Come preparare i figli al primo giorno di scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Come preparare i figli al primo giorno di scuola. I bambini sappiamo sanno adeguarsi alle nuove esperienze, molto dipende anche dal carattere, ma se abituati all'asilo hanno imparato a convivere e condividere gli spazi con gli altri, noi genitori dobbiamo comunque prepararli cerchiamo di introdurli nel mondo scolastico in modo da non rendere difficile il cambiamento.

25

Prepararlo


Finite le vacanze, cerchiamo di introdurre nell'arco della sua giornata momenti particolari, come per esempio dividere il momento di gioco al momento studio, sproniamolo dicendogli che è diventato grande che le cose sono cambiate e che deve andare a scuola, che non è un posto dove si gioca ma dove si impara a leggere e scrivere. Inizialmente proponiamolo come un gioco, la mamma fa la maestra e lui l'alunno e mostriamogli quello che accadrà quando andrà a scuola, eviteremo traumi psicologici, in questo modo sa cosa gli spetta sarà preparato a questa nuova fase della vita.



Noi genitori a volte siamo forse più nervosi dei nostri bimbi abbiamo più paura di loro, per questo se abbiamo dei dubbi rivolgiamoci a qualcuno che possa darci dei consigli utili per aiutarci ad inserire il nostro piccolo in questo nuovo percorso. Ricordiamoci di dire al nostro bambino che la mamma o il papà non saranno con loro, ma che non saranno soli ci saranno gli amichetti e la maestra che gli insegnerà tante cose nuove, che non si tratta di un posto come l'asilo dove si gioca.

35

Consigli


Per semplificare le cose coinvolgiamoli nell'acquisto di tutto il necessario che gli servirà, lasciamogli la scelta del materiale scolastico che gli serve, non esagerate negli acquisti giusto quello che utile, per abituarlo a non avere più avanti richieste esagerate, attenzione a non cadere nei ricatti: "se non mi compri questo non vado a scuola", cerchiamo di essere fermi, tutto quello che è inutile non serve per andare a scuola. Quando tornerà a casa il primo giorno di scuola mostriamo il nostro interesse per come andata la giornata, chiediamo dei compagni, della maestra, dei libri, mostriamo il nostro entusiasmo per la sua giornata di quanto siamo orgogliosi di quello che sta facendo, facciamogli comprendere che noi saremo pronti ad aiutarlo in qualsiasi momento di difficoltà. Facciamogli anche capire che aiutarlo non vuol dire che saremo noi a svolgere il suo dovere, che i compiti che gli vengono assegnati li deve svolgere da solo, ma che possono contare su un piccolo aiuto, dobbiamo essere fermi e concisi su questo, non facciamoci impietosire dai piagnistei o altro. So che questa è la parte più difficile per un genitore, ma il nostro bambino deve cominciare a capire i suoi doveri e prendersi così le sue piccole responsabilità.

Continua la lettura
45

Coinvolgerli


Per semplificare le cose coinvolgiamoli nell'acquisto di tutto il necessario che gli servirà, lasciamogli la scelta del materiale scolastico che gli serve, non esagerate negli acquisti giusto quello che utile, per abituarlo a non avere più avanti richieste esagerate, attenzione a non cadere nei ricatti: "se non mi compri questo non vado a scuola", cerchiamo di essere fermi, tutto quello che è inutile non serve per andare a scuola. Quando tornerà a casa il primo giorno di scuola mostriamo il nostro interesse per come andata la giornata, chiediamo dei compagni, della maestra, dei libri, mostriamo il nostro entusiasmo per la sua giornata di quanto siamo orgogliosi di quello che sta facendo, facciamogli comprendere che noi saremo pronti ad aiutarlo in qualsiasi momento di difficoltà. Facciamogli anche capire che aiutarlo non vuol dire che saremo noi a svolgere il suo dovere, che i compiti che gli vengono assegnati li deve svolgere da solo, ma che possono contare su un piccolo aiuto, dobbiamo essere fermi e concisi su questo, non facciamoci impietosire dai piagnistei o altro. So che questa è la parte più difficile per un genitore, ma il nostro bambino deve cominciare a capire i suoi doveri e prendersi così le sue piccole responsabilità.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come preparare il bambino al primo giorno di scuola dell'infanzia

Il fatidico primo giorno di asilo arriva per tutti ed è molto atteso e parecchio temuto sia dalle mamme che dai bambini: le numerose domande che solitamente le donne (sempre eccessivamente ansiose e spaventate anche dagli eventi naturali) si pongono...
Bambino

10 buoni motivi per iscrivere i figli ai campi estivi

Finita la scuola cosa fare per i propri figli? I campi estivi sono un'ottima soluzione, dato che finita la scuola ed è ancora presto per partire per le ferie. Coi campi estivi si possono conciliare le esigenze lavorative con quelle di accudire i figli....
Bambino

Come dare le giuste attenzioni ai figli

I genitori, iniziano a riversare le loro attenzioni per figli fin da subito, da quando ancora sono nel pancione, si cerca fin da subito di proteggerli dal mondo, da tutte le brutte cose che ci circondano, si vorrebbe tenerli sotto la campana. Ma sicuramente...
Bambino

Idee di attività post-scuola per bambini

Le attività post-scuola costituiscono un valido supporto per le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e non possono né riprendere i figli da scuola all'orario di uscita, né permettersi una babysitter. Lo stesso problema si presenta quando la...
Bambino

5 idee per la merenda a scuola

Molti genitori non sanno mai cosa dare ai propri figli come merenda a scuola. Serve qualcosa di stuzzicante, che riempa la pancia del bambino, ma non a tal punto da farlo arrivare a casa all'ora di punta senza avere fame per il pranzo! Oltretutto non...
Bambino

I 10 errori più comuni nella comunicazione con i figli

Educare e crescere i propri figli è un processo lungo moltissimi anni che richiede tempo, pazienza e molto impegno da parte di entrambi i gestori, o in alcuni casi, del singolo genitore. Sbagliare diventa molto facile, cadere in errori e convinzioni...
Bambino

Come educare i figli senza urlare

In questo articolo vi spiegherò come educare i figli senza urlare. Nel passato si usavano le maniere forti per impartire l'educazione ai propri figli. Si è invece confermato che questo non è di certo il metodo migliore per l'educazione dei figli. Per...
Bambino

Campi estivi sportivi: idee per l’estate dei figli

Lo sport è una componente fondamentale nella vita. Questo vale ancor di più per ragazzi e bambini. E soprattutto dopo un intero anno passato chiusi nelle aule scolastiche. Bisogna dare ai propri figli nuova motivazione e ciò può avvenire attraverso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.