Logopedia: quando serve

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La logopedia è una branca della medicina atta ad aiutare tutti coloro che presentano difficoltà nel parlare. Ci riferiamo a tutte quelle persone per esempio colpiti da ictus che, necessitano di un corso di riabilitazione o anche per alcuni bambini che presentano delle evidenti difficoltà nel linguaggio. Questo aspetto è molto importante e deve essere preso in tempo, per evitare che il bambino possa crescere senza superare tali problemi. Non sono da confondere i casi in cui un bambino non riesca a pronunciare una parola o una frase più o meno complessa, con i casi in cui il bambino non riesce ad esprimere correttamente delle lettere. Il primo caso è infatti normale e svanirà con l'età, il secondo ha bisogno di un aiutino. Vediamo insieme di capire attraverso le utili informazioni contenute all'interno di questa guida cos'è la Logopedia e quando serve.

26

Ricorrete al logopedista se il vostro bambino non riesce a pronunciare talune lettere

Generalmente il bambino ha bisogno di un logopedista in tutti quei casi in cui non riesce a pronunciare correttamente una lettera. Molti casi riguardano bambini che pronunciano "f" invece che "s", oppure "n" invece che "l". Altri casi, un po' più rari, sono quelli in cui il bambino utilizza solo vocali e non consonanti. La balbuzie è un particolare tipo di disturbo del linguaggio che riguarda l'alterazione del normale fluire delle parole. Questo disturbo si manifesta con blocchi improvvisi durante l'emissione della parola o la ripetizione involontaria di sillabe. In questo caso bisogna subito rivolgersi al logopedista perché la balbuzie può avere anche effetti a livello psicologico sul bambino, rendendolo meno sicuro, con meno disponibilità nel comunicare.

36

Prestate molta attenzione se il vostro bambino pronuncia delle parole che risultano incomprensibili

Esistono alcune particolari tipologie di disturbi della comunicazione e del linguaggio che si presentano in bambini che hanno un'età prescolare, ovvero circa tra i 2 e i 6 anni. I problemi che possono manifestarsi in questa fase riguardano la pronuncia di parole che risultano incomprensibili, l'inversione delle sillabe e l'omissione di suoni. C'è anche la possibilità che un bambino possa presentare il problema di non riuscire ad emettere alcuni particolari tipi di suoni in modo corretto, come ad esempio alcune lettere, tipo "r" o "s".

Continua la lettura
46

Affrontate il problema parlandone con il pediatra del bambino o con l'insegnante

Se pensate che il vostro bambino possa avere bisogno dell'aiuto di un logopedista, parlatene con il pediatra, o, se è in età prescolare con l'insegnante, poiché sarà necessario intervenire nell'immediato attraverso un intervento precoce; in genere questo tipo di problema verrà coordinato tramite la scuola pubblica, che fornirà uno screening gratuito. Ricordate inoltre, che un bambino che ha difficoltà a capire le persone o mettere insieme le parole per esprimere semplici pensieri, potrebbe avere un disturbo del linguaggio.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate inoltre, che un bambino che ha difficoltà a capire le persone o mettere insieme le parole per esprimere semplici pensieri, potrebbe avere un disturbo del linguaggio.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare un bambino con difficoltà di linguaggio

Lo sviluppo del linguaggio avviene in tempi diversi. Il bambino apprende le parole più elementari dai genitori, dai fratellini o dalle sorelline. I fattori biologici ed ambientali contribuiscono ad accrescere il suo vocabolario. Tuttavia, si possono...
Bambino

Come curare i disturbi del linguaggio del bambino

Si sa, tutti i bambini che cominciano a pronunciare le loro prime parole incorrono, molto spesso, in "Inceppi", o addirittura al salto di alcune vocali o consonanti. Molti sono i disturbi del linguaggio, come per esempio: 1) il non saper pronunciare alcune...
Bambino

Come aiutare un figlio dislessico

La dislessia è un disturbo specifico nell'apprendimento che si riscontra solamente nell'ambito scolastico, non è una malattia perché i bambini dislessici hanno normali funzioni delle aree intellettive. Si tratta solo di un semplice disturbo nella capacità...
Bambino

Come fare se il bambino ha difficoltà ad esprimersi

Educare un bambino e prendersene cura non è mai semplice, le difficoltà a cui un genitore va incontro sono moltissime e difficilissime, e non si è mai preparati a sufficienza. In questa guida vedremo come fare se il bambino ha difficoltà ad esprimersi,...
Bambino

Come incoraggiare un bambino con un ritardo del linguaggio

L'enorme importanza del linguaggio nei rapporti umani, può portarci a credere che il suo sviluppo sia totalmente a carico di fattori biologici. In realtà, la capacità di esprimersi e la sua naturale evoluzione, è spesso soggetta a notevoli variazioni...
Bambino

Come correggere la R moscia

Parlare in maniera fluente e senza difetti di pronuncia è il sogno di molte persone, ma purtroppo chi più chi meno soffriamo di qualche difetto, chi balbetta, chi ha problemi di pronuncia e chi possiede la famosa R moscia. Per quanto ad alcuni possa...
Bambino

Come aiutare un bambino a imparare a parlare

Naturalmente, chi prima e chi più tardi, tutti quanti i bambini impareranno a parlare. Ma se è vero che ciascuno presenta i suoi tempi che devono essere rispettati senza ansie, è altrettanto vero che esistono svariate modalità in cui è possibile...
Bambino

Come insegnare le lettere ai bambini in età prescolare

I bambini in età prescolare, indicativamente dai 4 ai 5 anni, hanno raggiunto una maturità sufficiente per iniziare a riconoscere le lettere dell'alfabeto e i numeri da 1 a 10 (e oltre). Se vogliamo che nostro figlio inizi a familiarizzare con le lettere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.