Come mediare le discussioni in casa

Tramite: O2O 22/09/2019
Difficoltà: media
17
Introduzione

Le discussioni sono inevitabili, dentro e fuori casa. A volte utili, a volte inutili, a volte costruttive, a volte distruttive, definiscono la nostra vita e segnano punti in cui dimostrare non solo la nostra maturità e i nostri valori, ma soprattutto sono momenti che evidenziano il nostro modo di reagire alle difficoltà.
Le discussioni tra adulti sono sicuramente diverse da quelle che nascono tra bambini, ma ognuna di esse senza dubbio può diventare un momento formativo nella nostra vita, piuttosto che rimanere semplicemente un avvenimento da chiudere in un angolo e dimenticare.
Vediamo in questa guida, attraverso suggerimenti e consigli, come mediare le discussioni che avvengono in casa, ossia quelle più frequenti.

27

Discussione tra bambini

Le liti tra bambini sono al contempo le più facili e le più difficili da mediare in quanto, nella maggior parte dei casi, riguardano problemi con semplice risoluzione e, molto spesso, non richiedono intervento da parte degli adulti.
I bambini infatti litigano, piangono e fanno pace in breve tempo e il più delle volte l'intervento degli adulti non fa che complicare le cose; i piccoli non sono influenzati da sentimenti complessi come risentimento o pregiudizio, senza contare che tendono a non portare rancore, mentre gli adulti li subiscono più facilmente.
È quindi buona abitudine lasciare che si sfoghino e risolvano tra loro il problema e mediare la lite solo nei casi in cui questa diventi violenta: in una situazione simile è bene fermare la discussione e spiegare, in modo calmo e con chiarezza, come reagire con violenza sia sbagliato e aiutare i piccoli a far pace.
L'approccio dipende naturalmente dall'età dei bambini coinvolti ma intervenire al primo segno di litigio è controproducente: il piccolo può infatti imparare a difendersi con le proprie forze piuttosto che contare sempre sui genitori se lasciato stare.

37

Discussione tra adolescenti

Che accadano tra fratelli e sorelle o amici, le discussioni tra adolescenti sono quelle più complesse da mediare. Ognuno degli adulti, nella maggior parte dei casi, ha delle preferenze più o meno visibili e non è affatto facile mantenere distacco e oggettività, senza contare che molto spesso, anche in questo caso, un intervento esterno potrebbe complicare la situazione.
Se però tale intervento è necessario, dobbiamo innanzitutto cercare di osservare la situazione con freddezza, tenendo conto di tutti gli aspetti che l'hanno creata.
Innanzitutto ascoltiamo tutti i partecipanti, cercando di stabilire in modo chiaro i fatti, in particolar modo se non eravamo presenti sin dall'inizio della discussione: facciamo domande, prestiamo attenzione ad ogni dettaglio e offriamo eventuali opinioni che potrebbero risolvere il problema.
Se invece non abbiamo consigli utili da proporre, manteniamo il silenzio, piuttosto che peggiorare la situazione con parole sbagliate!
A volte basta l'aver ripetuto i fatti ad un "estraneo" per chiarire la situazione e risolvere la discussione.

Continua la lettura
47

Discussione tra genitori e bambini

La discussione tra genitore e bambino è sicuramente fondamentale dal punto di vista formativo non solo per gli argomenti che coinvolge (ossia stabilire regole e far sì che siano rispettate, assegnare punizioni quando necessario, etc.), ma per il modo in cui la si affronta.
Ricordiamo prima di tutto di non affrontare liti quando siamo particolarmente arrabbiati o spaventati; cerchiamo piuttosto di calmarci o di posticipare la discussione ad un secondo momento. Reagire in modo violento o con parole troppo dure non solo ferisce il bambino ma non insegna nulla di utile o costruttivo. Cerchiamo piuttosto di spiegare in parole semplici quale sia il problema e assegniamo eventuali punizioni tenendo a mente l'età del bambino.
Aspettiamo inoltre che anche il piccolo sia calmo prima di discutere la situazione: proponiamo uno snack o un riposino, per esempio, se è stanco o irritato, oppure abbracci e coccole se è arrabbiato. In questo modo riusciremo anche a rassicurarlo: nessuna lite o punizione ci farà smettere di amarlo.

57

Discussione tra adulti

Se la discussione riguarda solo gli adulti e in famiglia ci sono figli, cerchiamo di ridurre al minimo il coinvolgimento di questi ultimi. Metterli di fronte alla lite o spingerli a prendervi parte non farà altro che peggiorare non solo la situazione ma i rapporti stessi diventeranno tesi e problematici.
Anche in questo caso è importante mantenere la calma, senza lasciarci sopraffare dalla rabbia. Sappiamo bene tutti come le parole dette in un momento di "fuoco" siano spesso false e sbagliate, eppure lasciano segni difficili da dimenticare o da superare.
Cerchiamo inoltre di inquadrare da subito il motivo reale della discussione: rinfacciarsi cose passate è inutile e controproducente, rimaniamo concentrati sul presente e ascoltiamo con attenzione le parole del nostro interlocutore. Dobbiamo essere chiari e sinceri, disposti a mostrarci vulnerabili se vogliamo un risultato concreto alla discussione, senza lasciarci calpestare però.
Se stiamo mediando una discussione di questo tipo dobbiamo mantenere una certa neutralità e esporre la nostra opinione solo dopo aver ascoltato entrambe le parti.

