Come stimolare un bambino pigro

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I bambini non sono tutti uguali: ognuno di loro ha una personalità molto differente e sta ai genitori cercare di capire il figlio mettendo in risalto i suoi lati migliori e minimizzando tutte quelle che possono essere le sue debolezze, in modo da accrescere la sua autostima e spronarlo a migliorarsi sempre di più. Quando un bambino è pigro e ve ne accorgete sin dalla tenera età, è necessario stimolarlo nell'immediato, altrimenti si porterà la pigrizia per tutta la fase della sua vita. Un bambino pigro deve rapportarsi con il mondo esterno con più energia e deve capire quali sono i suoi limiti e dove abbandonare la pigrizia. Il troppo poltrire può portare infatti ad una vita sedentaria del piccolo, che sviluppando con l'età potrebbe soffrire di sovrappeso e obesità. Ecco come stimolare un bambino pigro.

24

Timidezza

Per definizione un bambino pigro è quello che appare sempre svogliato e poco interessato al mondo che lo circonda. Prima di parlare di pigrizia però bisogna vedere quanti anni ha il bambino. Un bimbo troppo piccolo non può essere pigro, ma la motivazione della sua passività potrebbe essere semplicemente timidezza o semplice momento di attesa prima di trovare la motivazione giusta per fare le cose. Un bambino può essere stimolato in tanti modi, ma bisogna sapere come farlo nella maniera esatta.

34

Buon esempio

Il bambino non va mai stimolato in maniera troppo brusca; è assolutamente sbagliato cercare di spronarlo spingendolo a fare qualcosa che non gradisce o desidera. Ricordatevi una cosa: il migliore stimolo che può spingere vostro figlio a non essere pigro è il buon esempio. È inutile volerlo stimolare spingendolo sempre a muoversi, ad agire, ad essere attivo se poi voi genitori siete i primi ad essere pigri: un simile atteggiamento non può portare nulla di buono ed in questo caso non potete aspettarvi grandi risultati.

Continua la lettura
44

Dolcezza e comprensione

Se volete stimolare il vostro bambino per fargli passare la pigrizia, dovete cercare di trovare degli stimoli appropriati. Usate sempre la dolcezza e la comprensione e mai le maniere forti. Un atteggiamento troppo severo ed autoritario si rivela sempre deleterio e spinge il bambino nella direzione opposta, facendolo chiudere ed impigrire ancora di più. Cercate di offrirgli molti spunti per incuriosirlo; per esempio, se il vostro bambino tende a stare tutto il giorno seduto davanti alla televisione e non ama molto uscire a giocare all'aperto, provate a proporgli di fare una passeggiata al parco suggerendogli un'attività da fare insieme.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

L'occhio pigro nel bambino

L'occhio pigro nel bambino, propriamente "ambliopia", è una disfunzione che comporta il calo della vista da uno o entrambi gli occhi ed è, spesso, accompagnata da un lieve strabismo. Dal momento che questa patologia colpisce soprattutto soggetti in...
Bambino

Come stimolare la curiosità del bambino

In questo articolo vi spiegherò come stimolare la curiosità del bambino. La curiosità è presente nel bambino già dalla prima infanzia, e la curiosità è il motore che muove tutte le scoperte e le esperienze. Stimolare la curiosità del bambino si...
Bambino

Come stimolare il bambino a gattonare

Gattonare è un passaggio molto importante nella crescita del bambino, soprattutto ne sviluppa l'equilibrio e la stabilità oltre che rinforzarne la struttura fisica in vista del momento in cui comincerà a camminare. Ma sempre più spesso nella società...
Bambino

Come stimolare l'intelligenza del tuo bambino

Nonostante si ritenga che l'intelligenza del bambino sia collegata esclusivamente a fattori di tipo genetico e non agli stimoli forniti giorno dopo giorno dai genitori, uno studio è riuscito a smentire questa ipotesi. Lo studio afferma, infatti, l'importanza...
Bambino

Come stimolare un bambino a parlare

Le mamme sono abituate ad avere tutto sotto controllo, ma se un bambino decide di non voler imparare a parlare è finita: non parlerà. E così le mamme di tutto il mondo si incontrano nei blog o nei forum per discutere di questo problema a prima vista...
Bambino

Come stimolare un bambino a camminare

Quando un bambino inizia a camminare? Senza dubbio quando glielo consentono le strutture ossee e muscolari ma anche quando tutte le funzioni neurologiche che permettono la marcia sono appropriatamente mature. Un altro aiuto fondamentale, quando il bambino...
Bambino

Come stimolare lo sviluppo sociale del bambino

I bambini nascono con un carattere personale e un indole più o meno favorevole alla socializzazione: ad esempio, ci saranno dei piccoli maggiormente estroversi, socievoli e gioiosi.Questo non toglie che, le esperienze maturate durante i primi anni di...
Bambino

Come stimolare a parlare un bambino

Lo sviluppo del proprio bambino rappresenta un processo che consta di diverse fasi. Precisamente, è prevista una fase relazionale, una motoria, una visiva e del linguaggio, che si sviluppato in differenti momenti cronologici. I bambini iniziano ad articolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.