Controlli ortopedici: quando effettuarli

Tramite: O2O 29/04/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come e quando effettuare i controlli ortopedici, nel modo più sicuro e pratico possibile, senza rischiare di incorrere in errori e problemi di salute.
Le visite ortopediche sono indispensabili al momento della nascita: valutare la funzionalità delle strutture ossee del bambino ed intervenire tempestivamente, qualora fosse necessario, è determinante nel processo della crescita, per un corretto sviluppo, per mantenere un buono stato di salute nei vari stadi della vita.
In questa guida vi forniremo qualche utile indicazione su che tipo di controlli ortopedici è bene fare e, soprattutto, quando effettuarli.

26

Come effettuare il primo controllo ortopedico

Il primo controllo ortopedico deve essere effettuato subito dopo la nascita, per poi essere ripetuto nei mesi successivi.
In seguito, è sufficiente effettuarne uno al compimento del primo e del secondo anno di età, al compimento del quinto, e poi in epoca prepuberale.
Questi controlli sono volti a testare la funzionalità degli arti e delle articolazioni (scongiurando alterazioni varie), la mobilità, nonché la postura.
In età prepuberale e puberale assume fondamentale importanza controllare soprattutto la funzionalità della colonna vertebrale (può infatti essere soggetta a patologie più o meno gravi, quali la scoliosi, in grado di causare scompensi e stati dolorosi) .

36

Come eseguire una diagnosi ortopedica

L'ortopedico può valutare se sia necessario effettuare anche esami ecografici e radiografici, ad esempio a livello del bacino e di altri punti fondamentali della struttura scheletrica. Esami di questo tipo sono utili al fine di approfondire la valutazione, e la diagnosi, dello stato di salute di vostro figlio. A volte, come ulteriore accertamento, e nei casi più gravi, può rendersi necessaria anche una risonanza magnetica. Non è da escludere infatti, l'eventualità di dover intervenire chirurgicamente.

Continua la lettura
46

Come scegliere se andare da un ortopedico

Premesso che il lavoro dell'ortopedico sia provvidenziale, è anche molto importante l'osservazione da parte dei genitori: monitorate sempre i vostri figli! Se notate qualcosa di anomalo, ad esempio nel modo in cui vostro figlio cammina o appoggia i piedi, non esitate a contattare uno specialista. In questi casi, la previdenza non è mai troppa! Anche se nella maggior parte dei casi può trattarsi di un falso allarme, capita spesso che gli indizi ed i sospetti portino ad una comunissima conclusione: la patologia legata al piede piatto (normale variazione della forma del piede), o ad un atteggiamento scoliotico (deviazione laterale della colonna). Entrambi possono essere facilmente risolti, con esercizi mirati, con lo stretching, e con l'uso di plantari specifici e scarpe adatte.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper andare da un ortopedico è comodo ed anche utile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come motivare bambini nello sport

Lo sport è di fondamentale importanza per la salute di un individuo, soprattutto se viene praticato in tenera età; i bambini infatti, iniziando da piccoli ad allenarsi, irrobustiscono i loro muscoli e riescono a mantenere lo sforzo fisico, poiché riescono...
Bambino

I nei: cosa c'è da sapere

I nei sono delle particolarissime macchie di dimensione ridotte che compaiono sulla nostra pelle fin da quando siamo piccoli. In realtà queste macchie sono nella maggior parte dei casi dei piccoli tumori benigni dell'epidermide che possono presentarsi...
Bambino

Sigillatura dei denti: pro e contro

Prevenire è meglio che curare! E questo vale soprattutto per i bambini, che ahimè temono la famosa poltrona del dentista. In un'ottica appunto preventiva, e quindi di riduzione di interventi piuttosto invasivi, negli ultimi anni è cresciuta la pratica...
Bambino

Sdraietta vibrante: guida alla scelta

Tutte le mamme del mondo sanno benissimo come sia gratificante stringere il proprio bimbo tra le braccia, per coccolarlo, consolarlo e magari farlo addormentare cullandolo dolcemente. Questi semplici gesti trasmettono al bambino amore e sicurezza, facendolo...
Bambino

L'occhio pigro nel bambino

L'occhio pigro nel bambino, propriamente "ambliopia", è una disfunzione che comporta il calo della vista da uno o entrambi gli occhi ed è, spesso, accompagnata da un lieve strabismo. Dal momento che questa patologia colpisce soprattutto soggetti in...
Bambino

Come preparare la poppata nel biberon al vostro bambino

Arriva il momento in cui bisogna procedere a dare il latte al vostro bambino mediante biberon. Il latte acquistato, sia in polvere che quello liquido, non è perfettamente sterile e necessita quindi di una buona preparazione per eliminare la presenza...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la balbuzie

La balbuzie è un'alterazione del linguaggio. È caratterizzata dall'uso di suoni ripetitivi o prolungati. Sono frequenti delle pause tra una parola e l'altra. A volte ci sono dei veri e propri blocchi nella fonazione. Il balbuziente formula un pensiero,...
Bambino

Come spiegare l'omosessualità ad un bambino

L'essere genitori, comporta insieme a innumerevoli gioie altrettante responsabilità. Significa rappresentare il fulcro affettivo e il riferimento educativo del bambino. Ogni spiegazione, regola o insegnamento avrà future ripercussioni sulla sua vita...