Il neonato nel primo mese di vita

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Quando si diventa genitori, ci si trova difronte a mille nuove situazioni e sensazioni che, soprattutto all'inizio, in qualche modo possono stordirci. Anche il neonato, di contro, avendo passato la sua prima fase di sviluppo (nello stato embrionale) protetto dalla placenta della mamma, si ritrova a doversi abituare ad un mondo che non conosce a livello sensoriale.
Il primo mese di vita, richiede dunque un grosso adattamento ad una realtà per lui sconosciuta per questo motivo, anche se non sempre è facile, occorre cercare di affrontare il tutto con la massima serenità possibile.

28

Molto spesso si affronta l'evento di una nuova nascita dal punto di vista dei genitori, trascurando il difficile compito di adattamento, ad una vita per noi così scontata, affidato al neonato. Dobbiamo sapere che il pianto è l'unico modo che il piccolo ha per comunicare qualsiasi sensazione. I genitori devono quindi, essere in grado di mantenere la calma e cercare di capire cosa il loro bambino voglia esprimere. Non è assolutamente facile affrontare il primo mese, proprio perché sia gli adulti che i piccoli devono modificare i propri equilibri e le proprie abitudini e venirsi incontro cercando di stabilire un contatto. L'unico canale di comunicazione è quello affettivo, proprio per questo è indispensabile far percepire al neonato la protezione.

38

Prendersi cura del bambino è quindi l' azione principale su cui bisogna concentrarsi. Solo trascorso questo periodo di assestamento, genitori e figlio impareranno a conoscersi piano piano e tutto diventerà più semplice. Il primo aspetto fondamentale da gestire è l'allattamento. Non capita di rado che si abbiano delle difficoltà con l'allattamento proprio perché il neonato non è abituato a doversi nutrire, considerato che quando si trovava all'interno del corpo della mamma c'era il cordone ombelicale che provvedeva a dargli il sostentamento per crescere. Per molte donne, questa è una fase molto delicata e difficile: capita spesso che il neonato non si attacchi in modo corretto al seno o non sembri sia soddisfatto dalla poppata e inizi a piangere ininterrottamente. Questi tipi di reazioni creano nervosismo e frustrazione nella madre che può sentirsi inadeguata. È importante invece rimanere lucidi e rilassati anche perché più si è tesi più è difficile gestire tale situazione.

Continua la lettura
48

Può succedere che il latte non sia abbastanza e che lo stato d'ansia della mamma non agevoli a superare questo problema. In tali situazioni bisogna trovare la soluzione più adeguata senza farsi condizionare da chi ritiene di essere portatore di verità: qualsiasi problema che possa sorgere è necessario che venga risolto ascoltando i propri bisogni, senza forzare la mano. È comunque sempre fondamentale consultare il pediatra il quale, nel caso si passi al latte artificiale, potrebbe, se il bambino manifesta stitichezza o qualsiasi altro disturbo, consigliare la scelta della marca più adeguata per ogni caso specifico. Con l'aiuto del medico sarà possibile trovare il giusto modo per alimentare il bambino, attenuando le proprie ansie e vivendo ogni situazione con maggiore serenità.

58

Un altro aspetto di cui occuparsi, al di là dell'alimentazione, è la cura del corpo del bambino. Nei primi giorni sarà necessario effettuare le dovute medicazioni al moncone del cordone ombelicale la cui procedura sarà stata esaurientemente spiegata nel periodo trascorso in ospedale.
Avendo riguardo per questa parte del corpo, si può procedere con il fare il bagnetto al neonato. Anche questo può essere motivo di ansia per i genitori, ma dopo un po' di pratica si potrà facilmente constatare che non è una operazione troppo complicata. Sarà sufficiente mettere dell'acqua tiepida in una vaschetta e tenere il bimbo con un braccio sotto la schiena, rivolto verso l'alto, e con l'altra mano lavarlo. In questo modo il bambino potrà rilassarsi e i neo-genitori inizieranno sicuramente ad apprezzare i piccoli passi in avanti nel processo di attaccamento.

