Come spiegare l'omosessualità ad un bambino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'essere genitori, comporta insieme a innumerevoli gioie altrettante responsabilità. Significa rappresentare il fulcro affettivo e il riferimento educativo del bambino. Ogni spiegazione, regola o insegnamento avrà future ripercussioni sulla sua vita sociale. Per questo dovremmo essere cauti e accertarci in prima persona dell'educazione dei figli. È sbagliato cercare di non toccare argomenti che ci appaiono imbarazzanti o difficili, rischiamo di perdere l'occasione di dare ai nostri figli una corretta lettura. Con la diffusione delle tecnologie, moltissime informazioni sono ormai alla portata di tutti, anche se spesso queste si muovono su un mercato libero, privo di controlli, e dove l'attendibilità delle stesse risulta compromessa dalla mancanza di riscontri tangibili e ufficiali. Come spiegare il fenomeno dell'omosessualità ai bambini, senza creare pensieri pregiudizievoli? Leggendo i prossimi passi lo scoprirete.

25

La prima cosa da fare è quella di documentarsi efficacemente, sia per rinnovare le informazioni possedute, sia per cercare di far fronte alle possibili domande che il bambino porrà conseguentemente alle vostre spiegazioni. In secondo luogo cercate di essere autocritici e cogliete se nei vostri insegnamenti esiste una forma pregiudizievole, che potrebbe influenzare negativamente vostro figlio. Quando un bambino vi chiede il significato della parola "omosessuale", restate sereni e spiegategli che è una questione di gusti, come può esserlo portare i capelli neri o rossi, mangiare la cioccolata o un frutto. Dovete elencare i rapporti sessuali insieme alle altre relazioni, cioè: uomo-donna, uomo-uomo, donna- donna, evidenziando che la scelta di ogni rapporto dipende da una preferenza naturale, e che non ce n'è una giusta o sbagliata. Più degli insegnamenti diretti finalizzati alla spiegazione dell'omosessualità dovremmo concentrarci sull'educazione subliminale corretta, che li tutela da convinzioni erronee, per la costituzione di una personalità critica e priva di tabù. Bisogna essere preparati a ricevere una determinata risposta, per far sentire il bambino libero nella sua espressione sessuale.

35

Introduciamo l'argomento tentando di di capire quello che lui già sa, o le nozioni che ha appreso, in modo da rettificarle se necessario. Chiariamo gli eventuali fraintendimenti riguardo a congetture come l'avere atteggiamenti maschili o femminili, che nulla centrano con la sessualità. L'equivoco del pregiudizio nasce nell'assimilare come sbagliati, dei comportamenti che appartengono all'altro sesso. Come ad esempio un maschietto che gioca con le bambole o una femminuccia che preferisce le macchinine. Lasciate liberamente giocare i piccoli con quello che vogliono, senza censurare il loro istinto, altrimenti registreranno in quest'azione un comportamento discriminatorio che applicheranno al loro vissuto. E se gli altri bambini li scherniscono, spiegate chiaramente, che chi li schernisce ha solo un concetto sbagliato.

Continua la lettura
45

Bisogna far comprendere ai bambini, che i più piccoli possono avere degli atteggiamenti spontanei verso i compagnetti, e che abbracciarsi tra individui dello stesso sesso non significa essere omosessuali. Spiegategli che la diversità non è qualcosa di cui aver paura o da evitare, ma che al contrario può arricchirci a suo modo. Prendete spunto da personaggi noti omosessuali di cui magari non sospettano per fargli intendere che i gusti sessuali, non intaccano le doti personali, la capacità di intrattenere, o di esprimersi. Il segreto sta nel restare neutri anche nella formulazione delle domande riguardo alle loro relazioni emotive, come per esempio "chi è la bambina che ti piace di più?", sostituendo con "con chi ti piace stare di più?". In tal modo la domanda non conterrà un aspettativa in merito alla risposta. E insegnategli a non saltare subito a conclusioni, né ad usare aggettivi di schernimento o discriminazione verso altri bambini, specie quelli che danno indicazioni sulle eventuali preferenze sessuali.

