Come insegnare ai bambini a giocare da soli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il gioco è un'attività importante, nello sviluppo del bambino, sin dai primi giorni di vita. Serve a stimolare le capacità motorie e intellettive. Il bambino, giocando, impara a socializzare e a comunicare. Un'altra finalità è la condivisione e il rispetto delle regole. Il gioco solitario, tuttavia, stimola la fantasia, la creatività e l'autonomia. È da considerare anche l'effetto terapeutico in alcuni casi di disturbi psicologici. Questa semplicissima guida cercherà di spiegare come insegnare ai bambini a giocare da soli.

25

Il gioco solitario non indica isolamento

Il bambino che gioca da solo non ha difficoltà di relazione con i suoi amichetti. I genitori devono saper riconoscere la tendenza all'isolamento del proprio figlio. Occorre, invece, proporre dei giochi semplici, ma stimolanti. Non forzare il bambino a fare attività noiose e ripetitive. Bisogna capire quali movimenti o esercizi suscitino la sua curiosità. Nel gioco solitario il bambino può essere aiutato da personaggi o animali immaginari. Questo non deve allarmare i genitori. Può accadere anche che il piccolo parli da solo. Neanche in questo caso ci dobbiamo preoccupare, perché in età infantile è fisiologico.

35

Giocare con il bambino e allontanarsi

I genitori possono incoraggiare il bambino a giocare da solo a partire dal terzo/quarto mese di vita. Si inizia a giocare con lui e si prova ad allontanarsi gradualmente. Quando il bambino è completamente assorbito dal gioco, il genitore si può allontanare del tutto, senza mai perderlo di vista. Ogni tanto occorre intervenire per ravvivare l'interesse. Chiaramente se gioca tranquillo è meglio non distrarlo. I momenti più indicati per iniziare a insegnargli a giocare da solo, sono quelli del risveglio o prima di addormentarsi. Conviene lasciare nella culla dei piccoli giochini.

Continua la lettura
45

ambiente di gioco sicuro

L'ambiente di gioco non deve essere pericoloso. Eliminare ogni oggetto o giocattolo che possa arrecare danno. In commercio si possono trovare varietà di giocattoli adatti ad ogni età, finalizzati al gioco solitario. Il genitore spiegherà al piccolo come utilizzarlo. Tuttavia molti oggetti che si trovano nelle nostre case possono essere dati al bambino per stimolare la fantasia e la curiosità. Tutto questo, sempre, con il controllo attento e vigile di un adulto.

55

Tempo e materiale da disegno

Il tempo che ogni bambino dedica al gioco, varia con l'età. Fino ad un anno di vita il piccolo può giocare da solo per circa dieci minuti. Crescendo, aumenterà la quantità di tempo che dedicherà alle varie attività. Dopo i tre anni, è opportuno lasciare a portata di mano dei piccoli, quaderni, matite e colori. Da sempre il disegno permette al bambino di esprimere la sua fantasia ed emotività.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare i bambini a mangiare da soli

Il momento del pasto significa condivisione, scambio di idee, racconti di vita quotidiana. Durante i pasti si prendono decisioni importanti ed è il momento migliore per i genitori per trasmettere la loro conoscenza e il loro modello educativo. Al giorno...
Bambino

Come insegnare ai bambini ad andare in bagno da soli

Quando si avvicina l'età dei due anni, è necessario iniziare ad imparare ai propri bambini l'approccio con il bagno, ovvero devono gradualmente imparare ad andare in bagno da soli. Si tratta di un vero e proprio periodo di cambiamento e dunque è preferibile...
Bambino

Come insegnare ai bambini a scrivere

Negli anni passati, per insegnare ai bambini a scrivere, si faceva disegnare loro i "bastoncini". In questo modo i bambini acquisivano dimestichezza nel tenere in mano una penna. Oggi non si utilizza più questo tipo di metodo perché antiquato, ripetitivo...
Bambino

Come insegnare ai bambini ad asciugarsi i capelli

I nostri bambini, soprattutto nei primi anni di vita, necessitano di cure ed attenzioni particolari. Ogni parte del loro corpo è molto delicata, soprattutto il capo. È risaputo che quasi a tutti i bambini non piace lavare i capelli, specialmente quando...
Bambino

Come insegnare danza ai bambini

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come insegnare danza ai bambini. L'insegnamento di questa disciplina dovrà essere eseguita da mani maggiormente esperte, in quanto è formata da esercizi che dovranno essere imparati gradatamente, seguendo un...
Bambino

Come insegnare i mesi dell'anno ai bambini

Tutti i bambini sono sempre molto curiosi di imparare continuamente delle cose nuove, e per questo motivo sia gli insegnanti che i genitori devono cercare di assecondare in tutti i modi la loro voglia di conoscere ed esplorare, senza mai forzare le cose....
Bambino

Come insegnare ai bambini a gestire il loro tempo libero

Per tempo libero s'intende quel momento in cui non si hanno più impegni lavorativi. Quindi, non è altro che un tempo da dedicare a se stessi. Oppure ad attività piacevoli e rilassanti. Tuttavia, a volte si finisce per far diventare routine anche questo...
Bambino

Come insegnare le note musicali ai bambini piccoli

Wolfgang Amadeus Mozart. Chi di noi non conosce questo celebre compositore? Dalla metà del '700 sino ai giorni nostri, egli ha scritto la musica migliore di tutti i tempi. Il giovane Mozart iniziò la sua carriera proprio da bambino, il che fa significa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.