Controlli ortopedici: quando effettuarli

Di: J. F.
Tramite: O2O 29/04/2017
Difficoltà: media
16
Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come e quando effettuare i controlli ortopedici, nel modo più sicuro e pratico possibile, senza rischiare di incorrere in errori e problemi di salute.
Le visite ortopediche sono indispensabili al momento della nascita: valutare la funzionalità delle strutture ossee del bambino ed intervenire tempestivamente, qualora fosse necessario, è determinante nel processo della crescita, per un corretto sviluppo, per mantenere un buono stato di salute nei vari stadi della vita.
In questa guida vi forniremo qualche utile indicazione su che tipo di controlli ortopedici è bene fare e, soprattutto, quando effettuarli.

26

Come effettuare il primo controllo ortopedico

Il primo controllo ortopedico deve essere effettuato subito dopo la nascita, per poi essere ripetuto nei mesi successivi.
In seguito, è sufficiente effettuarne uno al compimento del primo e del secondo anno di età, al compimento del quinto, e poi in epoca prepuberale.
Questi controlli sono volti a testare la funzionalità degli arti e delle articolazioni (scongiurando alterazioni varie), la mobilità, nonché la postura.
In età prepuberale e puberale assume fondamentale importanza controllare soprattutto la funzionalità della colonna vertebrale (può infatti essere soggetta a patologie più o meno gravi, quali la scoliosi, in grado di causare scompensi e stati dolorosi) .

36

Come eseguire una diagnosi ortopedica

L'ortopedico può valutare se sia necessario effettuare anche esami ecografici e radiografici, ad esempio a livello del bacino e di altri punti fondamentali della struttura scheletrica. Esami di questo tipo sono utili al fine di approfondire la valutazione, e la diagnosi, dello stato di salute di vostro figlio. A volte, come ulteriore accertamento, e nei casi più gravi, può rendersi necessaria anche una risonanza magnetica. Non è da escludere infatti, l'eventualità di dover intervenire chirurgicamente.

Continua la lettura
46

Come scegliere se andare da un ortopedico

Premesso che il lavoro dell'ortopedico sia provvidenziale, è anche molto importante l'osservazione da parte dei genitori: monitorate sempre i vostri figli! Se notate qualcosa di anomalo, ad esempio nel modo in cui vostro figlio cammina o appoggia i piedi, non esitate a contattare uno specialista. In questi casi, la previdenza non è mai troppa! Anche se nella maggior parte dei casi può trattarsi di un falso allarme, capita spesso che gli indizi ed i sospetti portino ad una comunissima conclusione: la patologia legata al piede piatto (normale variazione della forma del piede), o ad un atteggiamento scoliotico (deviazione laterale della colonna). Entrambi possono essere facilmente risolti, con esercizi mirati, con lo stretching, e con l'uso di plantari specifici e scarpe adatte.

56
Guarda il video
66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Saper andare da un ortopedico è comodo ed anche utile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come monitorare il peso di un neonato

Per capire se il vostro neonato sta crescendo bene occorre monitorare il peso. Questo va controllato fin dal primo giorno di vita. Normalmente la crescita di un neonato si aggira intorno ai centocinquanta e i duecento grammi alla settimana. Ma bisogna...
Bambino

Sigillatura dei denti: pro e contro

Prevenire è meglio che curare! E questo vale soprattutto per i bambini, che ahimè temono la famosa poltrona del dentista. In un'ottica appunto preventiva, e quindi di riduzione di interventi piuttosto invasivi, negli ultimi anni è cresciuta la pratica...
Bambino

Come preparare la poppata nel biberon al vostro bambino

Arriva il momento in cui bisogna procedere a dare il latte al vostro bambino mediante biberon. Il latte acquistato, sia in polvere che quello liquido, non è perfettamente sterile e necessita quindi di una buona preparazione per eliminare la presenza...
Bambino

Come spiegare l'omosessualità ad un bambino

L'essere genitori, comporta insieme a innumerevoli gioie altrettante responsabilità. Significa rappresentare il fulcro affettivo e il riferimento educativo del bambino. Ogni spiegazione, regola o insegnamento avrà future ripercussioni sulla sua vita...
Bambino

Cosa non deve mangiare una mamma che allatta

L'allattamento al seno è un'esperienza meravigliosa. Mentre il piccolo si alimenta con il latte materno avviene quella simbiosi madre-figlio, che, giorno dopo giorno, rende indissolubile il legame affettivo tra i due. A volte questo momento così idilliaco...
Bambino

Come procedere con lo svezzamento

L'allattamento al seno o artificiale semplifica il momento della pappa. L'alimento è sempre lo stesso e il bambino lo gradisce di sicuro. Questa forma di nutrimento favorisce il contatto fisico madre-bambino. Il piccolo si sente sicuro e tranquillo...
Bambino

5 cose da sapere sui gemelli

Quando si ha la notizia di aspettare un figlio, sia per le mamme che per i papà, è un momento assai emozionante da vivere durante l'arco della vita. L'emozione e la gioia si moltiplicano però quando il medico comunica ai genitori che in arrivo ci sono...
Bambino

Come adottare un bambino: procedure burocratiche

In Italia l'iter burocratico da percorrere per adottare un bambino è particolarmente lungo e laborioso, motivo per cui spesso molte persone, prima di rivolgersi ad un avvocato per far partire le varie procedure, consultano siti internet e forum specializzati...