68

Resta ancora da considerare l'operazione di cambio del pannolino che, esattamente come per la medicazione dell'ombelico, sarà stata spiegato in ospedale. La chiusura di un pannolino, oggi giorno, non è difficile da capire, l'importante è sempre pulire bene le parti intime e soprattutto asciugarle per evitare arrossamenti. Nel caso in cui si dovessero verificare irritazioni, sarà comunque sufficiente applicare sulla zona una crema lenitiva.

78

Ricordate, nel primo mese di vita del neonato, di non essere ossessionati dal peso, verificandolo ogni momento sulla bilancia, ma affidatevi al parere del pediatra che vi darà i giusti consigli per poter fare in modo che il bambino abbia uno sviluppo normale rispetto ai parametri diffusi.
Trascorso questo primo periodo, si riuscirà man mano a comunicare e a capire sempre più cosa cerca di esprimere il piccolo e si creerà, in modo naturale, un nuovo equilibrio a tre.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate sempre di essere rilassati il più possibile perchè il bambino è sensibile agli stati d'ansia che potrebbe percepire in voi.
  • Se l'attaccamento al seno diventa troppo arduo, dopo aver provato e riprovato, anche utilizzando appositi beccucci per aiutare il bambino ad attaccarsi, sarà inutile e controproducente insistere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Neonato: le tappe del sorriso

Per qualsiasi genitore al mondo, l'esperienza di avere un figlio nella vita, è quella più bella e indimenticabile. Infatti nel periodo che va dalla fecondazione alla scoperta dell'essere incinta, dall'evolversi dei mesi al parto, multiple sono le sensazioni...
Bambino

Come intrattenere un neonato

La nascita di un bambino porta tanta gioia nella sua famiglia. Ogni neonato viene accolto con entusiasmo ed allegria. Per l'occasione, di solito i genitori, parenti ed amici acquistano giocattoli e pupazzi per il nuovo nato. Potrebbe sembrare prematuro,...
Bambino

Come rispondere ai pianti del neonato

Quando si diventa mamma per la prima volta sono molti i dubbi che possono venire riguardo al neonato. Uno di questi riguarda il pianto: come comportarsi davanti ad un pianto frequente? Perché il piccolo piange? I motivi possono essere svariati, proprio...
Bambino

Rigurgito neonato: cause e rimedi

Il rigurgito del piccolo neonato è anche chiamato reflusso, ed è uno dei fenomeni che maggiormente preoccupa i genitori nei prima mesi di vita dei loro piccoli. Anche se è un disturbo molto comune, che soltanto in casi molto rari potrà sfociare veramente...
Bambino

L'udito nel neonato

L'udito rappresenta il senso più sviluppato, al momento della nascita del neonato. Basti pensare, infatti, che già all'interno del feto il neonato è in grado di avvertire i suoni, anche se naturalmente gli arrivano attutiti ed ovattati, a causa del...
Bambino

Come comportarsi se il neonato piange la notte

Uno degli eventi più gioiosi del percorso della nostra vita, è sicuramente la nascita di un figlio. Ma adeguarsi al nuovo arrivato non è così facile come sembra. Il suo arrivo, infatti, cambia o sconvolge del tutto i ritmi familiari. Insieme alle...
Bambino

Come monitorare il peso di un neonato

Per capire se il vostro neonato sta crescendo bene occorre monitorare il peso. Questo va controllato fin dal primo giorno di vita. Normalmente la crescita di un neonato si aggira intorno ai centocinquanta e i duecento grammi alla settimana. Ma bisogna...
Bambino

Come e quanto deve dormire un neonato

Le fasi di crescita di un neonato preoccupano sempre i neo-genitori. In particolare, il sonno rappresenta una delle questioni più interessanti. Come tutti, vi chiederete quali siano gli orari più idonei per il bambino, quale sia la durata minima e massima...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.