55

Il concetto di omosessualità, in realtà, può anche non essere per forza illustrato in quanto è semplice e chiaro a tutti, ma che va ricercato molto più nel profondo, forse nei sentimenti stessi. Ad esempio, la spiegazione è celata perfino nella definizione del re dei sentimenti, nella parola "amore", ovvero una "dedizione appassionata ed esclusiva tra persone, volta ad assicurare reciproca felicità". Infatti, cercando il lemma "amore" nel dizionario, istintivamente quasi come se fosse animato, questo, parla di persone, indipendentemente dalla loro sessualità. Spiegare l'omosessualità ad un bambino senza alcun preconcetto sarebbe inutile come spiegargli perché ad alcune persone non piaccia la minestra o i broccoli, o entrambi, magari. I bambini, sanno già tutto, infatti, solo nell'immaginario degli adulti la scoperta della sessualità e l'infanzia sono fasi troppo distanti l'una dall'altra per potersi determinare a vicenda. In realtà, è il bambino stesso che, durante i suoi primi anni di vita, scopre il suo sesso e dello stesso inizia ad averne la consapevolezza. Quindi, coloro i quali indossano le scomode vesti di genitori, debbono in primis assecondare la natura della propria prole e poi, successivamente preoccuparsi di dare una spiegazione a tutto questo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come spiegare il concetto del tempo ad un bambino

I bambini piccoli, fino ai tre o quattro anni di età, difficilmente riescono ad avere un'esatta concezione del tempo. Indicare loro i giorni della settimana, o dei mesi futuri, anche associandoli ad avvenimenti che si verificheranno (per esempio il loro...
Bambino

Come spiegare al proprio bambino la disabilità di una persona

Molto spesso si sente affermare che fare il genitore rappresenta il mestiere più difficile del mondo. Naturalmente chi è genitore può tranquillamente avere la propria idea, ed essere d'accordo con questo tipo di affermazione. Un bambino che cresce,...
Bambino

Come spiegare le quattro stagioni ai bambini

Il senso temporale per i bambini è difficile da comprendere, per questo spiegare ad un bambino le varie fasi temporali è qualcosa di davvero molto complicato. Per farlo al meglio occorre fare riferimento ad azioni che loro sono in grado di capire perfettamente,...
Bambino

Come spiegare i 5 sensi ai bambini

Man mano che i bambini crescono, hanno la necessità di imparare cose nuove. I genitori devono affrontare l'arduo compito di insegnare ai loro figli tutti e 5 i sensi. Molte volte questo si può fare entrando in contatto con il bambino mettendosi dalla...
Bambino

Come spiegare l'universo ai bambini

Più diventano grandi e più i bambini cominciano a farsi domande, a scoprire il mondo, ad essere curiosi di ciò che gli capita intorno. Cominciano a chiedere agli adulti cose di ogni genere, ma ciò da cui sono maggiormente affascinati è il magico...
Bambino

Come spiegare l'eclissi di sole ai bambini

Lo sapevate che è possibile vedere la luna grazie al sole? Infatti, questo, la illumina anche quando è notte. Certe volte può capitare che la luna stessa si frapponga tra il sole (che è una stella) e la terra: questo fenomeno viene chiamato "eclissi...
Bambino

Come spiegare ai figli come nascono i bambini

Tutti i bambini sono curiosi di sapere come sono nati e prima o poi chiederanno spiegazioni ai propri genitori. Meglio mostrarvi sicuri e preparati, privi di imbarazzo. Le parole spesso arrivano da sole quindi non serve pensarci troppo, o dilungarsi...
Bambino

Come spiegare il concepimento ai bambini

Quando i bambini arrivano ad una certa età, le domande e le curiosità su ogni cosa diventano sempre più frequenti. I bambini, cominceranno già in tenera età a porvi delle domande, spesso anche molto imbarazzanti a cui avrete magari difficoltà a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.