Come preparare omogeneizzati in casa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per la corretta alimentazione del vostro bambino e per avere sempre la certezza della qualità degli ingredienti utilizzati, è utile dare un'occhiata alla guida di oggi: vedrete come preparare in poche mosse gli omogeneizzati in casa, seguendo semplici passaggi. Oltre ad avere la garanzia di assicurare a vostro figlio alimenti genuini, potrete inoltre risparmiare: i vasetti preparati in casa infatti avranno un costo inferiore rispetto a quelli acquistati al supermercato o in farmacia. Inoltre, in caso di allergie alimentari o intolleranze del vostro bimbo, avrete la certezza che l'omogeneizzato non contenga elementi che possano creargli problemi.

26

Occorrente

  • Carne, pesce, frutta e verdura
  • Vaporiera
  • Vasetti di vetro con coperchio a chiusura ermetica
  • Brodo vegetale (per gli omogeneizzati di carne o pesce)
  • Frullatore
36

I primi omogeneizzati

Normalmente gli omogeneizzati iniziano a far parte dell'alimentazione del bambino durante le primissime fasi dello svezzamento, periodo fondamentale per far sì che egli cominci ad apprezzare nuovi sapori. Il modo migliore per incoraggiare l'assaggio è quello di proporre cibi freschi e appetitosi, per cui per cominciare si consiglia di partire da frutta e verdura di stagione. Naturalmente seguiranno carni di vario tipo e pesce. Preparare gli omogeneizzati in casa vi consente, inoltre, di abituare il vostro cucciolo al vostro stile di cucina.

46

Omogeneizzati di carne

Vediamo la preparazione degli omogeneizzati di carne. Scegliete intanto se utilizzare pollo, manzo, tacchino o coniglio: se non siete abbastanza certi di quali siano le carni più indicate per quella fase di crescita, chiedete al pediatra. Eventualmente valutate anche le reazioni del vostro piccolo, tenendo conto che, non essendo abituato ai sapori nuovi, almeno all'inizio potrebbe non gradire molto alcuni alimenti. Cominciate facendo un classico brodo vegetale, senza utilizzare dado acquistato: mettete solo verdure di base tradizionali, come carote, sedano e zucchine e un pezzetto di cipolla dolce. Ne frattempo, pulite il pezzo di carne (che dovrà essere magra, tenera e di ottima qualità) ed eliminate tutte le parti grasse. Tagliatelo quindi a pezzi piuttosto piccoli e cuocetelo in una vaporiera posta sopra la pentola con il brodo. La cottura a vapore è la più indicata per questo tipo di preparazione, perché permetterà di condensare tutti gli odori delle verdure all'interno della carne. Se non avete la vaporiera, potete sostituirla con uno scolapasta in acciaio. Una volta cotta, la carne deve essere trasferita poco alla volta nel bicchiere di un mixer (o di un minipimer): aggiungete qualche cucchiaio di brodo e frullate, fino a quando la carne non avrà raggiunto la consistenza di un composto moderatamente denso.

Continua la lettura
56

Omogeneizzati di pesce

Il procedimento da seguire è lo stesso anche nel caso in cui vogliate preparare degli omogeneizzati a base di pesce. In questo caso, però dovrete prestare maggiore attenzione per via delle lische. Per questa ragione è preferibile usare filetti già puliti. Cuoceteli a vapore per pochi minuti (il pesce richiede molto meno tempo della carne), frullateli sempre con del brodo vegetale e, per avere la certezza che non ci siano lische, passate il composto con un colino. Infine, ponete nei vasetti e conservate in frigorifero. Se volete preparare una piccola scorta di omogeneizzati, soprattutto se avete poco tempo, ponete la vostra preparazione in vasetti a chiusura ermetica e pastorizzateli per almeno 15 minuti in acqua bollente. Fateli raffreddare nella pentola e assicuratevi che il coperchio non si presenti gonfio (segno che il vasetto non è sotto vuoto): in questo caso ripetete l'operazione. Se volete preparare degli omogeneizzati più cremosi e più simili a quelli in vendita, potete acquistare l'apposito omogeneizzatore. In vendita ce ne sono di vario prezzo, adatti a tutte le tasche e a tutte le esigenze.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate molta attenzione con il sale: almeno all'inizio non utilizzatelo e, successivamente, usatene pochissimo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come preparare omogeneizzati in casa

Per la corretta alimentazione del vostro bambino e per avere sempre la certezza della qualità degli ingredienti utilizzati, è utile dare un'occhiata alla guida di oggi: vedrete come preparare in poche mosse gli omogeneizzati in casa, seguendo semplici...
Bambino

Come preparare gli omogeneizzati di carne in casa

Con il supporto del pediatra è possibile capire quando introdurre i primi cibi solidi nell’alimentazione dei piccoli. Scegliere di preparare gli omogeneizzati di carne in casa, piuttosto che acquistarli già pronti, permette di selezionare materie...
Bambino

5 cose da sapere sugli omogeneizzati fatti in casa

Lo svezzamento aiuta i bambini e le mamme a superare la fase di allattamento. La frutta è generalmente il primo alimento che i bambini iniziano ad assaggiare. I supermercati e i negozi specializzati sono pieni di omogeneizzati di ogni tipo, ma nessuno...
Bambino

Come scegliere gli omogeneizzati

La crescita psicofisica del bambino attraversa diverse fasi. L'alimentazione preoccupa molto i genitori, soprattutto quando inizia lo svezzamento. Infatti, già dal quarto mese, il pediatra consiglia di inserire gradualmente nuovi alimenti. Si parte di...
Bambino

Come conservare gli omogeneizzati fatti in casa

Molte mamme preferiscono fare in casa gli omogeneizzati per i propri figli, in quanto sono sicuramente più genuini di quelli acquistati (al supermercato, in farmacia, ecc..); perché non contengono nessun tipo di conservante, infatti devono essere obbligatoriamente...
Bambino

Omogeneizzati e liofilizzati: cosa sono, come usarli

Come tutti sanno, durante il primo anno di vita del bambino, l'allattamento al seno materno è una risorsa preziosa ed insostituibile. Prolungarla fino ai 6 mesi, e se è possibile, anche più, arreca dei benefici importantissimi alla salute di un bimbo....
Bambino

Come preparare il brodo vegetale per il bebé

Trascorsi i primi 6 mesi di vita, un neonato inizia ad aver bisogno dello svezzamento. In questo particolare periodo, la mamma deve comunque seguitare ad allattarlo al seno o anche artificialmente. È importante che il piccolo inizi ad assaggiare i primi...
Bambino

Come preparare la pappa per lo svezzamento

Il bambino deve iniziare lo svezzamento dal sesto mese in poi, quasi tutti i pediatri sono di questo parere. È preferibile, nel periodo estivo aspettare un mese in più, ma non iniziare quando fa troppo caldo. Il processo dello svezzamento è una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.