato situato, ancora, all'interno del suo utero, trasmettendogli suoni e sensazioni. Tale pratica non termina con la nascita, ma verrà prolungata per circa altri nove mesi (in alcuni casi si supera anche l'anno), al di fuori dell'utero materno. Tale periodo rivestirà un'importanza fondamentale per il successivo sviluppo psicologico del bambino, e verrà definito esogestazione, ossia una continuazione della gestazione a livello psicologico e sensoriale, fuori dalla pancia della madre.

45

Importanza del rapporto con la mamma

Nei mesi successivi alla nascita, il bambino avrà la necessità di un rapporto che sia diretto e fisico con la sua mamma, come avveniva nel periodo prenatale, infatti il suono della voce, le sue mani, il respiro ed il battito del cuore, rappresentano per lui un punto di riferimento, qualcosa di rassicurante, stimoli piacevoli e familiari. Al contrario gli stimoli esterni potrebbero influenzare, in maniera negativa, tale rapporto ed è per questo che i bambini piccoli necessitano di prolungare il, fisiologico, rapporto di simbiosi con la mamma.

Continua la lettura
55

Benefici dell'esogestazione

I benefici ottenuti ed il contatto tra madre e figlio si manifestano, principalmente, a livello di sicurezza, identità personale e percezione di sé stesso nell'età adulta. La simbiosi che il bambino aveva con la mamma nell'utero si protrae all'esterno dello stesso, garantendogli un equilibrio psico-emotivo maggiore e rendendo meno pesante il trauma del distacco, derivante dalla nascita. Non si deve temere di viziare il proprio bambino ma bensì essere consapevoli del fatto che, il legame da creare con il bambino, getterà le basi del suo futuro da adulto, se esso sarà avvenuto in maniera corretta, si favoriranno i futuri contatti sociali ed affettivi del giovane.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

L'udito nel neonato

L'udito rappresenta il senso più sviluppato, al momento della nascita del neonato. Basti pensare, infatti, che già all'interno del feto il neonato è in grado di avvertire i suoni, anche se naturalmente gli arrivano attutiti ed ovattati, a causa del...
Bambino

5 modi per provare a calmare un neonato che piange

Il pianto di un neonato può essere provocato da diversi fattori quali ad esempio stanchezza, fame, coliche, pannolino sporco, sete, temperatura troppo bassa oppure eccessivamente elevata e molti altri ancora. Il compito, non sempre facile, di chi si...
Bambino

I giochi da fare con i neonati

I neonati danno moltissima gioia in casa, ma hanno sempre bisogno di stimoli per crescere bene e per apprendere continuamente nuove cose. Un neonato ha dunque bisogno di continue attenzioni e proprio per questo, i giochi, sono la soluzione migliore per...
Bambino

5 risposte efficaci al pianto di un bambino

Il pianto è il mezzo di comunicazione con cui un bambino, specie in tenerissima età, esprime le proprie sensazioni verso determinati stimoli. Considerate che mediamente, almeno nei primi mesi di vita, un bebè piange da due a tre ore al giorno. Se il...
Bambino

Come Impostare Una Routine Nella Giornata Dei Neonati

I bambini, soprattutto durante i primi mesi di vita, sono molto sensibili al mondo esterno. Si deve pensare che per nove mesi hanno vissuto nel grembo materno, al riparo da stimoli, luci e rumori, e, ora che sono nati, hanno bisogno di ambientarsi lentamente...
Bambino

Come far passare il singhiozzo a un neonato

Il singhiozzo nei neonati è da considerarsi, oltre che un fenomeno molto frequente anche del tutto naturale. A mano a mano che il bambino cresce, gli episodi di singhiozzo calano. Dobbiamo considerare il fatto che il singhiozzo non è un fenomeno che...
Bambino

Come organizzare corsi di acquaticità neonatale

Sono sempre più i genitori decidono di far frequentare un corso acquatico ai proprio figli, in quanto, le condizioni che sono presenti all'interno dell'acqua, richiamano particolarmente l'ambiente in cui sono stati per 9 mesi: l'utero materno. I corsi...
Bambino

Come pulire il nasino ai neonati

La guida che imposteremo si occuperà, nei prossimi tre passi, di spiegarvi come andare a pulire il nasino ai neonati. Il procedimento, come scoprirete, è piuttosto semplice. Ritengo che questa tematica possa essere particolarmente interessante. Incominciamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.