Le principali difficoltà del neopapà

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Dopo nove mesi, finalmente puoi stringere tra le braccia tuo figlio. E adesso? Davanti ad una vita che comincia è normale provare amore, gioia, commozione, ma anche spaesamento e timore di non essere all'altezza, visto che una nascita comporta grandi cambiamenti nella vita personale e di coppia dei genitori. In particolare, le principali difficoltà dei neopapà riguardano le nuove abitudini in casa e fuori e il rapporto con la neomamma. Esamina insieme a noi alcune di queste "criticità" per affrontare nel mondo giusto l'emozionante avventura della paternità. E non preoccuparti se all'inizio farai qualche passo falso: sbagliando si impara, anche a fare i papà.

26

Abituarsi ai nuovi orari

Se i primi momenti col piccolo possono sembrare tutti rose e fiori, la "novità" che una nascita porta con sé apparirà evidente non appena sarete a casa e la giornata inizierà a ruotare intorno agli orari del neonato, inflessibile quando si tratta di mangiare o di essere cambiato. Preparati a svegliarti nel cuore della notte per scaldare biberon e cullare il tuo cucciolo finché non si riaddormenta... Fino alla prossima sveglia! Pazienza se i primi giorni andrai a lavoro con due occhiaie da panda: guarda i tuoi colleghi con figli e consolati pensando che ci sono passati tutti.

36

Avere pazienza con la neomamma

Se sei un po' agitato tu, figurati la neomamma: ha portato vostro figlio in grembo per nove mesi e ora è chiamata a nutrirlo e accudirlo con amore, con sulle spalle un cumulo di aspettative e di consigli non richiesti da parte di amici e parenti. Aggiungici, poi, che una gravidanza non è una passeggiata: lo squilibrio ormonale e i cambiamenti fisici possono influire non poco sull'umore della donna. Quindi, se i primi tempi è un po' "elettrica", se ti sembra di essere trascurato e se l'attività sessuale non riprende con la rapidità che avevi pensato, cerca di avere pazienza e, anzi, di stare vicino alla tua dolce metà, sostenendola e alleviando il suo carico di lavoro, non rinfacciandole che ha dimenticato di stirarti la camicia o che la cena non è all'altezza del tuo appetito. Se finora non è stato così, può essere il momento giusto per iniziare a fare la tua parte in casa e, per il resto, pian piano ritroverete l'intesa di sempre, anche tra le lenzuola.

Continua la lettura
46

Prendere confidenza con pappe, pannolini...

Se pensi ancora che pannolini, pappe e bagnetti siano "roba da donne" in attesa che il bambino diventi abbastanza grande da giocare con te a pallone, forse è ora di tornare nel presente. A parte - va da sé - l'allattamento al seno, i neopapà sono chiamati a svolgere tutte le mansioni delle neomamme. Quindi, tra le difficoltà che potresti incontrare rientra anche tutto ciò che devi imparare per occuparti di tuo figlio. È normale essere pieni di paure: lui sembra così fragile e delicato e, se non ti sei mai occupato di fratellini o cuginetti, potrebbe essere la prima volta che cambi un pannolino o prepari un biberon. L'importante è non gettare la spugna: provando e riprovando, diventerai bravissimo e la neomamma potrà rilassarsi un po' sapendo che c'è un'altra persona in grado di occuparsi del pupo.

