Consigli su come organizzare i tempi dopo la scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tempo libero per i bambini è sempre meno, perché aumentano sempre più le attività extrascolastiche, quindi è necessario organizzare perfettamente tutte le attività in calendario, per massimizzare i profitti dei ragazzi, senza al contempo stressarli troppo. In questa guida andremo quindi a vedere alcuni consigli su come è possibile organizzare i tempi dopo la scuola.

26

Un pranzo leggero

Se il bambino torna a casa da scuola per pranzo è opportuno fargli trovare un pranzo leggero ma nutriente, per predisporre la mente allo studio. Bisogna quindi evitare il più possibile pietanze pesanti o troppo elaborate, le quali possono appesantire il ragazzo, inducendo sonnolenza e togliendogli la voglia di studiare.

36

Prima le materie più pesanti

Appena terminato il pranzo, con una rinnovata carica di energia, il bambino potrà svolgere i compiti più difficili e che richiedono lo sforzo maggiore. A seconda delle sue inclinazioni naturali, potrete quindi scegliere di svolgere le materie per lui più ostiche, aiutandolo laddove ha più difficoltà. Dal momento che è fresco e riposato, troverà maggior giovamento e riuscirà magari a capire anche i concetti più difficili.

Continua la lettura
46

A metà pomeriggio l'attività fisica

Se il bambino pratica uno sport, è la seconda metà del pomeriggio il momento ideale per farglielo praticare. In questo modo l'energia repressa durante lo studio delle materie più complicate potrà liberamente avere il suo sfogo naturale e il ragazzo potrà riprendere poi con più calma lo studio.

56

Poi una merenda fresca e leggera

Appena terminata l'attività fisica è giusto ritemprare il corpo con una buona bevanda dissetante, accompagnata da una merenda leggera e nutriente, che possa però anche appagare il gusto del bambino. In questo lasso di tempo potrete concedere al bambino anche la visione del suo programma televisivo preferito o un attimo di svago con i videogiochi. In questo modo potrà arrivare predisposto in miglior misura alla seconda parte del pomeriggio di studio, che si protrarrà fino all'ora di cena.

66

Prima di dormire un po' di lettura

Il momento ideale per fare leggere il vostro bambino sarà prima di andare a letto. In questo modo potrà continuare la tradizione della favola della buonanotte, cambiando via via i testi e arriverà a percepire la lettura come un momento di relax e di felicità. Inoltre la lettura prima del sonno, concilia il riposo e distende i nervi, allontanando le energie negative e lo stress accumulati durante la giornata. Con questi semplici accorgimenti, riuscirete ad organizzare la giornata del vostro bambino, concedendogli la sicurezza della ripetitività e facendogli svolgere con serenità tutte le attività, senza opprimerlo troppo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come allungare i tempi tra una poppata e l'altra

Sempre più donne stanno diventando consapevoli dei vantaggi dell'allattamento al seno per i loro bambini e per se stesse. L'allattamento al seno sviluppa una speciale vicinanza tra madre e figlio vantaggiosa per entrambi. Le problematiche dell'allattamento...
Bambino

Come facilitare l'ingresso a scuola dei bambini

L'inserimento nella scuola materna o elementare è sempre un momento delicato per la vita di ogni bambino. È un cambiamento importante, un momento in cui anche i più piccoli devono iniziare a fare i conti con la realtà, rapportandosi con altri bambini...
Bambino

5 consigli per organizzare un pigiama party

Quante volte lo avete visto nei film dove un gruppo di ragazzini si raduna, con i propri cuscini sotto al braccio, a casa di un amico per trascorrere la notte all'insegna dell'amicizia e del divertimento? Ebbene, un pigiama party, è sicuramente una fantastica...
Bambino

Come scegliere la scuola giusta per il tuo bambino

Quando arriva il fatidico momento della scelta della scuola per i propri piccoli è normale che, nella mente di ogni genitore, si iniziano a scatenare paure e preoccupazioni. Una volta giunti all'ultimo anno della scuola materna, ogni genitore inizia...
Bambino

Come scegliere una scuola materna

L'ingresso nella scuola materna rappresenta per il bambino un momento fondamentale. Proprio nella scuola materna il piccolo amplia la sua rete di conoscenze e accede al mondo della socialità. Per i genitori dunque, scegliere una buona scuola materna...
Bambino

L'inserimento alla scuola materna

La scuola materna è il momento in cui il nostro bambino inizia ad uscire dalla famiglia per imparare a convivere con i coetanei e gli insegnanti: si tratta di un evento importante e fondamentale per la sua crescita, in quanto è da qui che comincerà...
Bambino

5 modi per incoraggiare tuo figlio il primo giorno di scuola

Da che mondo è mondo, i bambini, soprattutto in tenera età, trovano tutte le scuse possibili per non andare a scuola. Ecco che quindi spuntano i classici mal di pancia, mal di testa, mal di denti, sensi di vomito, spesso e volentieri immaginari, ma...
Bambino

Come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola

Educare un bambino non è mai semplice, soprattutto per un novello genitore. Per questo alle volte dei buoni consigli potrebbe aiutare a fare le scelte giuste che vi permetteranno di compiere delle scelte ponderate. Solo così potrete riuscire a crescere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.