Come insegnare le note musicali ai bambini piccoli

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Wolfgang Amadeus Mozart. Chi di noi non conosce questo celebre compositore? Dalla metà del '700 sino ai giorni nostri, egli ha scritto la musica migliore di tutti i tempi. Il giovane Mozart iniziò la sua carriera proprio da bambino, il che fa significa che fin dalla tenera età i più piccoli sono veramente in grado di imparare molto dal punto di vista musicale. Ma come fare per insegnare ai bambini i rudimenti della musica? Qual è l'approccio migliore da tenere nei confronti dei bambini? Entriamo nello specifico e vediamo come insegnare le note musicali ai bambini piccoli.

27

Occorrente

  • Pennarelli
  • Caramelle o confetti
  • Cartoncini colorati
  • Matite colorate
37

La musica come gioco didattico

I bambini sono molto propensi nell'imparare a suonare un determinato strumento musicale. Essi sono paragonabili ad una spugna, poiché assorbono tutto quel che di nuovo trovano da imparare. Il momento migliore per avvicinare i più piccoli al magico mondo delle sette note musicali è quello che precede l'età prescolare. Un metodo molto efficace per insegnare ai bambini è quello di mostrare uno strumento musicale sotto forma di gioco didattico. In questo modo incoraggerete i vostri bambini ad esprimere la loro fantasia attraverso lo strumento musicale scelto appositamente per loro.

47

La descrizione del pentagramma mediante il gioco

La musica ha un ruolo importante nello sviluppo dell'individuo. Essa è in grado di agire sugli stati d'animo più profondi, smuovendo i ricordi e suscitando emozioni. Per i bambini, invece, la musica è una fonte di divertimento al pari di una forma di comunicazione. Tuttavia, si dovrebbe iniziare una lezione didattica partendo dal pentagramma. Il pentagramma comprende cinque righe. Su di esso si muovono le sette note musicali, salendo e scendendo. Suggerite ai bambini di immaginare una scala. Per raggiungere le note più alte si sale in soffitta, per quelle più basse si scende giù. Al fine di aiutarli a comprendere i cambiamenti delle note in base ai gradi della scala sui quali giacciono, disegnamoli come fossero pallini colorati. Se volete rendere il gioco ancor più divertente e dinamico, usate caramelle o confetti colorati. Scegliete solo quelli più adatti in base all'età dei bambini. Ad ogni nota date un colore, o lasciate che sia il bambino stesso a sceglierlo. In questo modo renderete l'insegnamento più divertente e coinvolgente.

Continua la lettura
57

La creazione di storielle sulle sette note musicali

Adesso viene la parte più importante, e cioè riuscire a toccare la fantasia dei piccoli. Il bambino impara più in fretta se portato ad ascoltare nuove storielle. Per questo motivo vi sarà d'aiuto inventare una storia avvincente che abbia come protagonisti le note musicali. Date una personalità ad ogni nota. Il "Do" può essere dormiglione. Il "Si" può essere un tipo vispo che non si nega mai. Il "La" è un omino che lavora tanto. Il "Re" può essere un sovrano molto esigente. A questo punto posizionate poco per volta questi personaggi su un pentagramma disegnato su un foglio o un cartoncino. Fatto ciò, lasciate che il bimbo osservi tutto ciò che raccontate. Attraverso il gioco i bambini impareranno ben presto a riconoscere le note musicali e la loro posizione sul pentagramma, tanto da poter ereditare un bellissimo dono che porteranno dentro per tutta la vita. Abbiamo terminato la nostra guida su come insegnare le note musicali ai bambini più piccoli. Per ulteriori informazioni consultate il link: http://www.maestroalessandro.it/giochiamo-con-i-ritmi-la-notazione-per-i-bambini/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante l'apprendimento potrà capitare che il bambino sbagli a riconoscere le varie note musicali sul pentagramma. Se ciò avviene, non scoraggiatelo: sorridete e chiedetegli di ritentare, spronandolo a far meglio, ma sempre col sorriso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Una volta per insegnare ai bambini a scrivere gli si facevano disegnare i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna che all'epoca era ancora col pennino ed il calamaio. Oggi non si utilizza più questo...
Bambino

Come insegnare ai bambini il rispetto per gli altri

Se in questa guida cercate un decalogo da seguire per insegnare il rispetto per gli altri ai vostri figli, forse è il caso che vi chiariate un po' le idee. Non esistono regole da osservare, precedenze da accordare o inchini da eseguire. Il rispetto è...
Bambino

Come insegnare i mesi dell'anno ai bambini

Tutti i bambini sono sempre molto curiosi di imparare continuamente delle cose nuove, e per questo motivo sia gli insegnanti che i genitori devono cercare di assecondare in tutti i modi la loro voglia di conoscere ed esplorare, senza mai forzare le cose....
Bambino

Come insegnare ai bambini a leggere e scrivere

Il primo impatto con la scuola non è mai semplice per i bambini perché segna sia la lontananza dai genitori che un reale cambiamento nelle abitudini quotidiane. Il primo passo da compiere è sicuramente imparare a leggere e a scrivere. A tal proposito,...
Bambino

Come insegnare ai bambini le sillabe

Imparare a leggere e scrivere è sicuramente uno dei traguardi più magici del percorso di crescita di un bambino. I genitori condividono questo momento, di curiosità e fatica, con i propri figli e sono molto fortunati. Questo compito risulta essere...
Bambino

Come insegnare i colori ai bambini

Sebbene non possiedano ancora la proprietà di linguaggio i bambini apprendono rapidamente tutte le informazioni con le quali vengono a contatto. Non è mai troppo presto per offrire delle nuove nozioni ai piccoli, ma il buonsenso e l'esperienza suggeriscono...
Bambino

Come insegnare ai bambini a chiedere scusa

Insegnare ai bambini a chiedere scusa non è sicuramente un' impresa da poco. È molto importante però riuscirci con calma e pazienza, facendogli capire che nella vita si sbaglia ma è giusto scusarsi con l'altra persona quando ciò accade. Le scuse...
Bambino

Come insegnare danza ai bambini

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come insegnare danza ai bambini. L'insegnamento di questa disciplina dovrà essere eseguita da mani maggiormente esperte, in quanto è formata da esercizi che dovranno essere imparati gradatamente, seguendo un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.