Come trasmettere sicurezza al proprio figlio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Essere genitori è una delle esperienze più importanti e gratificanti nella vita di un adulto. Tuttavia crescere un figlio non è un compito semplice. Talvolta, in quanto nostro ruolo "naturale", sottovalutiamo le difficoltà che potrebbero presentarsi. Relazionarsi  con i figli, però, richiede molta attenzione, impegno ed empatia. I nostri ragazzi sono infatti individui con una propria indole e sentimenti. Hanno i loro sogni, delle ambizioni e dei desideri a cui non sempre diamo il giusto peso. Questi errori potrebbero incidere sulla loro autostima e sul loro sereno sviluppo. Pertanto vediamo come trasmettere sicurezza al proprio figlio in modo spontaneo e semplice.

25

Occorrente

  • Pazienza e sensibilità per le esigenze dei figli
35

Reagire alle delusioni

I piccoli fallimenti e le delusioni fanno parte della vita di tutti noi, anche di quella dei figli. Sin dalla più tenera età ci scontriamo con aspettative disattese. Questo può di certo scoraggiare un figlio, anche durante i primi passi nel percorso della vita. Un buon genitore sa però supportare il proprio figlio, mostrandosi al suo fianco in ogni circostanza. Fargli capire che le delusioni sono normali è il primo passo verso lo sviluppo della sua sicurezza. Oltre a ciò, trasmettiamogli la consapevolezza che con tenacia e impegno si possono superare tanti ostacoli. Accompagniamo nostro figlio attraverso questo percorso evolutivo.

45

Coltivare i suoi interessi

Molti genitori tendono a proiettare sé stessi sui propri figli. Di conseguenza, si aspettano da loro un percorso che soddisfi mamma e papà. Questo può nuocere alla sua autostima e fargli sentire una pressione eccessiva. Osserviamo e ascoltiamo nostro figlio. Teniamo conto delle sue inclinazioni naturali e dei suoi talenti. Incoraggiamolo a coltivarli e a scoprirne di nuovi, dandogli i migliori strumenti possibili. Questo atteggiamento di supporto aiuta a sviluppare la sua sicurezza. Inoltre favorisce un'ottima comunicazione e comprensione tra genitore e figlio.

Continua la lettura
55

Criticare costruttivamente

Ma anche i figli possono sbagliare. E quando succede è bene che ne prendano atto. Possiamo muovere delle critiche costruttive ad un figlio, senza aggredirlo. È possibile farlo senza minare la sua sicurezza, stimolando invece il senso critico. Possiamo inserire la nostra critica tra due complimenti. Questa è nota come "regola del sandwich". Se il nostro ragazzo ha un butto voto, non concentriamoci unicamente su questo. Possiamo dirgli qualcosa come "sei stato molto bravo durante la partita, ma quel 5 in italiano non mi piace. Puoi fare di più. Sono contento che hai riordinato la tua camera, ben fatto". Incoraggiamolo a migliorarsi a piccoli passi, senza pretendere risultati enormi di punto in bianco. Dimostriamogli comunque fiducia nelle sue capacità.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come invogliare il figlio a studiare

Quando si diventa genitori, si vorrebbe trasmettere ai propri figli, la voglia di studiare che forse, da ragazzi, è mancata anche a noi, molto dipenderà dall'approccio che abbiamo avuto con questa attività. Imparando dai nostri errori, o dagli errori...
Famiglia

Come educare alla genitorialità

Per tutte quante le persone, essere un genitore non rappresenta per niente un compito semplicissimo da eseguire. Diventare genitore, infatti, è una funzione molto complessa che comprende sia degli aspetti individuali che quelli relativi alla coppia,...
Bambino

Come aiutare i figli ad accettare le sconfitte

È capitato a tutti di ricevere delle sconfitte e di prenderla male. Tuttavia, quando gli insuccessi riguardano i figli, in definitiva vengono colpiti anche i loro genitori. Non è semplice vedere il proprio bambino stare male, soprattutto se si tratta...
Bambino

Come insegnare ai bambini a rispettare i diritti degli altri

Se pensiamo al termine rispetto cosa ci viene in mente? Sappiamo che è una parola molto importante e che ha un significato profondo. Solo a menzionarla siamo indotti a fermarci e a fare qualche meritata riflessione a tal riguardo. Quindi abbiamo ben...
Bambino

Come inserire il bambino al nido

Il mese di settembre è per molte mamme il mese nel quale il proprio bambino/a dovranno iniziare una nuova "avventura", una nuova esperienza. Quando il genitore decide di portare il bimbo al nido, iniziano una serie di preoccupazioni. La maggior parte...
Famiglia

Come coinvolgere il papà nella cura del neonato

Tantissimi auguri Mamma e Papà da oggi avrete una bocca in più da sfamare, no non si tratta certamente della mia, ma quella di vostro figlio. Non preoccupatevi perché grazie a questa semplicissima guida riuscirete a diventare dei super genitori e riuscirete...
Famiglia

5 consigli per figli di genitori separati

Quando un amore finisce e si arriva alla decisione che la convivenza non è più sostenibile, l'unica strada percorribile sembra essere quella della separazione. Purtroppo in molti casi, la separazione provoca una serie di ripercussioni negative non solo...
Famiglia

Come convincere il proprio figlio a leggere

Molti bambini risultano poco motivati e coinvolti nella lettura. Sia che si tratti dei compiti o semplicemente di leggere un libro, non riescono a portare attenzione nella lettura. Questo può dipendere dal fatto che magari la materia non risulta tra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.