Come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile

Tramite: O2O 08/06/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Uno degli alimenti che va integrato nell'alimentazione di ogni persona è l'uovo. Chiaramente questo alimento va inserito nel menù settimanale, cominciando fin dall'età infantile. Il modo deve avvenire graduale e a piccole dosi. Facendo in modo di abituare lo stomaco del bambino, senza provocare problemi alimentari. Adesso, in pochi e semplici passaggi, andremo a vedere come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile del bambino.

27

Occorrente

  • Uovo
37

Benefici e nutrienti dell'uovo

L'uovo contiene molti nutrienti ed è proteico. Gli elementi più importanti sono la vitamina A, i sali minerali (calcio, potassio e ferro), aminoacidi, proteine e acidi grassi. Oltre alle qualità benefiche dell'uovo dobbiamo sapere che contiene molto colesterolo. Quindi, va introdotto nell'alimentazione infantile moderatamente. L'ideale è quello di darlo una volta la settimana, somministrandolo pian piano. Il metodo è molto semplice, basta far assaggiare la prima volta un pizzico di rosso e passare all'altra portata. Nel prossimo passo spiego come scegliere l'uovo da introdurre nell'alimentazione infantile.

47

Scelta dell'uovo

È sempre consigliabile fare mangiare maggiormente il tuorlo al bambino e solo poche volte l'albume per i primi anni di vita. Inoltre, dobbiamo sempre utilizzare uova fresche quando è possibili e comunque non devono superare i 10/15 giorni di conservazione a temperatura ambiente d'inverno e i 4/5 d'estate. Meglio ancora sarebbe reperire le uova direttamente da qualche massaia di campagna che li raccoglie giornalmente. Ma dovremmo fare, in ogni caso attenzione ad effettuare una buona cottura per evitare il rischio salmonella (infezione). Evitiamo la frittura già dalla tenera età (pesante da digerire), e non esageriamo con i condimenti (soprattutto con il sale). Infine, per qualunque dubbio sulle proprietà e l'uso da fare delle uova, possiamo chiedere consiglio al pediatra.

Continua la lettura
57

Metodo di somministrazione

Nei neonati (meglio dopo i dieci mesi), è conveniente dare non più di un uovo di gallina alla settimana, iniziando solo con il tuorlo (parte gialla), meno a rischio dell'albume (dove sono presenti la maggior parte delle proteine), per il fattore allergico. Quindi, si può somministrare sodo, sbriciolandolo nella sua pappa. Sostituendolo così, alla carne e al pesce perché è già molto nutriente di suo. Solo dopo i quindici mesi circa, possiamo darlo cucinato diversamente. Cucinandolo "alla coque" (in acqua bollente per circa 3-4 minuti), strapazzato con il formaggio o cotto nella salsa di pomodoro. Ecco come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informarsi con il pediatra
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Svezzamento: come introdurre il pesce fresco

Ricco di nutrienti e fonte principale di omega tre e fosforo, il pesce è un alimento indispensabile nell'alimentazione di grandi e piccini. Per questo diventa molto importante introdurlo fin da subito nella dieta dei bambini, meglio ancora se già a...
Bambino

Svezzamento: quando introdurre il pomodoro

Il pomodoro, giunto a noi dalle coltivazioni sudamericane, è stato introdotto nella alimentazione europea solo intorno al 1500. Come tutte le verdure, è un elemento davvero importante per una corretta alimentazione del bambino, poiché contiene numerose...
Bambino

Svezzamento: come introdurre nuovi alimenti

Prendersi cura del proprio bambino è molto importante, cominciando dallo svezzamento. Bisogna infatti prestare molta attenzione a ciò che diamo da mangiare ai nostri bambini e agli alimenti che introduciamo nella sua alimentazione via via che cresce....
Bambino

Come introdurre i legumi nello svezzamento

I neonati rappresentano un dono per la famiglia e la vita. Con la nascita di un bambino, bisogna preparare la casa con tutti gli occorrenti. Quindi bisogna acquistare i pannolini, i vestitini, i biberon, i ciucci. Andando avanti con la crescita del bimbo,...
Bambino

Svezzamento: come introdurre la pappa serale

L'arrivo di un neonato è fonte di gioia e felicità in ogni famiglia. Insieme a questi sentimenti si accompagna anche un po' di ansia e paura. Sono molti i dubbi su come gestire un bambino, soprattutto se è il primo. Uno dei compiti più difficili per...
Bambino

L'alimentazione nei bambini di un anno

Dopo lo svezzamento, i bambini possono cominciare a mangiare di tutto, ma il passaggio a dei cibi più elaborati dev'essere effettuato gradualmente. Dalle pappe, i tritati ed i frullati, si passa progressivamente ai cibi solidi, proprio come gli adulti....
Bambino

5 ricette per lo svezzamento a nove mesi

Latte materno, certo, ma non solo: la dieta del bambino di nove mesi è ricca e varia. Le linee guida per l'alimentazione nell'infanzia prescrivono quattro pasti giornalieri: due a base di latte o latticini in modo da raggiungere la dose quotidiana raccomandata...
Bambino

10 consigli per uno svezzamento sereno

Lo svezzamento del neonato può iniziare già verso il quinto mese di vita. In genere, il periodo ideale per introdurre la nuova alimentazione è compreso tra i quattro e i sei mesi di vita. Ma ogni bambino è diverso da un altro, quindi è sempre meglio...