56

Tenere a bada parenti, amici e conoscenti

Durante e dopo la gravidanza ai neopapà tocca anche un po' il ruolo di arbitri e difensori della neomamma e del neonato. Nei nove mesi d'attesa devi dare tutto il tuo sostegno alla tua compagna, aiutandola a rispondere a domande indiscrete, critiche fuori luogo e consigli non richiesti, un simpatico trittico che non la abbandonerà neppure dopo il parto: se prima era tutto un "Sicura di non essere troppo stanca?", "Quanti chili hai messo su finora?", "Secondo me prendere l'aereo farà male al bambino", dopo cominciano i vari "Ma come lo tieni? Guarda, ti faccio vedere io come si fa", "Se non lo allatti al seno sarà più debole", "Sei già andata in palestra?". Avere la tua collaborazione in queste fasi è fondamentale per la serenità e l'equilibrio psicofisico della neomamma, quindi fai la tua parte.
Inoltre, per quanto riguarda strettamente il momento del parto, se avete scelto che volete essere solo voi due i presenti e se addirittura intendete starvene tranquilli in ospedale e rimandare le visite a quando sarete tornati a casa, toccherà a te chiarire le vostre intenzioni ad amici, parenti e conoscenti e far sì che vengano rispettate.

66

Pensare al futuro

Infine, con uno sguardo rivolto al futuro, tra le difficoltà dei neopapà c'è anche il panico di fronte alla responsabilità di educare un figlio. Il momento della nascita può essere un'ottima occasione per chiederti che tipo di genitore vorrai essere, per leggere e documentarti, per lavorare su te stesso in modo da essere d'esempio per tuo figlio e da renderlo fiero giorno dopo giorno. Alla fine, gli anni passano in fretta e ti ritroverai preso a pensare con tenerezza alle difficoltà degli inizi mentre aspetterai sveglio il rientro di tuo figlio adolescente ben oltre la mezzanotte: insomma, per chiudere con un sorriso, il tempo passa, le notti in bianco restano!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Papà e neonato: 5 dritte per i primi giorni

La nascita di un neonato è sicuramente uno dei momenti più belli nella vita di un papà ma anche uno dei più impegnativi e difficili. Se infatti la futura mamma incomincia a familiarizzare già con l'idea di un figlio durante la gestazione, per il...
Famiglia

Consigli per i neopapà in età più avanzata

In Italia sono aumentati i padri che concepiscono un figlio in tarda età. Secondo studi recenti, il periodo giusto per diventare genitori sarebbe tra i 35 e i 49 anni. Riguardo al comportamento del genitore col figlio, si riscontrano sensibili differenze...
Bambino

10 frasi da non dire a una neomamma

L'arrivo di un bambino è sempre una gioia e tutti, amici e parenti, fanno a gara per tenerlo, vederlo, toccarlo e spupazzarlo per bene. Sin dalle prime ore dal parto iniziano tutti a parlare, dire la propria, tra i consigli dell'anziana di turno, o la...
Bambino

Come capire i bisogni di un neonato

I primi mesi del neonato sono i più difficili da affrontare. Ovviamente non occorre allettarsi ma cercare di capire i suoi bisogni. Ma non è il caso di cedere all'ansia pensando che il piccolo non stia bene. Infatti, a volte questo è causa di altre...
Bambino

10 cose che ogni neomamma deve assolutamente evitare

Dopo nove lunghi mesi, puoi finalmente stringere tra le braccia il tuo adorato piccolino! Sei felice, emozionata, e probabilmente un po' confusa... Le cose da imparare sono molte, per prenderti cura di lui, e di te stessa. Perché essere una neomamma...
Bambino

5 frasi di auguri a una neomamma

Una vostra amica, vostra sorella, vostra cugina o cognata hanno appena partorito e l'emozione del momento vi ha reso brilli tanto da non trovare le parole giuste per congratularvi del lieto evento. Vorreste preparare un augurio speciale, fatto con parole...
Bambino

I motivi per cui la neomamma é più nervosa

La gravidanza viene vista, dalla maggior parte delle donne come il più grande dono che la vita concede loro. È naturale che dev'essere davvero desiderata e non capitata per caso, per evitare che all'interno di quest'evento straordinario e spettacolare,...
Bambino

Come rispondere ai pianti del neonato

Quando si diventa mamma per la prima volta sono molti i dubbi che possono venire riguardo al neonato. Uno di questi riguarda il pianto: come comportarsi davanti ad un pianto frequente? Perché il piccolo piange? I motivi possono essere svariati, proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.