Come intervenire sulla disgrafia del bambino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La disgrafia può compromettere il normale percorso di apprendimento del bambino. La Legge 170/2010 riconosce questa difficoltà e fornisce gli strumenti per diagnosticarla in età prescolastica. Se si interviene ai primi segnali, si può limitare il decorso del problema, evitando che peggiori. In questa guida vediamo come è possibile affrontare le difficoltà che il disturbo può far emergere.

27

Occorrente

  • Quaderni di Erickson
  • Penne e matite ergonomiche e cancellabili
  • Piano inclinabile
  • Esercizi e test specifici
37

La disgrafia e come si manifesta

La disgrafia consiste nella difficoltà a scrivere e presenta alcuni sintomi specifici: corpo esageratamente inclinato, strumento grafico impugnato in modo scorretto, scrittura e pressione irregolari, dolore ed affaticamento alla mano. Inoltre il bambino non riesce a riprodurre correttamente le singole lettere in quanto non le riconosce. Chi soffre di questo disturbo non ricorda bene la forma di ogni lettera e numero così la grafia risulta illeggibile e spesso non si rispettano margini e spazi, lasciando spazi irregolari tra grafemi e parole; a volte risultano difficili anche la copia e la produzione autonoma di forme geometriche. Tutto questo porta il bambino a sviluppare senso di inadeguatezza e scarso rendimento scolastico. Modificare questi comportamenti significa apportare un notevole miglioramento nella vita del bambino, fornendogli la giusta soluzione per l'acquisizione di autostima e serenità.

47

Le soluzioni utili

Prima di tutto bisogna sottoporre il bambino ad alcuni test specifici da fare a scuola valutando la gravità del problema e si stabilendo un programma di recupero: occorrono, ad esempio, i materiali scolastici giusti come i quaderni Erickson, fogli particolari che hanno i margini colorati per facilitare la scrittura. Le penne inoltre devono essere ergonomiche e cancellabili, in modo tale che, quando il bambino fa un errore, può rimediare facilmente. Un altro metodo per intervenire è proporre al bambino alcuni esercizi di recupero.

Continua la lettura
57

Altre tipologie di intervento

Per intervenire sulla posizione della schiena e del busto bisogna inclinare il quaderno di massimo 30 gradi e sgombrare il tavolo cosicché il bimbo possa focalizzare l'attenzione sul quaderno e sugli esercizi. I genitori devono seguire il piccolo durante lo svolgimento dei compiti e non punirlo in caso di errori, non facendogli pesare questa condizione. Il ricorso a specialisti è un aiuto indispensabile in tutte le fasi del percorso; nello specifico il grafomotricista e lo psicomotricista rappresentano un'ottima risorsa per accelerare la guarigione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sottoporre il bambino al test per la disgrafia ai primi sospetti
  • Proporre esercizi divertenti al bambino, evitando di trasmettergli ansia e fargli pressione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Strabismo nei bimbi piccoli: quando e come intervenire

Lo strabismo nei bambini è più frequente di quanto si possa pensare. Fino ai sei mesi di età però è ancora solo transitorio. I bimbi spesso non riescono a posizionare le pupille nella stessa direzione. Ma si tratta quasi sempre di un disturbo che...
Bambino

Come intervenire sulla mastite al seno

La mastite rappresenta un'infiammazione che colpisce generalmente le donne che allattano al seno. In particolare può subentrare in qualsiasi donna nei primi sei mesi di allattamento al seno, a causa dell'ostruzione per vari motivi di uno dei condotti...
Bambino

Come educare un bambino ribelle

I bambini sono delle creature davvero meravigliose che danno gioia e serenità ai loro genitori e ad ogni famiglia. Talvolta però, alcuni di essi possono manifestare qualche piccolo problema comportamentale, normale durante il processo di crescita, che...
Bambino

Come Insegnare Al Bambino Ad Interagire Con Gli Altri

Il bambino che sistematicamente si isola dagli altri in quanto si ritiene non bene accetto agli altri, rappresenta una situazione che non deve essere sottovalutata, ma adeguatamente affrontata da parte dei genitori e degli insegnanti. L'intervento precoce...
Bambino

Come interpretare l'aggressività del bambino

Quando il bambino entra in contatto con gli altri suoi coetanei può manifestare comportamenti aggressivi nei loro confronti, ma anche in quelli di chi cerca di capirne le cause e cercare una soluzione, come genitori e insegnanti. Come interpretare l'aggressività?...
Bambino

Come gestire un bambino che porta via i giochi agli altri bimbi

Molto spesso capita che in età infantile, il bambino mentre gioca con gli amichetti, porta via in modo presuntuoso e prepotente i giochi agli altri facendoli piangere oppure creando delle situazioni di tensione. Naturalmente, di fronte a questi particoli...
Bambino

Come affrontare il problema dello strabismo nel bambino

Prima di iniziare la trattazione dell'argomento, facciamo una breve parentesi spiegando che l'apparato visivo nel bambino si sviluppa nei suoi primi anni di vita e si dice completo solo quando giunge alla maturazione delle strutture che collegano l'occhio...
Bambino

Come fare se un bambino non dorme

Le cause per cui un bambino si sveglia spesso, possono essere diverse e ciò fa preoccupare non poco i genitori poiché pensano che il neonato sia malato o, peggio, che non siano all'altezza di svolgere il loro compito. Tutto ciò non fa altro che accrescere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.