Come riconoscere la scoliosi nei bambini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture delle persone mentre sono sedute sulla sedia, invece molte volte è una alterazione di carattere ereditario che colpisce soprattutto i figli di soggetti che hanno avuto in passato la scoliosi.

26

Riconoscere la presenza di questa malattia è molto semplice e basta fare un piccolo test: si mette il soggetto da analizzare in piedi e lo si fa piegare in avanti a gambe tese; se la persona è affetta dalla scoliosi presenta un lato della schiena più alto rispetto all'altro.
Questa deformazione è chiamata gibbo ed è, appunto, una delle peculiarità più rilevanti di un soggetto affetto da scoliosi.

36

Ci sono inoltre altri importanti segnali che possono rilevare la presenza della scoliosi:
- una spalla più alta rispetto all'altra;
- una scapola più sporgente;
- un fianco più dritto rispetto all'altro.
Se si presentano questi segnali non è detto che la persona è affetta dalla scoliosi; questi sono dei semplici campanelli d'allarme che possono evidenziare una possibile deformazione.

Continua la lettura
46

Qualora si abbia il sospetto che sia presente questa deformazione è consigliabile far analizzare la situazione ad un medico specialistico il quale provvederà ad una radiografia per l'analisi completa della situazione.
Non bisogna mai fidarsi delle analisi "fai da te" perché la maggior parte delle volte ci si sbaglia e si può procedere ad una errata analisi della situazione e, quindi, ad un errato trattamento.

56

Esistono vari tipi di scoliosi in base al punto di deformazione della spina dorsale e al livello di deformazione:
- scoliosi lombare;
- scoliosi dorso lombare;
- scoliosi combinata;
- scoliosi dorsale.

66

Non tutte le scoliosi vengono trattate allo stesso modo, infatti, in base alla gravità della situazione, ci tipologie di trattamento differenti.
Nei casi più lievi può bastare semplicemente della ginnastica correttiva che permette di migliorare la postura e raddrizzare la colonna vertebrale.
Quando la situazione diventa più complicata, oltre agli esercizi ginnici, si ricorre a busti e corsetti che impongono la posizione corretta alla spina dorsale.
Nei casi più gravi di deformazione si ricorre all'intervento chirurgico che verte a riposizionare le vertebre nella loro corretta posizione.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 motivi per non dare uno smartphone ai bambini

Al giorno d'oggi, ognuno di noi possiede almeno uno smartphone (i cosiddetti telefonini intelligenti). Esiste una app ormai per tutto: dal meteo al fitness, allo sport e naturalmente intrattenimento e giochi. Oggi si parla di generazione 2.0: i nostri...
Bambino

Come fare un massaggio shantala

Per aiutare i nostri piccoli ancora lattanti a rilassarsi, a crescere equilibratamente, sviluppando i muscoli del corpo, l'apparato scheletrico, migliorando la circolazione sanguigna è importante imparare a massaggiarli con cura e preparazione. Esiste...
Gravidanza

Come usare il cuscino per la gravidanza

Come ben saprete, la gravidanza è un magico periodo per ogni futura mamma. Con l'aumentare progressivo del volume della pancia è sempre maggiormente complicato riuscire a trovare la posizione migliore, che vi permette di dormire ben riposati, provocando...
Bambino

Come identificare la malattia mani, piedi, bocca

Le malattie esantematiche sono caratterizzate da esantemi, ovvero eruzioni cutanee che compaiono durante il corso di svariate malattie infettive. Alla malattia esantematica descritta in questa guida è stato ormai attribuito un nome popolare identificativo:...
Bambino

Latte artificiale: quando preferirlo a quello materno

L'allattamento ricopre per mamma e bambino una grande importanza, il contatto fisico e la trasmissione di anticorpi che avviene sin dai primi giorni di vita, attraverso le prime gocce di colostro, proteggono il bimbo da infezioni e malattie. In alcuni...
Famiglia

5 segnali di depressione post partum

La nascita di un bambino è un momento unico, di solito molto atteso. Aspettative, stanchezza data dalla gravidanza, sbalzi ormonali, mutamento del corpo però possono influire sullo stato d'animo della puerpera che si ritrova in una condizione del tutto...
Bambino

I migliori consigli per la prevenzione dei pidocchi

I pidocchi sono parassiti davvero fastidiosi e molto difficili da eliminare. Una delle migliori armi contro di essi è sicuramente la prevenzione. Spesso si sente parlare di teste di bambini infestate dai pidocchi ma, se non si fa molta attenzione, il...
Bambino

Cosa fare quando il bambino ha la varicella

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i genitori, che sono alle prese con una delle varie malattie esantematiche che possono colpire i propri figli.Nello specifico, vogliamo far capire come e cosa fare quando il bambino ha preso la varicella. La varicella,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.