Come superare il complesso di Edipo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il complesso di Edipo è un insieme di vicende conflittuali che coinvolge il bambino e i genitori durante la fase fallica. Tale complesso prende il nome da una celebre tragedia di Sofocle, nella quale Edipo riesce a uccidere il padre e a sposare la madre. Freud ipotizzava che bambini e bambine durante la fase fallica (compresa tra i tre e i sei anni di età) scoprissero la differenza tra i sessi, intesi però in modo assai primitivo come "possesso del pene" e "mancanza del pene". Nei prossimi passi, dopo aver analizzato le cause e lo status emotivo del bambino in questa fase, vi suggeriremo il percorso educativo per aiutare i vostri bambini a superare correttamente il complesso di Edipo.

25

Nel maschio l'avvento della fase fallica fa si che l'affetto verso la madre si trasformi in un autentico desiderio di possesso sessuale, accompagnato da sentimenti di ambivalenza verso il padre. Da un lato il bambino vuole essere come lui per piacere alla madre. Dall'altro, spinto da un'intensa rivalità vorrebbe eliminarlo. I pensieri prodotti dal bambino durante il complesso di Edipo suscitano la paura di una punizione. Questa paura deriva dall'idea che le donne vengano private del pene per punizione (in risposta alla loro ostilità verso il padre). Per dominare questo suo timore, il bambino, converte la sua ostilità in un sentimento diverso: egli accetta i divieti del padre e li fa propri. Ammirazione e paura concorrono dunque all'identificazione verso il padre.

35

Il superamento del complesso di Edipo secondo Freud, avviene con l'identificazione, la quale consente ai bambini di acquisire un ruolo sessuale adeguato e una nuova istanza psichica: il Super Io. La formazione di questa coscienza morale permette di controllare e dirigere in modo socialmente accettabile gli impulsi del bambino. In pratica si tratta della figura censoria del genitore introiettata attraverso l'identificazione. Tale identificazione non comporta solo l'imitazione di atti specifici dei genitori ma un sentimento di somiglianza verso il genitore.

Continua la lettura
45

Nella bambina il complesso di Edipo (o complesso di Elettra) segue un percorso alquanto diverso e tortuoso. Ella si allontana dal suo primo oggetto d'amore, la madre, perché le rimprovera di averla messa al mondo sprovvista del pene. La bambina rivolge il suo desiderio verso il padre, in quanto possessore di ciò che a lei manca. L'identificazione con la madre è meno intensa di quella del bambino con il padre, perché la bambina non può temere la castrazione.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Siate coerenti e d'accordo nelle scelte educative per il bambino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

come proteggere un figlio dal complesso del figlio unico

Nel panorama sociale ed economico odierno si assiste ad un notevole calo delle nascite. Il sostentamento di un figlio richiede molte risorse che non sempre sono a disposizione delle giovani coppie, inoltre il modo di vivere la maternità è decisamente...
Bambino

Come aiutare il bambino a superare un lutto

Perdere una persona cara succede prima o poi a tutti. Se la persona è un familiare molto stretto, come un genitore, un fratello o un nonno, la vita non sarà mai più come prima. Quando la perdita accade ad un bambino, gli adulti non sanno proprio come...
Bambino

Come superare i risvegli notturni

Nei primi tre anni di vita, il bambino attraversa una fase comune a tutti gli infanti: i risvegli notturni. In genere, i piccoli si svegliano notte dopo notte con un pianto inconsolabile. Si tratta di una situazione passeggera, non allarmante. Tuttavia,...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la paura dei cani

Chiunque può avere paura dei cani ma capita più frequentemente nei bambini che, pur non essendo mai stati morsi dall'animale, ne hanno timore. Questo succede perché il loro comportamento vivace mette i cani in condizione di euforia o rabbia, che li...
Bambino

Come far superare le paure ai bambini

Nei bambini le paure potranno condizionarli spesso in ogni comportamento. La paura è un fenomeno naturale che è parte della persona umana. Effettivamente, la paura aiuta a tenere lontano dai guai della vita ed anche dai pericoli. La vita dei bambini...
Bambino

Come far superare ai bambini la paura del dottore

Molto spesso i bambini presentano una paura che si definirebbe quasi innata verso il pediatra: talvolta è solo un po' di timore, ma in alcuni casi può diventare un problema vera, emte serio per le madri. Vediamo quindi insieme, attraverso questa semplicissima...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la balbuzie

La balbuzie è un'alterazione del linguaggio. È caratterizzata dall'uso di suoni ripetitivi o prolungati. Sono frequenti delle pause tra una parola e l'altra. A volte ci sono dei veri e propri blocchi nella fonazione. Il balbuziente formula un pensiero,...
Bambino

Come superare le paure infantili attraverso il gioco collettivo

La paura, emozione di gran lunga diversa dal panico, è una sensazione che nei bambini nasce intorno all'età dei due anni. Nell'istante in cui il bimbo prende atto di quali cose possano rappresentare una possibile minaccia, la paura lo frena sollecitandolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.