Cosa fare se il bambino cade dal letto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando il bambino raggiunge i novanta centimetri di altezza, i pediatri suggeriscono di effettuare il cambio dalla culla al lettino, che gli permette di avere una migliore qualità del sonno, e lo comincia ad orientare verso l'indipendenza e la crescita. Tuttavia, alcuni genitori possono avere paura che il loro bambino possa cadere dal letto normale e se analizziamo la situazione in generale, possiamo dire che capita abbastanza di frequente. Per fortuna esistono delle precauzioni da prendere, che vi aiuteranno a lasciarvi tutte le ansie alle spalle. A questo proposito, vediamo riportati qui di seguito alcuni brevi passi che vi aiuteranno a capire come fare se il bambino cade dal letto.

24

La prima cosa da fare è individuare subito la parte del corpo che ha subito il colpo e verificare la reazione del bambino; se piange ma non ci sono escoriazioni o segni sul corpicino e, dopo pochi istanti, riprende a muoversi normalmente, probabilmente non è successo niente di grave. Nel caso di tumefazione ricorrere alla borsa del ghiaccio e, se non si tratta di una parte delicata (ad esempio la testa) limitarsi a prestare attenzione nei minuti successivi.

34

Il caso più pericoloso è quello di una caduta di testa, soprattutto se si verifica da un'altezza piuttosto importante, come potrebbe avvenire con un letto a castello. Se il bambino sviene oppure si manifesti perdita di coscienza, ma anche quando il mal di testa non cessi entro pochi minuti, con presenza di vomito, è meglio portare subito il piccolo al pronto soccorso. Procedere allo stesso modo anche in mancanza dei suddetti sintomi, qualora il bambino pianga incessantemente, lamentandosi per diversi minuti; nella maggioranza dei casi non si tratterà di qualcosa di grave, il pianto potrebbe essere solo la reazione allo spavento provato, ma è meglio scongiurare il pericolo di un trauma.

Continua la lettura
44

Se il bambino ha già sviluppato la dentatura può accadere che, nella caduta, un dente si rompa; raccoglierlo, riporlo in un bicchiere con poca acqua salata e portarlo al pronto soccorso assieme al bambino. Anche il naso è una parte molto delicata e facilmente soggetta a colpi; è opportuno stringere con le dita la punta del naso, facendo pressione per qualche minuto, in modo da fermare la fuoriuscita di sangue. Le piccole abrasioni devono essere lavate immediatamente con cura, disinfettate e, se possibile, chiuse con un cerotto; se sono troppo estese tali da non poter essere richiuse in casa, procedere comunque al lavaggio e recarsi velocemente al pronto soccorso.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare al bambino a dormire nel proprio letto

Al giorno d'oggi è diventata un'abitudine molto diffusa, quella di consentire ai propri figli di dormire nel "lettone" dei genitori. Tutto questo si verifica perché non si riesce a dire di "no", oppure si ha il desiderio di farli sentire più protetti...
Bambino

Come evitare che il tuo bambino bagni il letto

L'emissione involontaria di urina durante la notte si chiama enuresi notturna ed è un disturbo diffuso nei bambini in età prescolare ma può continuare anche oltre. Innanzitutto è importante cercare di capire se la causa è di origine psicologica od...
Bambino

Pipì a letto: consigli per gestire la situazione

Fare la pipì a letto è un episodio spiacevole ma, del tutto normale. Questo però fin quando, al bambino, capiterà di fare la pipì a letto, per un periodo che va dai 3 ai 6 anni. Comunque sia, per il bambino, può risultare un episodio, molto stressante....
Bambino

Cosa fare per la pipì a letto

Molto spesso, con l'arrivo di un bambino, ci si trova di fronte a piccoli problemi che a lungo termine possono diventare difficili da superare. Uno dei problemi più comuni è l'enuresi notturna, più comunemente chiamata "pipì a letto". Per il bambino...
Bambino

Come insegnare al bimbo a non fare più la pipì a letto

A volte potrebbe capitare, che quando il nostro bimbo è più nervoso del solito, oppure quando beve troppa acqua, che durante la notte faccia la pip' a letto. Sicuramente si tratta di un contrattempo abbastanza seccante, ma dietro questa semplice azione,...
Bambino

Come passare dalla culla al letto: bambini

Prima o poi capita a tutti i bambini. Crescono e cominciano a stare stretti nel lettino con le sbarre dove dormivano fino a poco tempo prima. È un momento importante ed emozionante per tutti i genitori, il bambino sta crescendo ed è giunto il momento...
Bambino

Come creare dei giochi montessoriani per il tuo bambino

L'educazione di un bambino è molto importante, soprattutto durante la tenera età, quando il bambino comincia ad apprendere tutto ciò che lo porterà a vivere bene nel mondo. È importante anche che un bambino impari a muoversi nella maniera corretta,...
Bambino

Le migliori posizioni per far dormire il bambino

Nei primi mesi dopo la nascita, la questione dell'addormentamento del neonato può mettere a dura prova la resistenza dei neo genitori. Ovviamente il sonno occuperà gran parte della giornata del bambino. Quindi i genitori devono assicurarsi che il neonato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.