67

Discussioni in famiglia

Se la lite coinvolge l'intera famiglia, o comunque più di due persone, è bene risolvere il problema tutti insieme, piuttosto che separatamente. Sediamoci a tavola, muniamoci di pazienza e discutiamo il problema in modo civile, ossia parlando uno alla volta ed evitando di urlare.
Se la discussione coinvolge bambini o ragazzi, è bene che gli adulti mostrino un "fronte unito" e che decidano, privatamente, eventuali punizioni.
Per quanto riguarda le discussioni tra soli adulti, in particolare se si affronta un problema importante, un buon metodo per chiarire le proprie opinioni e opzioni, nonché per ritrovare la calma, potrebbe essere quello di fare una lista o anche solo di "prendere appunti": segniamo gli argomenti da trattare, le soluzioni che ci sembrano più appropriate alla situazione che abbiamo di fronte, per esempio.
Cerchiamo inoltre di non lasciare che i problemi si accumulino o che la tensione raggiunga livelli esplosivi: affrontiamo le cose man mano che avvengono, quando possibile.

77
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Dobbiamo, il più delle volte, essere pronti a compromettere e a rivalutare la nostra opinione: partire dal presupposto di aver ragione non risolve una discussione, la intensifica.
  • Se non siamo pronti ad affrontare una discussione, lasciamo la stanza e rimandiamo il confronto ad un secondo momento piuttosto che dire cose di cui sicuramente ci pentiremo.
  • Manteniamo la calma: respiri profondi, contiamo fino a 10 o anche cento, ma non iniziamo discussioni se siamo arrabbiati o spaventati al punto da non essere lucidi.
  • Non ricorriamo mai alla violenza e insegniamo ai bambini a fare lo stesso. Nessuna discussione potrà mai giustificare l'uso della forza fisica.
  • Rivolgiamoci ad una terza parte neutrale, che sia uno psicologo o un amico non importa, se sappiamo dall'inizio di non riuscire a gestire da soli la discussione da affrontare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

5 frasi da non dire mai alla suocera

Il rapporto con la suocera è sempre stato oggetto di discussioni, litigi e a volte persino di rottura tra i partner. Molto spesso, infatti, la suocera può risultare invadente, saccente e permalosa, ma ciò non toglie che si tratti sempre della madre...
Famiglia

Famiglie numerose: come organizzarsi

Oggi essere una famiglia numerosa rappresenta un'eccezione, una scelta forte e coraggiosa in un mondo in cui si è sempre più assorbiti dalla carriera e dal bisogno di lavorare, dedicando sempre meno tempo ai figli che, invece, ne hanno necessità, oggi...
Famiglia

Come migliorare il rapporto con il fratello maggiore

Avere un fratello maggiore, a volte, può davvero essere una fortuna. Ma solo se si ha la capacità di instaurare con lui un rapporto vero, profondo, sincero, fondato sul massimo rispetto reciproco. Costruire tutto ciò, indubbiamente, non è facile....
Famiglia

Come comportarsi con una suocera gelosa

Capita spesso a molte donne di doversi confrontare, dopo il matrimonio, con una suocera gelosa e possessiva, che vuole esercitare il proprio controllo sulla nuova coppia nello stesso modo in cui prima delle nozze lo effettuava sul figlio. Spesso la situazione...
Famiglia

Come smettere di litigare con tuo fratello

Tra fratelli, si sa, è molto usuale un rapporto fatto di litigi e dispetti, soprattutto quando si è piccoli. Normalmente, ogni alterco passa, finendo poi nel dimenticatoio, tuttavia in alcuni casi può succedere che non sia così. I litigi, infatti,...
Famiglia

Come vivere con i nonni in casa

Di solito, in una casa vivono una mamma, un papà ed i figli. Ma sempre più spesso capita che sotto lo stesso tetto convivano anche i nonni. A volte per scelta, altre per necessità. Può capitare che i nonni abbiano una favolosa villa con tante stanze,...
Famiglia

Bambini ad alto potenziale intellettivo: 10 caratteristiche

Per bambini ad alto potenziale si intendono L'intelligenza è un fattore dinamico, che può evolvere se stimolato nel modo giusto per cui è bene riuscire a individuare quelle che possono essere le potenzialità di un bambino per indirizzare il suo sviluppo...
Famiglia

Come abituare tuo figlio al nuovo compagno

Il nuovo compagno può essere considerato il terzo genitore e per abituare tuo figlio, non devi mai metterti al livello del bambino, ma utilizzare astuzia e diplomazia. Oggi sempre più genitori si separano e dopo il divorzio formano una nuova famiglia...