Cosa fare se il bambino russa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Uno dei disturbi più comuni di cui soffrono i bambini, sia quelli molto piccoli che quelli più grandi, è il fatto di russare quando dormono. Molta gente pensa che russare durante il sonno sia un disturbo riguardante soltanto la popolazione adulta, ma non è così, e chi ha bambini spesso lo sa bene. Talvolta succede, infatti, che anche i bambini russino, soprattutto quando sono raffreddati, hanno le narici molto piccole o sono più robusti del normale. Il rumore causato da questo problema può anche risultare fastidioso per i genitori che non riescono a dormire esattamente come accade quando a russare è un adulto. Fortunatamente esistono dei metodi in grado di risolvere questo inconveniente, purché vengano seguiti in maniera corretta. Nella presente guida esposta qui di seguito vedremo insieme cosa fare se il bambino russa di notte.

27

Occorrente

  • Pazienza
  • Letto o culla adeguata
  • Pediatra
  • Camomilla
  • Attività fisica
  • Alimentazione sana
37

Favorire un sonno tranquillo

Un primo metodo di impedire al bambino di russare è favorirgli un sonno tranquillo. Dormire comodamente, magari assumendo prima di addormentarsi una bevanda rilassante, potrebbe, infatti, contenere e ridurre gli eventuali disturbi e lo stress.Un altro fattore di notevole importanza è la respirazione del bambino, molto spesso, infatti, russa perché ha disturbi respiratori (come il naso otturato perché magari è raffreddato o ha problemi comunque a livello nasale). Soprattutto in questo caso risulta utile confrontarsi col pediatra di famiglia, che potrebbe consigliarci al meglio nel caso in cui il russare non sia un evento passeggero, ma sia da collegarsi ad un fattore diverso. Ciò potrebbe verificarsi, ad esempio, nel caso in cui il bambino sia allergico - ad esempio alla polvere o a fattori ambientali stagionali, come il polline - e la difficoltà di respirazione durante il sonno sia pertanto da attribuire a questo problema. In questo caso, dopo aver compiuto i necessari esami e le prove allergiche, il medico di fiducia potrebbe prescrivere le cure adatte a risolvere o quantomeno a contenere il problema, risolvendo anche quello notturno.

47

Insegnare una buona respirazione e scegliere un'alimentazione sana

Un secondo metodo è quello di insegnare al bambino a respirare con il naso piuttosto che con la bocca, abitudine che potrebbe anche dar vita a fastidiosi malesseri ed inconvenienti come influenza, mal di gola o anche soltanto la sensazione di avere sempre la bocca e la gola secche. Possiamo anche fargli compiere qualche attività fisica in grado di migliorare la respirazione e abituarlo ad un ritmo sonno-veglia piuttosto regolare, rispettando più o meno fedelmente gli orari in cui bisogna andare al letto o bisogna svegliarsi (più facile da fare ovviamente durante la stagione invernale, grazie agli impegna scolastici, piuttosto che durante l'estate). Al bambino dobbiamo inoltre somministrare un regime alimentare sano, preferendo i cibi freschi e salutari (soprattutto frutta e verdura) a quelli ricchi di zuccheri (come i dolci o i fritti). Durante la sera facciamo mangiare al bambino degli alimenti sani e leggeri, mai appesantendolo, in modo che il sonno sia facilitato e non disturbato da una cattiva e difficoltosa digestione.

Continua la lettura
57

Chiedere consiglio

Riuscire nell'impresa di evitare che il bambino russi non è semplice. Qualora si riuscisse a trovare il modo giusto, il lavoro da compiere diventa possibile senza troppe difficoltà. Nel caso in cui i semplici rimedi descritti non dovessero bastare, probabilmente vi è di fondo un diverso problema che influisce sulla corretta respirazione del bambino durante il sonno. Per questo è utile ricorrere a qualche rimedio naturale, che potrà esserci consigliato in farmacia o erboristeria, per favorire il sonno e facilitare la respirazione, o ancor meglio parlare con il pediatra di fiducia, che visiterà il bambino e saprà trovare la soluzione giusta per il suo eventuale problema.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Parlare col proprio pediatra.
  • Favorire un sonno tranquillo.
  • Assumere una camomilla, prima di andare a dormire.
  • Far svolgere al bambino qualche attività fisica.
  • Far seguire al bambino un regime alimentare salutare.
  • Ricorrere a rimedi naturali.
  • Chiedere consiglio ad un amico che ha affrontato lo stesso problema.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come creare dei giochi montessoriani per il tuo bambino

L'educazione di un bambino è molto importante, soprattutto durante la tenera età, quando il bambino comincia ad apprendere tutto ciò che lo porterà a vivere bene nel mondo. È importante anche che un bambino impari a muoversi nella maniera corretta,...
Bambino

Cosa fare se il bambino rifiuta il cucchiaio

Lo svezzamento comporta il drastico passaggio dal seno materno al contatto con un oggetto come il cucchiaio estraneo alla quotidianità del bambino. La reazione del piccolo è del tutto normale e non deve destare preoccupazione. Se il bambino rifiuta...
Bambino

Cosa fare se il bambino rifiuta i cibi solidi

Prenderci cura del nostro bambino è un qualcosa di molto importante se vogliamo che il nostro bimbo cresca forte e sano. Se il nostro bimbo si rifiuta di mangiare dei cibi solidi, dovremo adottare alcuni validi accorgimenti per riuscire a far mangiare...
Bambino

Tutto quello che non puó mancare con un bambino in casa

Prepararsi alla nascita di un bambino e all'arrivo di nuovo membro della famiglia, è un lavoro abbastanza complesso. I nuovi genitori devono abituarsi a cambiare drasticamente tutte le loro abitudini, pensando a tutto il necessario che occorre per potersi...
Bambino

Come mandare nel proprio letto un bambino

Difficilmente il bambino è contento di cambiare le sue abitudini, per questo il momento di andare nel proprio letto, diventa molto complicato. Per non commettere il più comune degli errori dei genitori, cioè quello di lasciarli dormire con sè nel...
Bambino

5 risposte efficaci al pianto di un bambino

Il pianto è il mezzo di comunicazione con cui un bambino, specie in tenerissima età, esprime le proprie sensazioni verso determinati stimoli. Considerate che mediamente, almeno nei primi mesi di vita, un bebè piange da due a tre ore al giorno. Se il...
Bambino

Come insegnare a un bambino a camminare

I primi passi di un bambino sono un grande momento nella vita di ogni genitore e del bambino stesso. Imparare a camminare è tanto difficile quanto spontaneo ma non è affatto semplice. In questa guida vi daremo dei pratici consigli su come insegnare...
Bambino

Consigli per far passare il singhiozzo a un bambino

Capita a volte che il vostro bambino, quando mangia o beve troppo in fretta, quando è sottoposto a repentini sbalzi di temperatura o quando è molto eccitato, venga sorpreso da un fastidioso singhiozzo. In generale questo piccolo fastidio passa autonomamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.