Consigli per i neopapà in età più avanzata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia sono aumentati i padri che concepiscono un figlio in tarda età. Secondo studi recenti, il periodo giusto per diventare genitori sarebbe tra i 35 e i 49 anni. Riguardo al comportamento del genitore col figlio, si riscontrano sensibili differenze legate all'età del primo. Un genitore in età avanzata non ha più ossessioni di tipo carrieristico, non sente più così forte la spinta dell'affermazione sociale, avendo presumibilmente già raggiunto una posizione stabile. Ciò lo renderà meno esigente col figlio e più disposto a scusarlo, insistendo di meno sulla prestazione per privilegiare invece, oltre al gioco, gli aspetti affettivi e relazionali. Se appartieni a questo gruppo di neopapà, qui troverai alcuni consigli per te.

26

Cogli la bellezza

C'è qualcosa di bello anche delle cose più disgustose. Mi rendo conto che non si potrai più dormire per più di cinque ore per notte, sconvolgendo i tuoi ritmi e le tue abitudini. Conservare il proprio abito pulito fin dopo cena diventerà una vera impresa, sotto il fuoco incrociato di rigurgiti e pappe varie. Però goditi ogni istante, perché prima che te ne accorga il tuo piccolo sarà già grande. Gli anni passano in fretta! Pensa che questo piccino dipende interamente da te. L'amore e le attenzioni che gli dedichi quotidianamente avranno la meglio su tutti i problemi che si presenteranno strada facendo.

36

Rassegnati al fatto che le donne siano più portate

Accetta serenamente che tua moglie sia più brava di te. Le donne infatti ci nascono così, sono portate per natura ed educate per fare questo. E poi, giocare per tutta l'infanzia col Cicciobello, già, è quello che fa la differenza! Detto questo, pare che i papà dai capelli grigi siano bravissimi con i pannolini. Inoltre si confrontano nei forum, scambiandosi consigli su coliche e bagnetti. Così, preparare i bagagli per il bimbo senza dimenticare nulla sarà compito della madre. Però, se il piccolo dovesse incominciare a strillare non appena metterete piede sull'aereo, potrai benissimo pensarci tu a calmarlo, prendendolo in braccio e camminando su e giù, in modo da guadagnarti la riconoscenza della tua compagna e di tutti gli altri passeggeri.

Continua la lettura
46

Domina l'ansia da prestazione

Questo è un consiglio che di solito va bene per tutti i papà, poiché la responsabilità di un'altra giovane vita ti costringe a fronteggiare i tuoi limiti e le tue paure. Tante domande ti frullano in testa: sono pronto? Mi vorrà bene? Litigheremo? Riuscirò a trovare del tempo per tutto il resto? Ti chiedi anche se avrai abbastanza energie per tener testa ad un bimbetto curioso e pieno di vita. Non ti preoccupare: diventare genitore è qualcosa di illuminante. Cambia anche il modo di rapportarsi ai problemi: più si va avanti negli anni e più si coglie ciò che è essenziale. E poi, un padre più maturo potrà affrontare con più serenità le burrasche adolescenziali del figlio, l'impulsività della gioventù infatti di solito cede il passo alla riflessione.

56

Vinci il timore verso il futuro

Riuscire a star dietro ai figli, ecco il vero problema! Temi che quando sarai un po' più in là con gli anni non riuscirai ad avere abbastanza polso con quel ragazzone che ha preso il posto del tuo dolce cucciolo? Intanto devo rassicurarti: per gli uomini e le donne di oggi i sessant'anni corrispondono agli anta di 20 anni fa. A ciò hanno contribuito la qualità del cibo e della vita. A 60 anni si è ancora in grado di rimettere in riga il proprio figlio. Non mi sembra poi che la mentalità sia legata solo all'età. Un bravo genitore, di qualunque età, cresce con i propri figli e si mantiene aggiornato sulle usanze e sulle abitudini delle nuove leve.

66

Supera la paura di perdere la libertà

Come superare questo timore non del tutto infondato? Anche in questo caso, goditi il presente. Certo, è vero che inizialmente il il bambino prenderà il sopravvento su tutto e sarà difficile ritagliarsi i propri spazi. Quando però avrà compiuto un anno, passato il periodo di fuoco, le cose si calmeranno e la vita tornerà ad essere più tranquilla. L'equilibrio si ricostituirà. Potrai così ritornare con una tranquillità maggiore ai tuoi hobby troppo trascurati.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 consigli per i neopapà

Che meraviglia la nascita di un bambino! È un'avventura rivoluzionaria che, spesso, coinvolge tutta quanta la famiglia: nonni, zii ed amici si precipitano in soccorso della nuova mamma, investendola di consigli e supporto. Rimane dietro le quinte, sopraffatto...
Bambino

Papà e neonato: 5 dritte per i primi giorni

La nascita di un neonato è sicuramente uno dei momenti più belli nella vita di un papà ma anche uno dei più impegnativi e difficili. Se infatti la futura mamma incomincia a familiarizzare già con l'idea di un figlio durante la gestazione, per il...
Bambino

Come capire i bisogni di un neonato

I primi mesi del neonato sono i più difficili da affrontare. Ovviamente non occorre allettarsi ma cercare di capire i suoi bisogni. Ma non è il caso di cedere all'ansia pensando che il piccolo non stia bene. Infatti, a volte questo è causa di altre...
Famiglia

Consigli per le neomamme in età avanzata

Al giorno d'oggi sono tantissime le donne che scelgono di avere il primo figlio in età avanzata. Spesso a causa del lavoro e dei numerosi impegni quotidiani tante donne scelgono di dedicarsi alla propria carriera e rimandare questo splendido momento...
Famiglia

Come coinvolgere il papà nella cura del neonato

Tantissimi auguri Mamma e Papà da oggi avrete una bocca in più da sfamare, no non si tratta certamente della mia, ma quella di vostro figlio. Non preoccupatevi perché grazie a questa semplicissima guida riuscirete a diventare dei super genitori e riuscirete...
Bambino

Fratellino in arrivo: 10 modi per dirlo al piccolo

Quando un figlio viene al mondo ci viene affidato un inestimabile tesoro! Le famiglie con un figlio uniscono di più il matrimonio rendendolo bello e caloroso. Tuttavia, cosa accade quando c'è l'arrivo di un secondo figlio? In questo caso la nostra preoccupazione...
Bambino

Motivi per cui mandare i bimbi al nido

Per un genitore ma soprattutto per le mamma molte volte mandare i bimbi all'asilo nido è più una necessità che una decisione volontaria. Tale necessità nasce dal fatto che di questi tempi, ci si gode giusto i mesi della maternità e dell'allattamento...
Bambino

Come insegnare le parole al bambino

Genitore si diventa piano piano crescendo col proprio bambino. Per questo non bisogna accanirsi sul piccolo pretendendo a tutti i costi che lui/lei ripeta le parole che noi vogliamo sentirci dire solo perché magari non vediamo l'ora che dica le due parole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.