Come scegliere il sacco nanna

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il sacco nanna è un'invenzione per la nanna dei nostri piccoli, adatto dalla nascita (a patto che i bimbi pesino più di 4,5 kg) fino a quando saranno più grandicelli. L’utilità del sacco nanna è duplice: da una parte consente ai bimbi di dormire senza scoprirsi, soprattutto per quelli che nel sonno si agitano; dall'altra parte è uno dei metodi consigliati per la prevenzione della SIDS (sindrome da morte in culla), in quanto evita che i neonati scivolino sotto le coperte, ritrovandosi sommersi da lenzuola, piumini o plaid, riducendo il rischio di surriscaldamento e soffocamento. La gamma presente sul mercato è davvero ampia: vediamo come scegliere il sacco nanna tra tutti quelli che troveremo in commercio.

24

Scegliere la misura

Il primo elemento da prendere in considerazione per la scelta del sacco nanna è la misura: lo spazio intorno al collo non deve essere eccessivo, per evitare che il bimbo vi scivoli dentro; allo stesso tempo non deve essere troppo stretto in fondo, per consentire al bambino di muovere i piedini liberamente. Essendo adatti sin dalla nascita, li troviamo di diverse lunghezze: da 0 a 6 mesi per una lunghezza intorno ai 70 cm, dai 6 ai 18 mesi con una lunghezza di 86/90 cm e oltre i 18 mesi con una lunghezza oltre i 110 cm. In commercio esistono anche sacchi nanna con i bottoni automatici sul fondo, per ridurne la lunghezza e utilizzare così lo stesso sacco nanna per più mesi.

34

Scegliere l'imbottitura

Altro fattore importante per la scelta è l’imbottitura. Tenendo conto che la temperatura ideale per la cameretta di un neonato e di un bambino non deve mai superare i 20°, ricordiamo che sopra al sacco nanna non si deve utilizzare nulla se non un lenzuolino di cotone o, al massimo, una copertina per le notti più fredde. Scegliamo quindi il sacco nanna più adatto alla stagione, seguendo l’unità di misura per le imbottiture, i TOG, che indicano appunto la resistenza termica: più il TOG è alto più il sacco nanna è caldo. I sacchi nanna invernali hanno 2,5 Tog, sono indicati per temperature tra i 16° e i 20° e sono l’equivalente di due copertine e un lenzuolino; il sacco per la mezza stagione ha 1,5 Tog, è indicato tra i 20° e i 22° ed equivale ad una copertina e un lenzuolino; oltre i 22° è indicato il sacco nanna estivo con 0,5 o 1 Tog, senza imbottitura o con un’imbottitura leggerissima.

Continua la lettura
44

Valutare il ricaldamento

In alcuni casi non vi è l'indicazione dei TOG sull'etichetta, ma viene sempre specificata almeno la temperatura a cui quel determinato sacco nanna è adatto. Nel caso non ci fosse nemmeno questa indicazione, avvolgiamo la nostra mano intorno al sacco nanna per qualche minuto e valutiamo l'effettiva capacità di riscaldamento del sacco.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

I migliori libri sulla nanna dei bambini

A volte mettere a nanna il proprio bambino può risultare particolarmente difficile, se non addirittura una vera e propria sfida. Basta una colichetta oppure un ciclo sonno veglia non proprio regolare che il piccolo comincia a urlare sfogandosi con pianti...
Famiglia

Come rendere la messa a nanna un momento piacevole

Mettere a nanna un bambino non prevede una regola fissa, in quanto ogni piccolo individuo ha il suo carattere e le sue abitudini. I rituali, poi, possono cambiare anche a seconda dell'età: se il bimbo è molto piccolo può bastare una ninna nanna, mentre...
Bambino

L'importanza dell'oggetto transizionale nella nanna

I bambini attraversano, nelle fasi della loro crescita, vari passaggi. Nei primi mesi di vita, essi si sentono e sono convinti di essere un'unica cosa con la propria mamma, e soltanto più tardi iniziano a prendere coscienza dei propri arti (braccia e...
Bambino

Come far addormentare un bambino che fa le bizze

La guida che imposteremo nei prossimi passi si occuperà di bambini, e lo farà per andare a supportare i genitori. Avrete avuto sicuramente a che fare con dei bimbi che hanno difficoltà ad addormentarsi. Bene, questa guida fa al caso vostro, in quanto...
Bambino

Mettere il neonato a nanna: errori da evitare

Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di neonati e in particolare cercheremo di capire il metodo più efficace e corretto di mettere il proprio neonato a nanna e quali sono nello specifico gli errori da evitare, così da fare in modo che il piccolo...
Bambino

10 regole per una nanna serena del neonato

Assicurare un riposo ottimale al vostro bambino non è mai semplice, anche perché i neonati non hanno ancora un ritmo ''adulto'' e l'orologio biologico deve ancora abituarsi. Per cercare di far riposare al meglio il vostro bambino (e per poter riposare...
Bambino

Come gestire la nanna durante le vacanze

Le vacanze sono un periodo molto difficile per i bambini, poiché ci sono tante novità e tanti capricci. Il cambiamento dei ritmi durante la giornata li manda spesso in confusione. Dormire in orari diversi dal solito può essere veramente molto stressante...
Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.