Come riconoscere la scoliosi nei bambini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture delle persone mentre sono sedute sulla sedia, invece molte volte è una alterazione di carattere ereditario che colpisce soprattutto i figli di soggetti che hanno avuto in passato la scoliosi.

26

Riconoscere la presenza di questa malattia è molto semplice e basta fare un piccolo test: si mette il soggetto da analizzare in piedi e lo si fa piegare in avanti a gambe tese; se la persona è affetta dalla scoliosi presenta un lato della schiena più alto rispetto all'altro.
Questa deformazione è chiamata gibbo ed è, appunto, una delle peculiarità più rilevanti di un soggetto affetto da scoliosi.

36

Ci sono inoltre altri importanti segnali che possono rilevare la presenza della scoliosi:
- una spalla più alta rispetto all'altra;
- una scapola più sporgente;
- un fianco più dritto rispetto all'altro.
Se si presentano questi segnali non è detto che la persona è affetta dalla scoliosi; questi sono dei semplici campanelli d'allarme che possono evidenziare una possibile deformazione.

Continua la lettura
46

Qualora si abbia il sospetto che sia presente questa deformazione è consigliabile far analizzare la situazione ad un medico specialistico il quale provvederà ad una radiografia per l'analisi completa della situazione.
Non bisogna mai fidarsi delle analisi "fai da te" perché la maggior parte delle volte ci si sbaglia e si può procedere ad una errata analisi della situazione e, quindi, ad un errato trattamento.

56

Esistono vari tipi di scoliosi in base al punto di deformazione della spina dorsale e al livello di deformazione:
- scoliosi lombare;
- scoliosi dorso lombare;
- scoliosi combinata;
- scoliosi dorsale.

66

Non tutte le scoliosi vengono trattate allo stesso modo, infatti, in base alla gravità della situazione, ci tipologie di trattamento differenti.
Nei casi più lievi può bastare semplicemente della ginnastica correttiva che permette di migliorare la postura e raddrizzare la colonna vertebrale.
Quando la situazione diventa più complicata, oltre agli esercizi ginnici, si ricorre a busti e corsetti che impongono la posizione corretta alla spina dorsale.
Nei casi più gravi di deformazione si ricorre all'intervento chirurgico che verte a riposizionare le vertebre nella loro corretta posizione.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare ai bambini a riconoscere le forme geometriche

La geometria, al pari della matematica, è forse la materia più ostica sia per gli alunni delle scuole elementari, sia per coloro che la studiano a livello universitario. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che ogni concetto è strettamente...
Bambino

Come riconoscere i tic nei bambini

I tic nervosi sono dei movimenti incontrollabili, improvvisi ed involontari che si ripetono sempre uguali. Nascono quasi sempre sin dall’infanzia, come gesti di rassicurazione, però con il tempo possono diventare molto complessi e fastidiosi e interferire...
Bambino

Come imparare a riconoscere i suoni della natura

Nei primi giorni di vita un bambino è soggetto a stimoli ed emozioni, situazione che lo accompagnerà per tutti gli anni successivi, dal periodo infantile all'adolescenza. La scoperta dei suoni, siano quelli prodotti all'interno delle quattro mura domestiche,...
Bambino

Come riconoscere un bambino troppo sensibile

Tuo figlio piange per ogni minima contrarietà? È incapace di gestire le frustrazioni? Ha frequenti scoppi di ira o di disperazione? Si intestardisce per piccoli dettagli di poco conto? Piagnucola spesso per richiamare la tua attenzione? Fai attenzione...
Bambino

Come riconoscere una brava babysitter

Come riconoscere una brava babysitter? Una brava babysitter si nota già al primo incontro che essa ha con il bambino, ma solo dopo qualche volta ne avremo piena conferma. Una brava babysitter cerca subito di entrare in confidenza con il bambino e la...
Bambino

Come spiegare ai bambini la differenza tra suono e rumore con un gioco

Nel corso dell'età prescolare, i bambini sono molto affascinati da tutto ciò che stimola la loro curiosità ed i loro sensi in pieno sviluppo; giocare diventa soprattutto un'attività di scoperta e, allo stesso tempo, scoprire il mondo che li circonda...
Bambino

Come scegliere un bagnoschiuma per bambini

Scegliere un bagnoschiuma da utilizzare per la doccia o il bagnetto dei bambini è un'operazione meno semplice della solita scelta del nostro bagnoschiuma. Un bagnoschiuma per la pelle dei bambini, infatti, deve necessariamente essere meno aggressivo...
Bambino

Come riconoscere una Barbie originale

Sono numerose le persone che adorano collezionare delle vecchie bambole "Barbie": oggi, alcune di esse possono essere considerate dei reali pezzi storici, per gli amanti del genere vintage. Attualmente, tante "Barbie" degli anni '60 e '70 valgono davvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.