Come rendere la casa sicura per un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arrivo di un bambino nella vostra vita e, allo stesso tempo, nella vostra casa, è sempre un evento importantissimo, che riempie la vita di qualsiasi genitore. Questo comporterà molti cambiamenti, renderà il genitore una persona diversa la quale non riuscirà a fare a meno di prendersi cura del piccolo sotto ogni punto di vista, partendo innanzitutto dalla sua sicurezza. I primi anni, soprattutto quando inizia a camminare per casa, sono i più delicati e al tempo stesso, anche i più impegnativi. In casa, infatti, si possono nascondere tantissimi potenziali incidenti. Ecco quindi qualche consiglio su come rendere l'abitazione più sicura a prova di bambino.

26

Il bambino

Quando comincerà a muovere i primi passi sarà inevitabilmente attratto da nuovi orizzonti. Si spingerà sempre più in là di quanto possiate pensare. Prenderà in mano tutto ciò che incontra nel suo tragitto, li guarderà con curiosità e poi li metterà direttamente in bocca. Quando vedrete che sta raggiungendo questa età, non perdete tempo ad eliminare tutti i possibili rischi per il vostro piccolo e a prendere tutti i provvedimenti necessari. Tutti gli spigoli, dei muri o dei mobili, andranno coperti con materiale antiurto; la casa dovrà essere dotata di rilevatore antifumo e antigas; le sostanze tossiche e pericolose devono essere custodite in luoghi non accessibili ai bambini: in alto oppure in cassetti chiusi a chiave.

36

Il bagno

Il bagno è un posto decisamente poco sicuro in cui lasciare il vostro piccolo da solo, ma anche se non lo fosse ci sono comunque dei piccoli gesti di sicurezza che è sempre meglio fare prima di riscontrare spiacevoli conseguenze. Il termostato dell’acqua calda deve essere impostato sui 45°, in modo che l’acqua non sia eccessivamente calda nel momento in cui bisogna fare il bagnetto al piccolo. I termosifoni devono essere muniti di sistema di protezione in modo tale da evitare che possa scottarsi. La vasca da bagno e la cabina doccia devono essere provvisti di tappeti antiscivolo. Asciugacapelli e altri oggetti elettronici devono essere staccati quando non vengono usati e vanno riposti lontano dalla portata dei bambini e da possibili getti d'acqua. -
.

Continua la lettura
46

La cucina

La cucina è la parte più pericolosa per un bambino, ci sono molti attrezzi pericolosi, rischi che potrebbe correre ed è ormai provato che la maggior parte degli incidenti avviene proprio in questa stanza; ma con un pizzico di accortezza in più possiamo evitare che ciò accada. Dotare cassetti e armadi di fermo sicurezza e fermarli al muro. Conservare i liquidi per uso domestico nelle loro confezioni originali senza travasarli in altri recipienti perché potrebbero confondere i bambini. Il forno deve avere il vetro atermico o deve essere posizionato a un’altezza di sicurezza. Le posate, gli oggetti taglienti e i piccoli elettrodomestici devono essere custoditi in posti fuori dalla portata dei bambini. Posizionare le pentole con olio o acqua bollente sui fornelli più vicini al muro e con il manico rivolto verso l’interno in modo tale da evitare che i piccoli possano rovesciarseli addosso. Non lasciare accendini o fiammiferi in giro.

56

La cameretta

Un'altra stanza che solitamente è sottovalutata è proprio la cameretta del piccolo. Magari pensiamo che quando è nella sua stanza sia al sicuro, ma se non prendiamo le giuste precauzioni, anche il suo piccolo spazio provato potrebbe diventare un pericolo. Le sponde del lettino devono essere fisse e alte almeno 80 cm. Inoltre la distanza tra le sbarre deve essere di circa 6 cm, per evitare che la testa del bambino si possa incastrare. I giochi vanno divisi per età per evitare che i più piccoli possano ingerire parti dei giochi dei fratelli più grandi con conseguente pericolo di soffocamento. I tiranti delle tende devono essere posizionati ad altezza di sicurezza.

66

IL soggiorno

Stare molto attenti anche in soggiorno. Televisori, pc, radio e impianti stereo devono essere posizionati e fissati in modo tale da evitare cadute accidentali o ribaltamenti. Il camino deve avere un sistema di protezione. I soprammobili pesanti o fragili devono essere posizionati ad altezza di sicurezza. Non avvicinare sedie o tavoli alle finestre: il bambino può raggiungerle facilmente con conseguenze drammatiche. Ci sarebbero milioni di consigli e guide da seguire, ma con qualche piccola precauzione per ogni evenienza, tanta responsabilità e buon giudizio, vedrete che il vostro piccolo sarà in ottime mani e godrà di ottima salute.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come passare un Capodanno sicuro coi bambini

Il Capodanno è un evento tanto atteso da grandi e bambini. Si tratta di un giorno speciale da condividere con gli amici ed i familiari. Una giornata da trascorrere in allegria e spensieratezza. Tuttavia, troppo spesso si trasforma in tragedia. Ogni anno,...
Bambino

Problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli

Gestire i bambini non è cosa facile! Capiamo come distinguere i problemi di comportamento nei bambini: come affrontarli.Alcune ricerche hanno dimostrato come in età evolutiva si sviluppano maggiormente i problemi comportamentali e relazionali nei bimbi....
Bambino

Come passare all'uso del vasino

Abituare un figlio a passare all'uso del vasino può essere più o meno semplice, naturale o al contrario abbastanza complesso, traumatico o divertente. Tutto dipende dal momento che si sceglierà per effettuare questo importante passaggio e dalle tattiche...
Bambino

Come fare se il bambino si soffoca

Uno dei rischi più frequenti che si corrono con i bambini, soprattutto quando sono al di sotto dei 4/5 anni, è quello del soffocamento: piccole parti di giocattoli, cibo o altri oggetti di dimensioni contenute, infatti, possono essere ingeriti accidentalmente,...
Bambino

10 modi per farsi ascoltare dai propri bambini

Si sa, fare il genitore è uno dei mestieri più difficili al mondo. L'educazione è il primo passo per accompagnare il bambino nella crescita ma insegnarla spesso diventa un'impresa. Quante volte vi siete chiesti come mai vostro figlio e così dispettoso...
Bambino

10 regole per crescere figli felici e sereni

"I figli sono pezzi del nostro cuore", così un noto detto stabiliva una delle più profonde realtà che un genitore ha verso i propri figli. Molte volte ci ritroviamo alle prese con i problemi della vita ma l'unico pensiero che attraversa la mente di...
Bambino

Come alleviare il dolore alle gengive del bambino

Come tutti sappiamo, i bambini necessitano attenzioni di cure continue. Per esempio, una volta che è terminata la fase delle terribili coliche gassose e, finalmente, possiamo sentirci liberi dalla preoccupazione sui dolori che il nostro bambino ha provato...
Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.