I migliori sport per bambini introversi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con la parola "introverso" spesso siamo soliti indicare bambini non particolarmente loquaci, o socievoli. Poco attivi, magari poco intraprendenti.
Questa però è la definizione degli adulti, dei genitori, dei grandi.
Un bambino, comunemente considerato introverso, si considererebbe tale? O magari se avesse i nostri strumenti comunicativi ci direbbe con totale tranquillità che non gioca con gli altri bambini perché è timido e quindi non sa come superare l'impatto iniziale.
Oppure che è ansioso, e l'idea di competere, vincere, perdere, essere deriso o essere adulato lo atterrisce.
O ancora che questi esseri umani, piccoli e grandi, non è che lo convincano molto, e quindi tutto sommato è più gradevole non relazionarsi.
Fortunatamente i bambini hanno altri modi, altrettanto chiari, di manifestare bisogni e interessi, ed è da lì che si deve partire, per poter individuare quali siano gli sport migliori al caso suo.

26

Piscina - Nuoto

Da subito dopo la nascita il bambino ha una grande dimestichezza con l'acqua.. Nella sua breve vita ha vissuto più in acqua che soggetto alla forza di gravità.
Non spezzare questo cordone con l'acqua, quindi, permetterebbe al bambino di continuare ad avere familiarità con l'acqua, fino, negli anni successivi, (dai quattro in poi) a imparare a nuotare, a seguire in gruppo lezioni di nuoto, sviluppando così la componente sociale dello sport ma senza perdere la propria autonomia, i propri obiettivi ed i risultati sperati.
Se il bambino non ama l'acqua, ovviamente non va costretto. Imporgli qualcosa che non desidera abbastanza avrebbe lo svantaggio di farlo chiudere ancora di più in se stesso.

36

Sport di squadra: pallavolo, basket, calcio

Gli sport di squadra, ovviamente, favoriscono la socialità del bambino attraverso la relazione con gli altri compagni, la condivisione di obiettivi collettivi e la collaborazione di tutti nel realizzarli.
Anche a seconda delle caratteristiche specifiche del bambino, o delle esigenze di salute, consultando anche il medico o il pediatra per valutare insieme ad un esperto, il bambino potrà scegliere fra vari sport.
Se tanto desidera il calcio, come la maggior parte dei bambini, assecondatelo: sarà soddisfacente per lui realizzarsi davanti ai vostri occhi in uno sport che ama.
L'importante è che non sia eccessivo l'allenamento, la pressione subita, l'ansia da prestazione.
Lo sport, per i bambini, è prima di tutto piacere, una situazione positiva da condividere con i compagni.

Continua la lettura
46

Tennis

Se avete già provato con la piscina, con gli sport di squadra, ma vi sembra che il disagio sia superiore alla soddisfazione quando pratica questi sport, forse uno sport adatto a lui può essere il tennis.
Perché?
Perché prima di tutto sviluppa le sue capacità e, se il suo blocco verso gli altri deriva da un'eccessiva timidezza o mancanza di autostima, la tecnica, l'impegno ed i risultati individuali ottenuti contribuiranno a dargli una più valida considerazione di sé.

56

Judo

Il judo, per degli aspetti come il tennis, sviluppa le capacità individuali del bambino e la sua identità, con il vantaggio di indirizzarlo a gestire, sin da piccolo e con naturalezza, la sua rabbia, le sue emozioni negative a cui ancora non sa dare un nome, manifestandole in maniera sana e nella palestra in cui si esercita con i compagni.

66

Equitazione (e pet therapy)

Per un bambino "introverso" la relazioni con gli animali può essere un mondo affascinante, in cui si esprime meglio lui e comprende meglio il mondo, la natura, la diversità.
Sviluppare fiducia in un cavallo, dopo aver appreso il modo di guidarlo, e quindi muovendosi in confidenza con l'animale, è una relazione di grande forza, è uno scambio fra un gigante, (ma un gigante buono) ed il bambino, che forse neanche noi grandi possiamo ormai comprendere o ricordare.
Allo stesso modo, se il cavallo è troppo grande, o il bambino ancora piccolo, valutate e scegliete fra varie alternative sempre con gli animali.
Forse non sono esattamente sport, ma permettono al bambino di sviluppare fiducia nella natura e negli animali, e attraverso essi, di svilupparla appieno prima di tutto verso se stesso.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come stimolare i bambini a farsi dei nuovi amici

Non tutti i bambini sono uguali: questa è una verità inconfutabile che va sempre tenuta in considerazione. Ogni bimbo ha le sue peculiarità, i suoi bisogni e, crescendo, manifesta i lati più predominanti del suo carattere. Ci sono piccoli più vivaci...
Bambino

Come aiutare un bambino timido a scuola

Gioca tranquillamente con gli altri bambini, quando avete ospiti cattura l'attenzione di tutti, eppure davanti alle maestre arrossisce, si confonde, abbassa lo sguardo e farfuglia durante le interrogazioni. Oppure è sempre stato introverso, non fa amicizia...
Bambino

Sport per bambini timidi

Da sempre lo sport è considerato il miglior modo per mantenere uno stile di vita salutare; è per questo che sin dalla tenera età è consigliato approcciarsi ad una qualsiasi attività motoria. Introdurre i bambini allo sport non risulta sempre semplice,...
Bambino

5 modi per incoraggiare tuo figlio il primo giorno di scuola

Da che mondo è mondo, i bambini, soprattutto in tenera età, trovano tutte le scuse possibili per non andare a scuola. Ecco che quindi spuntano i classici mal di pancia, mal di testa, mal di denti, sensi di vomito, spesso e volentieri immaginari, ma...
Bambino

Mutismo selettivo: 5 cose da sapere

Il mutismo selettivo si presenta nei bambini quando iniziano a interagire con gli altri, sopratutto con l'ingresso all'asilo. Si tratta di un particolare atteggiamento con cui si rifiutano di parlare in contesti diversi da quello casalingo. Ciò accade...
Bambino

I migliori sport per bambini poco socievoli

Lo sport, è l'attività che meglio aiuta i bambini a mantenersi attivi e a stare in gruppo.I criteri di scelta, però, devono tener conto di molteplici fattori, come l'età, la corporatura, l'indole, e non per ultimo, il gradimento stesso del bambino.Se...
Bambino

I migliori sport per bambini esuberanti

Il fatto che i bambini siano pieni di energie si sa da sempre. Che si tratti di femminucce o maschietti, i nostri piccoli talvolta fanno monellerie per noia e perché troppo ricchi di euforia e vivacità! Ma, esistono alcuni metodi che avranno molteplici...
Bambino

Come stimolare lo sviluppo sociale del bambino

I bambini nascono con un carattere personale e un indole più o meno favorevole alla socializzazione: ad esempio, ci saranno dei piccoli maggiormente estroversi, socievoli e gioiosi.Questo non toglie che, le esperienze maturate durante i primi anni di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.