Come superare i risvegli notturni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
110

Introduzione

Nei primi tre anni di vita, il bambino attraversa una fase comune a tutti gli infanti: i risvegli notturni. In genere, i piccoli si svegliano notte dopo notte con un pianto inconsolabile. Si tratta di una situazione passeggera, non allarmante. Tuttavia, per qualsiasi genitore le lacrime copiose del proprio figlio, sono strazianti. Pertanto, puoi aiutarlo a superare questi momenti ed ecco come.

210

Occorrente

  • Tanta pazienza
  • Rituali quotidiani
310

La verifica

Per superare adeguatamente i bruschi risvegli notturni, escludi ogni possibile fastidio. Pertanto, verifica che tuo figlio non abbia troppo caldo o troppo freddo. Controlla eventuali fuoriuscite di pipì dal pannolino o la perdita del cuccio durante la notte. Questo potrebbe indurre il bimbo a dei bruschi risvegli. Una volta escluse queste possibilità, segui alcune indicazioni.

410

La sequenza

Per superare i risvegli notturni, garantisci a tuo figlio un riposo tranquillo. Pertanto, stabilisci un rituale del sonno che lo accompagni gradualmente alla nanna. Ad esempio, ogni sera dedicati alla sequenza bagnetto, pappa e nanna. Sarà un momento tutto vostro ed in più il bimbo adorerà queste abitudini. Scandire questi ritmi con una certa regolarità escluderà i risvegli notturni.

Continua la lettura
510

La stanza

Per superare i risvegli notturni, stimola il riposo del bambino. Fallo addormentare tranquillo e soprattutto nella sua stanza. Pertanto, cantagli una ninna nanna o raccontagli una fiaba. Se dovesse svegliarsi in una camera diversa, sentirà un profondo disagio. Ciò si manifesterà in un pianto inconsolabile ed in tanta confusione.

610

La calma

Quando si sveglia piangendo, nel cuore della notte, vai da lui senza indugio. Non si tratta di un capriccio. Probabilmente ha paura di qualcosa. Per superare i risvegli notturni, coccolalo e prendilo in braccio. La tua presenza lo tranquillizzerà. Calmalo e poi rimettilo nel lettino. Prendendolo tra le braccia sarà più semplice controllare la sua temperatura ed il pannolino.

710

La voce

Parlagli sempre con un tono di voce estremamente sommesso, come una ninna nanna. Se necessario, cambiagli il pannolino direttamente nel lettino. Non strapazzarlo eccessivamente e non accendere le luci. Se non puoi farne a meno, tienile soffuse. Quando si calmerà, esci dalla stanza.

810

L'attenzione

Potrebbero volerci diversi tentativi per riaddormentare tuo figlio. Col tempo e la ripetizione capirà però di non temere nulla. Sa di poter fare affidamento sull'amore e le premure dei suoi genitori. Tra voi si creerà una certa complicità, utile in futuro. Con l'abitudine supererà tranquillamente i risvegli notturni.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se i risvegli notturni perdurano metti nella sua cameretta una lucina da notte
  • Non dargli subito qualcosa da mangiare o da bere
  • Non dargli un succhietto imbevuto nel miele o in alimenti dolci
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come far dormire il bambino nella culla

Quando nasce un figlio, la prima cosa che si prova è un immensa felicità. Felicità che però potrebbe essere ostacolata dalle mille difficoltà che ha ogni genitore, a cominciare dalle notti insonni causate dai pianti del bambino. Per preservare la...
Bambino

Dormire: il metodo Ferber

La fase dei risvegli notturni, più o meno lunghi, è naturale per i bambini, piuttosto traumatica per i genitori. Dormire e riposare durante la notte è infatti indispensabile per mantenere gli equilibri psico-fisici. Quando questo momento viene interrotto...
Bambino

Nanna: guida al giusto rituale

La nanna dei bambini è uno dei momenti più complicati e stressanti per le neo mamme. Il bambino non si addormenta, piange, si risveglia spesso, e la mamma, già sfinita dalla giornata appena trascorsa, vive questo momento con ansia e preoccupazione....
Bambino

Cosleeping: aspetti positivi e negativi

Il termine cosleeping, letteralmente "dormire insieme", si riferisce alla pratica in cui il bambino dorme abitualmente con uno o entrambi i genitori. È piuttosto controversa, e le opinioni su tale abitudine si dividono radicalmente in due: fa bene perché...
Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
Bambino

Dormire: il metodo Sears

Per molti genitori far dormire il proprio bambino è un'impresa difficilissima, soprattutto se piccolini. È successo lo stesso anche a William Sears, pediatra americano. Trovando difficoltà a far addormentare uno dei suoi otto figli, il medico ha elaborato...
Bambino

Pannolini notturni: quando è momento di eliminarli

Il pannolini notturni sono degli elemento di fondamentale importanza quando si hanno bambini piccoli, in quanto permettono di raccogliere e contenere eventuali fuoriuscite di urine ed evitare che finiscano sulle lenzuola e sul materasso. Tuttavia, però,...
Bambino

Come far dormire il neonato

Il sonno è uno dei problemi più complessi che i genitori devono affrontare quando nasce un bambino. Già da piccolo ogni bambino manifesta un proprio temperamento, sue particolari necessità e quindi le regole circa la durata del sonno non possono essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.