Come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Uno degli alimenti che va integrato nell'alimentazione di ogni persona è l'uovo. Chiaramente questo alimento va inserito nel menù settimanale, cominciando fin dall'età infantile. Il modo deve avvenire graduale e a piccole dosi. Facendo in modo di abituare lo stomaco del bambino, senza provocare problemi alimentari. Adesso, in pochi e semplici passaggi, andremo a vedere come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile del bambino.

27

Occorrente

  • Uovo
37

Benefici e nutrienti dell'uovo

L'uovo contiene molti nutrienti ed è proteico. Gli elementi più importanti sono la vitamina A, i sali minerali (calcio, potassio e ferro), aminoacidi, proteine e acidi grassi. Oltre alle qualità benefiche dell'uovo dobbiamo sapere che contiene molto colesterolo. Quindi, va introdotto nell'alimentazione infantile moderatamente. L'ideale è quello di darlo una volta la settimana, somministrandolo pian piano. Il metodo è molto semplice, basta far assaggiare la prima volta un pizzico di rosso e passare all'altra portata. Nel prossimo passo spiego come scegliere l'uovo da introdurre nell'alimentazione infantile.

47

Scelta dell'uovo

È sempre consigliabile fare mangiare maggiormente il tuorlo al bambino e solo poche volte l'albume per i primi anni di vita. Inoltre, dobbiamo sempre utilizzare uova fresche quando è possibili e comunque non devono superare i 10/15 giorni di conservazione a temperatura ambiente d'inverno e i 4/5 d'estate. Meglio ancora sarebbe reperire le uova direttamente da qualche massaia di campagna che li raccoglie giornalmente. Ma dovremmo fare, in ogni caso attenzione ad effettuare una buona cottura per evitare il rischio salmonella (infezione). Evitiamo la frittura già dalla tenera età (pesante da digerire), e non esageriamo con i condimenti (soprattutto con il sale). Infine, per qualunque dubbio sulle proprietà e l'uso da fare delle uova, possiamo chiedere consiglio al pediatra.

Continua la lettura
57

Metodo di somministrazione

Nei neonati (meglio dopo i dieci mesi), è conveniente dare non più di un uovo di gallina alla settimana, iniziando solo con il tuorlo (parte gialla), meno a rischio dell'albume (dove sono presenti la maggior parte delle proteine), per il fattore allergico. Quindi, si può somministrare sodo, sbriciolandolo nella sua pappa. Sostituendolo così, alla carne e al pesce perché è già molto nutriente di suo. Solo dopo i quindici mesi circa, possiamo darlo cucinato diversamente. Cucinandolo "alla coque" (in acqua bollente per circa 3-4 minuti), strapazzato con il formaggio o cotto nella salsa di pomodoro. Ecco come introdurre l'uovo nell'alimentazione infantile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Informarsi con il pediatra
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Guida ai fondamenti dell'educazione montessoriana

Maria Montessori, nel 1909, pubbluca un testo di pedagogia innovativo, destinato a rimanere nella storia, in quanto sempre attuale, intitolato: "Il metodo della pedagogia infantile scientifica applicato all'educazione infantile nelle Case dei bambini"....
Bambino

Come fare se un bambino non dorme

Le cause per cui un bambino si sveglia spesso, possono essere diverse e ciò fa preoccupare non poco i genitori poiché pensano che il neonato sia malato o, peggio, che non siano all'altezza di svolgere il loro compito. Tutto ciò non fa altro che accrescere...
Famiglia

Come gestire un conflitto tra fratelli

Generalmente, i fratelli vivono un rapporto unico di amore e conflittualità. Risultano complici ed alleati in numerose occasioni, anche se l'affetto dei genitori scatenano in loro una forte competitività. Questi atteggiamenti determinano spesso un litigio...
Bambino

La cinetosi dei bambini: come fare

Durante la fase della gravidanza i genitori, ed in particolar modo la futura mamma, tendono ad immaginare come sarà il futuro nascituro. La sua fisionomia, i suoi colori ed il carattere che si andrà a formare nel corso della sua crescita. Sono tanti...
Bambino

Come preparare il bicchiere della calma per bambini

Maria Montessori fu la prima donna a laurearsi in un mondo che praticamente apparteneva solo agli uomini. Fu una grandissima educatrice, tanto che il suo metodo, dal quale deriva il suo nome, viene ancora oggi usato nelle scuole moderne di tutto il mondo,...
Bambino

Sonno agitato nei bambini: come affrontarlo

In Italia, secondo le stime, circa il 25% dei bambini tra 0 ed 8 anni dorme male oppure non riesce ad addormentarsi: tutto si riversa anche sulla qualità del riposo dei genitori, i quali divengono sempre più nervosi e assonnati. Vi siete mai chiesti...
Bambino

5 consigli per togliere il ciuccio

Il ciuccio rappresenta l'oggetto sicuramente più amato dai bambini fin dai primi giorni della loro vita. Nel momento in cui si decide di dare per la prima volta un ciuccio al proprio figlio, si diventa consapevoli che per diversi anni il bambino non...
Bambino

Consigli per la dermatite atopica nel bambino

I bambini, si sa, capita che siano spesso sottoposti a fastidiose problematiche, come ad esempio i virus, legate principalmente al solo fatto di essere a contatto con altri bimbi.Una delle tipologie di fastidi piuttosto comuni a cui i piccoli possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.