Come insegnare al bimbo a mangiare da solo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Insegnare ad un bambino a mangiare da solo, anche con cucchiaio e forchetta, non è facile. Occorre armarsi di pazienza e determinazione e a poco a poco i risultati si vedranno. Partiamo dal presupposto che ogni bimbo ha i suoi ritmi di apprendimento e non possiamo pretendere che il piccolo impari subito e non faccia pasticci. Prepariamoci a pappine e minestrine sparse ovunque. Ecco dunque alcuni consigli su come procedere.

25

QUANDO - A che età si comincia a farlo mangiare da solo? Dallo svezzamento, quindi dai 6/9 mesi, ogni momento può essere quello giusto. Il bambino è naturalmente portato a condurre verso la bocca tutto ciò che afferra, questo dunque vi agevolerà. L'occasione buona per cominciare dipende anche da voi: osservate vostro figlio durante la pappa e notate se è invogliato a toccare e provare. Sarà il momento giusto.

35

I LIQUIDI - Far bere il bambino da solo è sicuramente la parte più semplice nel renderlo autonomo. Il piccolo, infatti, sin dai 6 mesi impara il contatto con il biberon e con i manici delle tazze. Questo lo porta ad imparare velocemente il meccanismo di avvicinare e allontanare dalla bocca il biberon. Passare al bicchiere aperto non è poi così difficile: iniziate con una piccolissima quantità di acqua, insegnando al bimbo a tenere con le due mani il bicchiere. Uno o due sorsi e poi fate posare il contenitore. Rimproveratelo se si bagna versandosi l'acqua addosso e lodatelo se compie il gesto in maniera corretta.

Continua la lettura
45

COME, CON LE POSATINE: Per utilizzare cucchiaio o forchetta i piccoli hanno bisogno di più tempo. Si tratta infatti di una competenza più complessa che si sviluppa intorno all'anno di età. Per insegnargli questo, aiutiamolo facendogli impugnare il cucchiaio con un po' di pappa e accompagnando la sua manina alla bocca. La forchetta sarà un passaggio successivo. Più proveremo e ripeteremo l'operazione, nonostante lo scoraggiamento per i risultati mancati, più i tempi di apprendimento si accorceranno. Lodiamo e premiamo il piccolo quando compie i giusti movimenti. COME, CON LE MANI: Farlo mangiare da solo non significa necessariamente mettergli in mano cucchiaio e forchetta. A questo si arriverà per gradi. Sicuramente, il primo passo per renderlo autonomo è farlo "esplorare" e consentirgli di approcciarsi al cibo con le mani. Nei primi anni di vita, infatti, i bambini toccano, manipolano ed esplorano tutto con le mani. Il contatto con il cibo è dunque fondamentale. Cominciate con il secondo che, tra le varie portate della pappa, è il più facile da ridurre in pezzetti. Tagliate la carne o il formaggio a piccoli bocconcini, oppure le verdure come carote e fagiolini (più consistenti) e il pane, invitando il bambino a prendere il tutto con le dita.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se avete un figlio più grande, spronate il piccolo a seguire l'esempio del fratello maggiore
  • All'asilo spesso si prendono cattive abitudini, continuate a dare le vostre regole al piccolo a casa
  • Mai lasciare soli i piccoli durante le prime fasi di apprendimento

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come insegnare a un bambino a mangiare la frutta

Come insegnare ad un bambino a mangiare la frutta è uno dei compiti più semplici dello svezzamento,, perché la frutta è di per sé una golosità gustosa e piacevole. In genere è difficile trovare persone a cui non piace nessun tipo di frutta, ma...
Bambino

5 modi per insegnare a leggere al tuo bambino

Avviare i bambini in età prescolare alla lettura implica un processo educativo impegnativo. I genitori che intendono insegnare a leggere al proprio figlio dovranno munirsi di una buona dose di pazienza, nella consapevolezza che ciascun bimbo necessita...
Bambino

Come insegnare al proprio bambino a nuotare

Tra le tante cose da insegnare al proprio figlio c'è sicuramente il nuoto. Le occasioni non mancano, soprattutto d'estate quando c'è la possibilità di portarlo al mare. La migliore cosa però è cominciare fin da piccolo ad abituarlo all'acqua quindi...
Bambino

Come insegnare al proprio figlio ad andare in bicicletta

Uno dei compiti di un genitore è quello di trasmettere il proprio sapere ai figli. Si parte dalle cose semplici fino a quelle più complessi. I momenti di apprendimento rendono il rapporto padre-figlio più intenso e creano bei ricordi. Uno di questi...
Bambino

Come capire se il bimbo ha fame

La giornata di un bambino molto piccolo è scandita da tre momenti fondamentali per la sua crescita. La nanna, la pappa e i bisogni fisiologici, importanti indicatori della salute del piccolo. Si capisce facilmente se il bambino ha sonno o se deve essere...
Bambino

Come insegnare le parole al bambino

Genitore si diventa piano piano crescendo col proprio bambino. Per questo non bisogna accanirsi sul piccolo pretendendo a tutti i costi che lui/lei ripeta le parole che noi vogliamo sentirci dire solo perché magari non vediamo l'ora che dica le due parole...
Bambino

Trucchi per far memorizzare nuove parole a un bimbo

La fase della crescita che porta all'acquisizione del linguaggio è sicuramente una delle più importanti, in questa fase i genitori, o chi di parte, svolgono un ruolo decisivo. È giusto quindi che siano preparati su come insegnare al proprio bambino...
Bambino

Come stimolare a parlare un bambino

Lo sviluppo del proprio bambino rappresenta un processo che consta di diverse fasi. Precisamente, è prevista una fase relazionale, una motoria, una visiva e del linguaggio, che si sviluppato in differenti momenti cronologici. I bambini iniziano ad articolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.