Le 10 cose che non diresti mai a tua madre

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il rapporto tra genitori e figli è sempre molto complesso, ma in particolar modo il rapporto con una madre è molto delicato. Una madre infatti ha un legame molto speciale con la creatura che ha generato, che non cambia solo perché passano gli anni, anzi, si fa sempre più forte. Dal canto suo però un figlio tende a staccarsi e, ad un certo momento della sua vita, a sentire soffocante l'affetto di una madre. Anche se è giusto che ognuno conquisti la sua indipendenza, è importante cercare di non ferire i sentimenti di un genitore, specie di una mamma, che è in genere molto sensibile a certi argomenti. Ecco le 10 cose che non diresti mai a tua madre.

211

Tanto non capiresti

Il dialogo tra generazioni differenti non è mai facile, ma dire ad una madre "Tanto tu non capiresti" significa chiudere la conversazione a prescindere e soprattutto dimostrare poca fiducia nelle sue capacità; invece bisognerebbe sempre capire che una madre sta comunque dalla nostra parte.

311

Ai tuoi tempi era tutto diverso

Questa frase serve a creare una distanza ancora più profonda tra due persone che già sono distanti anagraficamente per forza di cose. Inoltre risulta anche offensiva, perché è come dire "sei vecchia" e questo non fa piacere a nessuna donna, mamme comprese.

Continua la lettura
411

Non farti vedere dai miei amici

Specie in fase adolescenziale i ragazzi hanno bisogno di affermare la propria indipendenza e quindi la presenza dei genitori, ad esempio fuori da scuola o dalla casa di un compagno, può risultare fastidiosa. Però c'è modo e modo per chiedere un po' di discrezione da parte della mamma.

511

Le mamme delle mie amiche...

Fare paragoni è sempre sgradevole, e quando una mamma viene paragonata ad un'altra mamma equivale a darle dell'incapace. Una madre cerca sempre di fare del suo meglio, ma non è perfetta: un figlio dovrebbe sempre apprezzare i suoi sforzi e non farle notare di continuo i suoi errori.

611

Non mi piacciono i tuoi gusti

Ancora una volta torna il gap generazionale: quando i figli sono piccoli è la mamma che decide come vestirli, ma poi, quando crescono, loro sviluppano una propria personalità e gusti propri. Inevitabile quindi che ci siano delle divergenze: ma non è necessario sottolinearle in modo antipatico.

711

Chi te lo ha chiesto

Una mamma si preoccupa sempre per un figlio, a volte rischiando di diventare un po' invadente. Il rischio che invece un figlio corre è di reagire in modo stizzito, rivendicando il fatto che nessuno ha chiesto l'intervento della figura materna. Questo però è da ingrati: una madre dona sempre senza chiedere niente in cambio.

811

Fatti gli affari tuoi

Una frase così sgarbata non andrebbe detta a nessuno, meno che mai alla propria madre. Anche se la mamma è un po' impicciona, esistono modi più educati per chiederle di stare al suo posto. Per una mamma gli "affari" di un figlio la riguardano sempre e comunque!

911

Dove lo hai messo?

Quando non si riesce a trovare qualcosa si da per scontato che la colpa sia della mamma che, mettendo a posto, lo ha spostato dal luogo in cui lo avevamo lasciato. Meglio evitare di fare figuracce e prima cercare bene; e soprattutto dimostrare gratitudine per il lavoro quotidiano che le mamme fanno in casa.

1011

Non mi piace

Non tutte le mamme sono delle grandi cuoche, ma di certo quello che portano in tavola lo cucinano con amore. Non è bello dimostrarsi schizzinosi rifiutando di mangiare quello che ha preparato: ci ha messo impegno e tempo e bisogna sempre apprezzare ciò che ha cucinato.

1111

Lasciami in pace

Specie dopo una discussione un figlio finisce spesso per barricarsi in camera chiedendo a gran voce di essere "lasciato in pace". Difficile però che una mamma non continui a preoccuparsi: passato il momento di rabbia, si potrebbe rimediare a tutte le cose brutte dette ad una madre con l'unica frase capace di farle dimenticare tutto "Ti voglio bene".

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come costruire un buon rapporto tra madre e figlia

Il rapporto tra madre e figlia è fra i più profondi e di conseguenza fra i più complicati sia da gestire e costruire. Spesso, far sentire loro quanto amore incondizionato spinge una madre ad amarle non è sufficiente a fare in modo che il loro rapporto...
Famiglia

Consigli per essere una buona madre single

Essere una donna single non significa affatto che non possiamo essere anche una buona madre, attenta e premurosa, nonostante naturalmente tutto il carico di responsabilità che abbiamo sulle nostre spalle. Non esiste un decalogo sul quale sono scritte...
Famiglia

5 consigli per gestire una madre anziana

La gestione di un genitore anziano non è mai troppo semplice. Oltre ad un trasporto emotivo entrano in gioco diversi fattori, come i pericolosi sensi di colpa, o addirittura la paura di una imminente perdita che pone i figli, anche se adulti, in uno...
Famiglia

10 regole per una madre single

Nel periodo in cui viviamo, per vari motivi, essere una madre è piuttosto difficile. Il discorso diventa ancora più complesso se ci riferiamo alle madri che, per un motivo o per un altro (il mancato riconoscimento del bambino da parte del padre, la...
Famiglia

Come migliorare il rapporto tra madre e figlia

I rapporti fra genitori e figli possono rivelarsi problematici, tesi o addirittura critici. I motivi sono tantissimi e la psicologia li ha studiati, trovando meccanismi articolati e complessi di vario tipo legati alla successione dei ruoli e all'immedesimazione....
Famiglia

10 consigli per migliorare il rapporto tra mamma e figlia

Il rapporto tra madre e figlia, si sa, è un rapporto piuttosto complicato, fatto di momenti alternati di intesa e di incomprensioni, nel quale entrano in gioco numerosi fattori ed agenti esterni, capaci di destabilizzare gli equilibri faticosamente creati....
Famiglia

Come avere una mamma per amica

I rapporti fra i genitori e i figli non sempre sono ottimi, anzi spesso si deteriorano in maniera irreparabile per molti motivi. Avere un buon rapporto con i propri cari è importanti, ma spesso difficile. Sicuramente i rapporti padre figlio e madre figlia...
Famiglia

Come affrontare i primi giorni a casa con un neonato

Dopo una lunga gravidanza di nove mesi giunge il momento del lieto evento. Avere un bambino è una delle esperienze più rivoluzionarie per la vita di una famiglia. In particolar modo è la mamma a subire più cambiamenti e a sentire le sensazioni più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.