Come stimolare l’appetito dei figli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I bambini, si sa, tendono a essere più restii a mangiare alcuni tipi di cibi, soprattutto le verdure, e la loro scelta alimentare è orientata solo su determinate pietanze. Spesso infatti bisogna insistere molto per fargli anche solo assaggiare un nuovo piatto. Questo comportamento è normale e di solito non deve destare molta preoccupazione. Ma se la perdita di appetito è prolungata o accompagnata a perdita di peso, è consigliata una visita dal medico. Le cause di riduzione dell'appetito possono dipendere da alcuni fattori: assunzione di farmaci, problemi emotivi, malessere fisico o, semplicemente, il più delle volte si tratta del carattere del bambino, che può essere un tipo capriccioso.
Per togliere ogni dubbio, è consigliabile effettuare una visita auxologica, che rileva la crescita fisica del bambino e diagnostica anche eventuali malattie o anomalie nello sviluppo. Nel frattempo, cercate di non preoccuparvi troppo.
In questa guida vi fornirò allora alcuni consigli utili su come stimolare l'appetito dei propri figli.

26

Usare la fantasia

Vi è spesso una forte componente emozionale legata al cibo, che può essere correlata al livello di ansia provata dal bambino. I bambini con scarso appetito, nella maggior parte dei casi, tendono ad avere costituzioni deboli e ad ammalarsi più spesso degli altri. Iniziate a offrire a vostro figlio i suoi cibi preferiti per invogliarlo a mangiare. Probabilmente all'inizio il bambino tenderà a scegliere sempre gli stessi alimenti, ma cercate gradualmente di introdurne altri, per soddisfare il suo fabbisogno nutrizionale quotidiano di fibre, proteine e liquidi.
Anche le verdure allora, se cucinate e presentate in una certa maniera, possono essere gradite dai bambini. Ad esempio, potete comporre un disegno sul piatto usando proprio la verdura, di modo che stimolando la vista il bambino sarà anche tentato ad assaggiarla.
Potete allora ricreare dei fiori con le carote e con i pomodorini, un campo di erba con le verdure e con il mais e i finocchi creare tanti piccoli girasoli.

36

Coinvolgere nella preparazione

Un altro consiglio è quello di coinvolgere vostro figlio nella preparazione dei piatti. In questo modo, potrà divertirsi con voi preparando, ad esempio, un soffice dolce e assaggiare il risultato del suo impegno. Inoltre, potrà così prendere conoscenza dei vari alimenti e di come manipolarli per creare dei piatti per lui gustosi.

Continua la lettura
46

Stabilire degli orari regolari

Impostate orari regolari per i pasti, in modo tale da abituare il corpo del bambino a desiderare cibo durante quegli orari. È importante che la famiglia condivida insieme i pasti, che si segga a tavola, creando un ambiente informale e conversando allegramente. Evitate conversazioni pesanti e soprattutto non guardate la televisione fonte di stress e di litigi.

56

Far praticare sport

Incoraggiate il bambino a praticare sport. Un regolare esercizio fisico moderato può contribuire a stimolare la fame: nuoto, pallavolo, giocare a basket, andare in bicicletta o qualsiasi altra attività sportiva va bene, purché lo pratichi con piacere.

66

Usare gli integratori

Per aumentare l'appetito dei bambini esistono in commercio degli integratori, che devono però essere prescritti dal pediatra. In natura esistono anche degli stimolatori di appetito, come l'estratto di tarassaco e il dente di leone, ma è sempre consigliata l'assunzione di questi prodotti dopo aver consultato il proprio medico, in quanto potrebbero insorgere allergie o non essere adatti al vostro bambino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 consigli per stimolare il linguaggio dei bambini

All'interno della presente guida andremo a dedicarci ai bambini. Lo faremo, nello specifico, occupandoci del linguaggio dei bambini. Come avrete già letto nel titolo della guida, andremo a dispensare 5 diversi consiglio per riuscire ad andare a stimolare...
Bambino

Come stimolare la curiosità del bambino

In questo articolo vi spiegherò come stimolare la curiosità del bambino. La curiosità è presente nel bambino già dalla prima infanzia, e la curiosità è il motore che muove tutte le scoperte e le esperienze. Stimolare la curiosità del bambino si...
Bambino

5 consigli per stimolare olfatto e gusto nei bambini

L'olfatto e il gusto sono due dei cinque sensi che camminano in coppia. Non è facile separarli specialmente quando si è di fronte ad una bella torta profumata. In questo caso infatti si mette in moto prima l'olfatto, che acquisendo l'odore della torta...
Bambino

Come stimolare lo sviluppo sociale del bambino

I bambini nascono con un carattere personale e un indole più o meno favorevole alla socializzazione: ad esempio, ci saranno dei piccoli maggiormente estroversi, socievoli e gioiosi.Questo non toglie che, le esperienze maturate durante i primi anni di...
Bambino

Come stimolare l'autonomia dei bambini

Un adulto che da bambino ha ricevuto la giusta considerazione, da grande si adatta meglio ai cambiamenti della vita. È in grado di fare le sue scelte. Se gli altri non lo approvano non si sente in colpa. È un meccanismo del tutto naturale. L'affetto...
Bambino

Come stimolare un neonato pigro

L'allattamento al seno di un piccolo neonato è, di certo, una bellissima esperienza per una giovane mamma. Allattare un bambino è una perfetta occasione di intesa, magica ed irripetibile, tra il neonato e la sua preziosa mamma. Alcuni neonati, però,...
Bambino

Come educare i figli senza urlare

In questo articolo vi spiegherò come educare i figli senza urlare. Nel passato si usavano le maniere forti per impartire l'educazione ai propri figli. Si è invece confermato che questo non è di certo il metodo migliore per l'educazione dei figli. Per...
Bambino

Come avvicinare i propri figli alla lettura

La lettura è una passione che dovrebbe essere tramandata di genitore in figlio. A volte però ci sono genitori che vorrebbero che i loro figli, da soli, si appassionassero alla lettura, senza dare il "buon esempio". O a volte lo fanno tanto controvoglia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.