Come insegnare ai bambini a riconoscere le forme geometriche

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La geometria, al pari della matematica, è forse la materia più ostica sia per gli alunni delle scuole elementari, sia per coloro che la studiano a livello universitario. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che ogni concetto è strettamente connesso agli altri, quindi bisogna comprenderli a fondo onde evitare di trovare difficoltà negli studi futuri. Uno dei primi argomenti di questa materia che vengono insegnati sono le forme geometriche, che possono essere spiegate tranquillamente anche dai genitori. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come insegnare ai bambini a riconoscere le forme geometriche.

24

Insegnare le forme tramite i giochi

Oltre alle sagome realizzate in plastica colorata, troviamo molti giochi in legno di varia tipologia, come ad esempio i tradizionali trenini che trasportano triangoli, rettangoli e cerchi, oppure le scatole di legno che aprendosi rivelano un mondo magico di figure geometriche, oltre a piccoli e grandi giochi di tutti i generi inclusi economici puzzle di cartone realizzati con figure geometriche ad incastro. Le variazioni sul tema sono talmente tante, che potrete scegliere quelle che più si addicono al vostro bambino, anche in relazione alla sua età.

34

Insegnare i nomi della forme

Ciò che è sicuro è che i bambini sono molto attratti da questi giochi, ma ovviamente per imparare i nomi delle forme geometriche dovrete condividere con loro un po' del vostro tempo, insegnandogli il nome delle rispettive figure che impareranno ad inserire negli appositi spazi, siano essi fori o supporti in relazione al gioco adottato. Questa tipologia di giochi, insieme ad altri, servono a sviluppare le capacità cognitive e pratiche del bambino, unendo allo svago del gioco un utilissimo esercizio di elaborazione ed apprendimento. Le forme, i colori, ed i suoni, servono a stimolare vista ed udito, le esperienze reali, invece, le capacità sensoriali e di apprendimento.

Continua la lettura
44

Utilizzare i contenitori forati

Infine, ci sono dei giochi che consistono in dei contenitori forati, realizzati solitamente in plastica, che riportano dei buchi che riproducono fedelmente le forme geometriche più comuni: cerchio, quadrato, triangolo, rettangolo, pentagono, esagono, etc. Spesso questi giochi vengono associati ai colori, ad ogni forma geometrica corrisponde infatti un colore differente, mentre in giochi più sofisticati potremo trovare addirittura dei suoni associati alle figure geometriche e alla collocazione delle stesse nel foro specifico di appartenenza.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare ai bambini le sillabe

Imparare a leggere e scrivere è sicuramente uno dei traguardi più magici del percorso di crescita di un bambino. I genitori condividono questo momento, di curiosità e fatica, con i propri figli e sono molto fortunati. Questo compito risulta essere...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare le lettere ai bambini in età prescolare

I bambini in età prescolare, indicativamente dai 4 ai 5 anni, hanno raggiunto una maturità sufficiente per iniziare a riconoscere le lettere dell'alfabeto e i numeri da 1 a 10 (e oltre). Se vogliamo che nostro figlio inizi a familiarizzare con le lettere...
Bambino

Come insegnare danza ai bambini

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come insegnare danza ai bambini. L'insegnamento di questa disciplina dovrà essere eseguita da mani maggiormente esperte, in quanto è formata da esercizi che dovranno essere imparati gradatamente, seguendo un...
Bambino

Come insegnare ai bambini il rispetto per gli altri

Se in questa guida cercate un decalogo da seguire per insegnare il rispetto per gli altri ai vostri figli, forse è il caso che vi chiariate un po' le idee. Non esistono regole da osservare, precedenze da accordare o inchini da eseguire. Il rispetto è...
Bambino

Come insegnare i mesi dell'anno ai bambini

Tutti i bambini sono sempre molto curiosi di imparare continuamente delle cose nuove, e per questo motivo sia gli insegnanti che i genitori devono cercare di assecondare in tutti i modi la loro voglia di conoscere ed esplorare, senza mai forzare le cose....
Bambino

Come insegnare ai bambini a leggere e scrivere

Il primo impatto con la scuola non è mai semplice per i bambini perché segna sia la lontananza dai genitori che un reale cambiamento nelle abitudini quotidiane. Il primo passo da compiere è sicuramente imparare a leggere e a scrivere. A tal proposito,...
Bambino

Come insegnare i colori ai bambini

Sebbene non possiedano ancora la proprietà di linguaggio i bambini apprendono rapidamente tutte le informazioni con le quali vengono a contatto. Non è mai troppo presto per offrire delle nuove nozioni ai piccoli, ma il buonsenso e l'esperienza suggeriscono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.