Come prendere in braccio un neonato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La nascita di un bambina segna un momento veramente molto importante per la vita di una coppia, ma allo stesso riempie i due genitori di moltissime responsabilità e paure. Tuttavia non esiste nessuna guida che insegni ad essere dei bravi genitori ma si può imparare solo dai propri errori. Tuttavia su internet potremo facilmente trovare moltissime guide scritte da genitori di ogni parte del mondo che ci forniranno una serie di piccoli trucchi ed accorgimenti per riuscire ad affrontare nel migliore dei modo tutte le varie situazioni che potrebbero presentarsi durante la crescita di nostro figlio. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a prendere correttamente in braccio un neonato. È molto importante prendere nella maniera corretta un bambino poiché quando sono molto piccoli sono fragili e un presa sbagliata potrebbe causargli molti danni.

25

Occorrente

  • calma
  • sicurezza
35

Il benessere del neonato dipende tutto da mamma e papà. La limitata cognizione e coscienza di se stessi (nei primi 2 mesi il piccolo si percepisce come un tutto indistinto con colei che ha dato l'esistenza) rende il neonato totalmente dipendente dagli adulti che se ne prendono cura. E la qualità della sua vita, della sua salute è subordinata ai gesti quotidiani e alle attenzioni che si dedicano. Tutto il complesso delle azioni, delle emozioni e dell'empatia creano quello che viene definito l'attaccamento. L'elemento da tenere presente è che il neonato ha una paura innata di cadere, quando non ha un valido appoggio sotto la testa e quando gli ciondolano libere le gambine che ancora non è in grado di controllare. Essendo troppo piccolo non ha ancora sviluppato le capacità di controllare i muscoli del suo corpo per questo motivo è importante dare sempre un valido sostegno alla testa. Per esempio, quando è sdraiato nella culla o su un'altra superficie piana, per sollevarlo, infiliamogli per prima cosa la mano sinistra sotto il collo con il palmo che sostiene la testa e la mano destra sotto il sedere. Pieghiamoci in modo che il nostro avambraccio sinistro segua la linea della sua schiena. Eseguiamo questi movimenti con naturalezza, gesti fluidi e abbinati alla rassicurazione verbale.

45

Quando lo solleviamo facciamolo in modo dolce per evitare che avverta la sensazione di vuoto sotto di lui. In questo modo le nostre braccia gli daranno lo stesso sostegno che gli dava poco prima il materasso. Tenendolo in questo modo sarà più facile appoggiarlo alla spalla senza sballottarlo troppo. Il contatto umano, il calore della pelle ed il profumo della mamma: sono elementi indispensabili per la sicurezza e l'equilibrio psichico di ogni neonato.

Continua la lettura
55

Un ulteriore aspetto da non trascurare è che è sempre bene far abituare il neonato allo spostamento o al movimento che stiamo per fare. Trasferiamolo piano piano, sussurriamo per trasmettergli la nostra vicinanza e per fargli capire che sta per succedere qualcosa. Non c'è niente di peggio che spostarlo bruscamente o in modo inatteso: l'infante ha bisogno di adattare i propri muscoli alle varie sollecitazioni esterne.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Cosa fare se al neonato va di traverso il latte

Per molte donne, non esiste evento più lieto della nascita del proprio bambino. Generare nuova vita regala una nuova prospettiva a ogni mamma. La propria vita cambia e ogni priorità del piccolo diventa la nostra. Un neonato ha bisogno di tutte le nostre...
Bambino

Come riconoscere i segni del disagio nel neonato

Con il passare dei mesi il bambino cresce e cambia modo di esprimersi, infatti oltre al pianto inserisce dei piccoli gesti, delle espressioni del viso e anche una postura del corpo che, associati ai diversi tipi di pianto, ci fanno capire i suoi bisogni...
Bambino

Come gestire il pianto del neonato

Ogni neonato affinché possa comunicare con l'ambiente esterno e con tutte le persone che lo circondano ricorre al pianto. Quando un bambino piange infatti può avere tanti significati, bisogna perciò imparare ad interpretare e di conseguenza a gestire...
Bambino

Come fare un album del primo anno del neonato

La nascita di un bambino rappresenta un magnifico sconvolgimento nella vita di una coppia. Anche se non è il primo figlio, ogni bimbo è unico e irripetibile. Ogni progresso e ogni sorriso rimane impresso nella mente dei genitori. La crescita del primo...
Bambino

5 modi per far divertire il neonato

Diventare genitore è qualcosa che ti cambia la vita e le abitudini. Nessuno può immaginarsi prima cosa possa significare avere un neonato in casa che dipende in tutto e per tutto da te. Anche se spesso non è facile, se si ha molta buona volontà, è...
Bambino

Lo sviluppo del neonato nel sesto mese di vita

Contrariamente a quanto si possa pensare, un neonato non è affatto un piccolo essere privo di capacità e competenze. In realtà, il neonato è un essere che impara davvero molto in fretta e che compie grandissimi progressi in un breve e limitato arco...
Bambino

Cassetta pronto soccorso neonato: come organizzarla

Nel momento in cui un bambino avente già la possibilità di comunicare in maniera chiara dovesse farsi male, la possibilità di comprendere il perché del suo malessere diverrebbe una situazione gestibile in maniera più semplice. Questo, però, non...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.