Come leggere un'ecografia ostetrica

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

L'ecografia ostetrica è uno dei tanti esami da dover fare in gravidanza. Grazie all'ecografia si ha la certezza della gravidanza, si stabilisce l'epoca della gestazione e del termine. Inoltre con le varie ecografie si ottengono numerose informazioni sulla crescita e lo sviluppo del feto. In questa guida spiegheremo il significato e come leggere delle principali sigle.

25

A parte la prima, di ecografie fondamentali ve ne sono almeno altre due da effettuare durante la gravidanza: l' ecografia morfologica, che viene fatta intorno al 5° mese, serve per valutare il peso e le misure del feto e degli organi più importanti che si stanno formando, e l'ecografia biometrica, che si fa intono al 7° mese per monitorare la crescita del bambino e la sua posizione all'interno della placenta. Ogni ginecologo potrà decidere di eseguire più ecografie, anche per far sentire alla futura madre il battito del cuoricino e per farle vedere, le prime immagini del suo bambino.

35

Analizziamo le principali sigle utilizzate in un'ecografia: con la scritta CRL, che troverete solo nel primo trimestre, si intende indicare la lunghezza del feto dal cranio all'osso sacro; oltre questo periodo si prenderanno in esame altre misure, fra cui: femore, addome, testa. Invece con la sigla BPD oppure DPB, si indica la distanza fra le due orecchie. Tuttavia alcune anomalie di questa misurazione, non sono particolarmente rilevanti e non sono indice di preoccupazione. Le sigle FL e LO, indicano rispettivamente la lunghezza delle ossa, del femore e dell'omero, mentre per HC si intende la misurazione della circonferenza del cranio. AC, sta ad indicare la misurazione dell'addome, una misura fondamentale per la crescita.

Continua la lettura
45

Altre sigle, riguardano invece i ventricoli e il cervelletto; vediamo quali sono nello specifico. Con VLAT (ventricolo laterale cerebrale) si indica la misurazione degli spazi liquidi cerebrali. La CM è la sigla con cui si indica il diametro della cisterna magna, che si trova nella parte posteriore del cranio. Il BCF indica il battito fetale. La DTC indica la lunghezza del cervelletto. Pur conoscendo le sigle non mai facile fare un'interpretazione corretta dell'ecografia quindi il consiglio è quello di rivolgersi al proprio ginecologo per avere maggiori informazioni e sciogliere eventuali dubbio. La cosa più emozionate dell'ecografia è sentire il battito del bambino non pensate troppo alle sigle ma godetevi quella sensazione.
Siamo giunti al termine di questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gravidanza

Come leggere un test di gravidanza

Ad ogni donna capita, anche più volte nell'arco della propria vita, di avere il sospetto di essere rimasta incinta, per via di un ritardo del ciclo mestruale. Sia che la gravidanza sia desiderata e ricercata, o si tema di essere rimaste in stato interessante...
Gravidanza

Esami da fare in relazione alle settimane di gestazione

Durante tutto il periodo della gestazione, la futura mamma è chiamata a fare una serie di esami indispensabili per tenere sotto controllo il progredire della gravidanza ed eventualmente intervenire con terapie adeguate allor quando ce ne fosse la necessità....
Gravidanza

Gravidanza: le posizioni del feto

Per riconoscere la posizione del feto in gravidanza, il ginecologo che segue la donna in stato interessante effettua visite regolari. Il nascituro può assumere tre posizioni principali: cefalica, podalica e trasversale (o obliqua). Vediamo insieme in...
Gravidanza

5 cose da fare quando si aspetta un bambino

La dolce attesa è uno dei momenti più belli ed importanti nella vita di una donna, ma allo stesso tempo si tratta di un periodo particolarmente delicato. L'attesa dell'arrivo del bebè significa per molte donne seguire determinate accortezze per prevenire...
Gravidanza

Corsi di preparazione alla nascita: tutto quello che bisogna sapere

La gravidanza è un periodo molto intenso, caratterizzato da forti emozioni, ma anche da grandi paure. Anche se nove mesi possono sembrare un tempo sufficientemente lungo, i rapidi cambiamenti che avvengono nel corpo proiettano in fretta le donne verso...
Gravidanza

Come calcolare la data del concepimento

Una delle prime domande che si pongono le donne in dolce attesa è: "Da quando sono incinta?". Oltre ad essere una semplice curiosità che magari si vuole soddisfare, il conoscere la data del concepimento può anche essere utile al fine di calcolare la...
Gravidanza

Consigli per la maternità dopo i 40 anni

Nella società in cui viviamo c'è uno spostamento in avanti dell'età in cui una donna decide di intraprendere una gravidanza, per cui è più frequente iniziare una maternità a 40 anni. Il primo dubbio della futura mamma è quello di dover affrontare...
Gravidanza

Come concedersi qualche coccola quotidiana

Concedersi qualche coccola quotidiana è un lusso che tutti possono permettersi. Perché non dedicare un'ora al giorno al relax, viziandosi un po' con qualche cura particolare? In questa utilissima guida vi spiego qualche piccolo trucco per ritagliarvi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.