Come spiegare ai figli come nascono i bambini

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tutti i bambini sono curiosi di sapere come sono nati e prima o poi chiederanno spiegazioni ai propri genitori. Meglio mostrarvi sicuri e preparati, privi di imbarazzo. Le parole spesso arrivano da sole quindi non serve pensarci troppo, o dilungarsi in tecnicismi e complicazioni. Il discorso potrebbe risultare difficile da seguire per dei bambini ma è anche un argomento che affonda le radici nei momenti della vita di tutti i giorni, quindi numerosi possono essere gli spunti per affrontare l'argomento. L'importante è quindi trovare il modo e il momento giusto per dirlo ai bambini e nei prossimi paragrafi vedremo quali sono i migliori passi da fare. Vediamo dunque come esaudire questa curiosità e spiegare ai propri figli in modo molto semplice l'argomento.

26

Trovate le parole giuste

Innanzitutto trovate le parole per spiegarvi al meglio con dei bambini. Non deviate il discorso, non utilizzate terminologia tecnica e non girateci intorno con metafore vaghe o stereotipi. Rischiereste di indurre i vostri figli a fare un giro di domande complesso da risolvere. Meglio invece utilizzare parole di tutti i giorni, esempi concreti e di immediata comprensione e andare diritti al punto, consapevoli del fatto che spesso i bambini sono più svegli di quel che pensiamo. Inutile anche prepararvi discorsi infiniti, i bimbi han bisogno di semplicità ed immediatezza, quindi spiegatelo con esempi veritieri, vicini alla loro vita quotidiana. Ad esempio, per un bambino che vive in campagna, sarà sicuramente più facile capire l'argomento, osservando il comportamento degli animali.

36

Utilizzate degli esempi

Per partire con il piede giusto e affrontare correttamente l'argomento, iniziate col spiegare ai vostri figli che per far nascere un bambino ci vogliono un uomo e una donna. La natura in questo caso vi viene incontro per ammorbidire l'introduzione al tema. Raccontate l'esempio delle piante, occorrerà spiegare che bisogna avere dei semini (il maschio) e della terra (la femmina). Lei li custodirà dentro di sé per poi farli nascere e crescere. Da qui in poi tornate al discorso originario. Spiegate che i semini li ha il papà e li metterà dentro la pancia della mamma. Ci vorranno nove mesi per far crescere il bambino e poi i dottori aiuteranno la mamma a farlo nascere.

Continua la lettura
46

Evitate discorsi tecnici

Evitate dettagli tecnici di difficile comprensione, eliminando nomi anatomici dettagliati e se preferite colorare la questione con discorsi affettivi, non esagerate: i vostri figli potrebbero crearsi aspettative fasulle o esagerate. A seconda dell'età del bambino e del tipo di domande o di conoscenze che egli stesso può aver acquisito, spiegategli che il sesso non è niente di sporco. Spiegate che una volta adulti, è naturale sentire il desiderio di fare l'amore.

56

Insegnate la responsabilità

Spiegate dunque che per arrivare a fare un bambino si deve avere l'età matura. Nel caso di adolescenti inserite una doverosa spiegazione sui rapporti protetti, e sulla responsabilità che questo evento comporta. I bambini moderni sono più esposti rispetto al passato a discorsi e tematiche riguardanti il sesso. Basti pensare alla televisione, ad internet e tanti altri mezzi che li espongono spesso precocemente rispetto al passato a tali questioni. Presentare ai propri figli l'argomento in maniera chiara e responsabile è il miglior aiuto che si possa offrire loro. Evitate quindi di cadere in bugie poco plausibili e storielle insensate, che potrebbero creare imbarazzo ai vostri figli nel momento in cui si troveranno ad affrontare l'argomento con gli amici o con gli insegnanti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Parlate senza imbarazzo, è una cosa naturale
  • Parlate delle emozioni, dell'aspetto sentimentale, senza esagerazioni idilliache
  • Assicuratevi di informare gli adolescenti dei rischi di rapporti non protetti, sia per gravidanze che malattie veneree
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come spiegare il concepimento ai bambini

Quando i bambini arrivano ad una certa età, le domande e le curiosità su ogni cosa diventano sempre più frequenti. I bambini, cominceranno già in tenera età a porvi delle domande, spesso anche molto imbarazzanti a cui avrete magari difficoltà a...
Bambino

Come spiegare ai bambini il significato del 25 Aprile

Il 25 Aprile, come tutti sanno, è la Festa della Liberazione. Questa giornata è molto importante perché ha un grandissimo significato politico per la storia d'Italia. Essa infatti ricorda il giorno della resistenza dei partigiani e la fine della seconda...
Bambino

Come spiegare ai bambini la festa del 1 maggio

Ci sono feste facili e feste difficili da spiegare. Sicuramente il 1 maggio non è la più semplice da capire, per i bambini. Non servono giri di parole, ma non ci sono neanche "storie" da raccontare. L'approccio migliore per chiarire anche ai più piccoli...
Bambino

Come spiegare la povertà ai bambini

La povertà è un tema di toccante attualità che, direttamente o indirettamente, interessa tutti noi. Ci imbattiamo quotidianamente in persone che per necessità sono costrette a mendicare qualche moneta per poter acquistare un tozzo di pane per sfamarsi...
Bambino

Come spiegare i 5 sensi ai bambini

Man mano che i bambini crescono, hanno la necessità di imparare cose nuove. I genitori devono affrontare l'arduo compito di insegnare ai loro figli tutti e 5 i sensi. Molte volte questo si può fare entrando in contatto con il bambino mettendosi dalla...
Bambino

Come spiegare ai bambini la differenza tra suono e rumore con un gioco

Nel corso dell'età prescolare, i bambini sono molto affascinati da tutto ciò che stimola la loro curiosità ed i loro sensi in pieno sviluppo; giocare diventa soprattutto un'attività di scoperta e, allo stesso tempo, scoprire il mondo che li circonda...
Bambino

Come spiegare il Natale ai bambini

La guida che svilupperemo ora, andrà a concentrarsi sul confronto che si ha con i bambini, su differenti tematiche della vita. Il caso che prenderemo in esame ora, sarà il Natale, in quanto andremo a spiegarvi, appunto, come spiegare il Natale ai bambini....
Bambino

Come spiegare l'eclissi di sole ai bambini

Lo sapevate che è possibile vedere la luna grazie al sole? Infatti, questo, la illumina anche quando è notte. Certe volte può capitare che la luna stessa si frapponga tra il sole (che è una stella) e la terra: questo fenomeno viene chiamato "eclissi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.