Come scegliere una learning tower

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La learning tower, o "torre dell'apprendimento", è uno strumento che si riallaccia alla filosofia montessoriana, in cui il bambino desidera essere aiutato a fare da sé. La learning tower è una sorta di sgabello recintato, sul quale il bambino può restare in piedi in sicurezza, e svolgere autonomamente qualsiasi compito che solitamente è alla sola portata degli adulti. Il bambino potrà lavarsi le mani, cucinare, sciacquare i piatti, raggiungendo il lavandino o il piano di lavoro della cucina, nonostante siano di molto più alti di lui. Lo scopo della learning tower non è di sfruttare o costringere il bambino a svolgere il lavoro al posto nostro, ma di assecondarlo nella sua richiesta, spesso implicita, di potersi sentire utile, libero e autonomo nello svolgimento di qualunque attività. Vediamo insieme come scegliere la learning tower più adatta al nostro bambino.

27

Occorrente

  • Learning tower
  • Accuratezza e responsabilità nella scelta
  • Pazienza nel tenere sempre d'occhio il bambino
37

Prima di tutto, assicuratevi che la torretta sia dell'altezza giusta. Se il vostro bambino è molto piccolo, sarà necessaria una learning tower abbastanza alta, ma se il bambino ha già cinque o sei anni, la torretta troppo alta potrebbe risultare scomoda: il bambino necessiterà di incurvarsi per raggiungere il piano di lavoro della cucina o il lavello. Questo, oltre ad essere scomodo per lo svolgimento dell'attività, potrebbe comportare dei problemi di postura. Acquistate, dunque, torrette di diversa altezza in maniera proporzionata all'altezza del vostro bambino, e cambiatele nel corso del tempo, affinché siano sempre efficienti.

47

Ora passiamo ad occuparci dei materiali. Di legno o di plastica che sia, il materiale della learning tower dev'essere sempre ben robusto. Questo perché, oltre a sorreggere il peso del bambino, deve anche rimanere stabile laddove il bambino metta in atto movimenti bruschi, che possano provocare un ribaltamento della torretta. Contemporaneamente, però, la learning tower non deve risultare nemmeno eccessivamente pesante, o il bambino non potrà spostarla a suo piacimento, e sarà costretto a chiedere aiuto a un adulto. Verrebbe così meno la finalità essenziale della torretta stessa, ossia di aiutare a rendere autonomo il bambino.

Continua la lettura
57

L'ultimo consiglio consiste nell'acquistare la learning tower più adatta alle diverse esigenze e inclinazioni del bambino (o di più bambini insieme). Per esempio, potreste acquistare una learning tower dotata di lavagnetta incorporata, cosicché il bambino possa dedicarsi anche alla scrittura o al disegno. Oppure, se la torretta è indirizzata a più bambini, potreste acquistarne una più ampia, cosicché i vostri bambini possano svolgere insieme l'attività. Questo non solo stimolerà la loro autonomia, ma permetterà loro di fare esperienza della condivisione, del lavoro di gruppo e, in generale, della socializzazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lasciate mai il bambino da solo sulla torretta, ma non interferite nella sua attività
  • Se comprare sempre nuove torrette vi risulta troppo dispendioso, costruitele voi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come mantenere le poppate al seno

Arriva un momento in cui la straordinaria esperienza dell'allattamento al seno finisce. In questi casi si deve educare il piccolo a bere dal biberon e a mangiare le prime pappe. È un passaggio fondamentale della vita e della relazione fra mamma e bambino....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.