Come pulire il nasino ai neonati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La guida che imposteremo si occuperà, nei prossimi tre passi, di spiegarvi come andare a pulire il nasino ai neonati. Il procedimento, come scoprirete, è piuttosto semplice. Ritengo che questa tematica possa essere particolarmente interessante. Incominciamo ad argomentare a riguardo.
Il processo di pulizia del nasino dei neonati è davvero molto semplice. Ci sembrano così piccoli e fragili, da aver paura di romperli, ma con amore e un po' di attenzione, puoi fargli ogni tipo di operazione per prenderti cura della sua pulizia.

28

Occorrente

  • Soluzione Fisiologica
  • Siringa
  • Fazzoletti di carta
38

Il nasino del neonato

Ci sono diversi litri d'aria che passano tramite il piccolo naso ogni giorno, e i neonati hanno chiaramente la necessità di andare a respirare attraverso questo passaggio. Nel petto della propria madre, il piccolo ha bisogno di respirare tramite il nasino, che dev'essere necessariamente libero da agenti esterni. In realtà i bambini di qualsiaisi età hanno bisogno di una cavità nasale pulita per una nutrizione adeguata, un sonno riposante e comfort, ma in particolar modo i neonati.
Gli starnuti sono un modo naturale dei neonati per pulire tale cavità nasale e fanno tenerezza nel vederli in questo gesto. Quando un'eccessiva quantità di muco si accumula e si asciuga, il naso richiede una pulizia e senza l'aiuto esterno, i neonati non riescono ad espellere il blocco naturale.

48

L'occorrente

In commercio esistono tanti prodotti specializzati nella pulizia delle vie respiratorie dei neonati e spesso sono le prime assistenti dopo la nascita, le famose puericultrici dell'ospedale, a dare ottimi consigli. Ciò si rivela molto utile ai neo genitori per evitare di spendere troppi soldi, già in costante uscita quando nasce un bambino.
Per questo dovrete necessariamente avere una siringa che sia sterilizzata e una soluzione di acqua fisiologica, che potrete tranquillamente acquistare in qualsiasi farmacia. Vi consiglio di optare per una siringa da cinque o, in alternativa, da dieci millilitri, a seconda dell'età, mentre, per quanto riguarda l'acqua, essa la potrete trovare in delle bottigliette di vetro, e costa davvero poco.
Il primo passaggio sarà quello di andare a riscaldare la siringa nell'acqua calda per circa dieci secondi, andando ad aspirare dell'acqua, secondo le quantità che sono consigliate.

Continua la lettura
58

La pulizia del nasino

Una volta che sarete arrivati fino a questo punto, dovrete posizionare il bambino nel fasciatoio, stando ben attenti a mantenere un asciugamano sotto la sua faccia, in maniera tale che possiate evitare che si bagni durante lo svolgimento della procedura. Utilizzate un fazzoletto di carta, se possibile di ottima qualità, quindi delicato e senza profumi.
Piega il fazzoletto in due e poi forma un conetto dalla parte piegata, con la raccomandazione di non usare la parte del bordo, che di solito è trapuntata e può risultare ruvida.
Metti il bambino sul fianco e spruzza delicatamente uno e due centimetri di fisiologica nella narice più vicina all'asciugamano. Il bambino istintivamente espellerà l'acqua insieme a eventuali accumuli di muco. Accompagna questa fase con dolci paroline e sorrisi per tranquilizzarlo.

68

Ultimi aspetti

Prendi il conetto fatto con il fazzoletto e delicatamente inseriscilo nella narice, passandolo sulle pareti interne in modo da pulire e asciugare.
Ripeti l'operazione anche dall'altro lato e vedrai che il bambino respirerà meglio, per la gioia di entrambi. Questo metodo di pulizia è davvero un procedimento veloce e poco fastidioso per il bambino: prova senza timore e vedrai tu stessa i risultati.
In ultima analisi, vorrei consigliarvi vivamente la lettura di altri articoli su questa tematica particolarmente interessante, in maniera tale che abbiate fonti che possiate unire ai quattro passi della nostra guida. Eccovi un link utile: http://www.nostrofiglio.it/neonato/cura-e-salute/lavaggi-nasali.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il bambino è raffreddato ripeti l'operazione più volte al giorno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come effettuare un lavaggio nasale

Il lavaggio nasale è una tecnica impiegata sopratutto sui bambini e serve per eliminare dalle cavità nasali il muco e gli allergeni respirati. Questa pratica consiste nel far passare, con appositi strumenti, nella cavità nasale, una soluzione di idrominerali...
Bambino

Come gestire il raffreddore nei neonati

I classici sintomi del raffreddore per grandi e piccoli sono il naso chiuso, il muco, gli starnuti e gli occhi arrossati. Bisogna sempre prestare molta attenzione nel proteggere il bimbo dagli eventuali colpi d'aria indesiderati o dall'opportunità di...
Bambino

Come liberare il naso chiuso ai bambini

Il naso chiuso (o congestione nasale) è tipico dell'influenza, allergia o raffreddore. Il fastidio apparentemente di poco conto, rappresenta una preoccupazione per un genitore, specie quando i bambini sono troppo piccoli e non sanno spiegare i disturbi....
Bambino

Come pulire il nasino dei bambini piccoli

Il nasino chiuso può sembrare una banalità, ma nei bambini piccoli è molto fastidioso e può creare insonnia, inappetenza e malessere generale. È un disturbo che può colpire in tutte le stagioni ma in particolar modo nei mesi invernali, quando batteri...
Bambino

Come far passare il singhiozzo a un neonato

Il singhiozzo nei neonati è da considerarsi, oltre che un fenomeno molto frequente anche del tutto naturale. A mano a mano che il bambino cresce, gli episodi di singhiozzo calano. Dobbiamo considerare il fatto che il singhiozzo non è un fenomeno che...
Bambino

Come pulire il viso ad un neonato

Pulire il viso ad un neonato è un' operazione che richiede delicatezza e che va svolta con competenza. La pelle dei neonati è infatti molto delicata, tende a irritarsi facilmente e va trattata con dei detergenti appositi. Pulire il viso del neonato...
Bambino

Neonati prematuri: le principali difficoltà

Ogni anno nel nostro paese nascono molti neonati prematuri, circa il 6-7% delle nascite. Si tratta di bambini che vengono alla luce con parto pretermine, prima cioè della trentasettesima settimana di gravidanza a causa di diversi fattori di varia natura....
Bambino

Neonati: come favorire il sonno notturno

Molto spesso, un bambino può non avere alcuna intenzione di prendere sonno. Le motivazioni possono essere le più disparate, dalla televisione ad alto volume al clima troppo caldo. Nella maggior parte delle circostanze, il letto non possiede la comodità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.