Come incuriosire i bimbi a suonare il pianoforte

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il pianoforte rappresenta uno strumento molto affascinante ed impegnativo da suonare. Come in qualunque situazione, i bambini apprendono gli insegnamenti con maggiore semplicità. Di conseguenza sarebbe preferibile cercare di avvicinarli il prima possibile a specifiche discipline. Esiste qualche metodo efficace per rendere appassionante e divertente uno studio abbastanza complesso. Come si possono avvicinare i ragazzini ad uno studio così difficile? Come può diventare lo studio del pianoforte dapprima un divertimento e poi un hobby? Nel seguente tutorial sulla musica, vedremo come incuriosire i bimbi a suonare il pianoforte.

28

Occorrente

  • Pianoforte (a muro o a coda)
  • Spartiti musicali facili e pieni di colori
38

Collaborare con l'insegnante di pianoforte

Quando un bambino si appassiona ad una specifica disciplina, generalmente non abbandonerà questa sua passione nel corso dell'adolescenza. Innanzitutto occorre collaborare con l'insegnante di pianoforte, osservando le azioni del bimbo quando torna a casa per fare gli esercizi assegnati. Se nostro figlio va a scuola, non dobbiamo rimproverarlo qualora non volesse sempre suonare. Bisogna permettergli di appassionarsi gradualmente ad ogni cosa, senza nessuna forzatura che lo allontanerebbe dalla presente disciplina.

48

Far scrivere le note sui tasti e far ascoltare più musica da pianoforte possibile

Al bimbo facciamo colorare i tasti adoperando dei pennelli lavabili e scrivere le note musicale sopra i tasti del pianoforte. Dobbiamo anche fargli ascoltare qualche musichetta classica presente negli spartiti da memorizzare. Questo perché l'ascolto favorisce nettamente la riproduzione del suono. Durante il tempo libero, accendere lo stereo ed ascoltare la musica da pianoforte quando c'è nostro figlio con noi. Il bimbo si abituerà ad una certa musicalità e svilupperà il proprio desiderio di suonare melodie familiari.

Continua la lettura
58

Tenere una pianola in casa e giocare con il bimbo

In casa dobbiamo avere una pianola e tenerla sempre alla portata del bimbo. Anche se il pianoforte piacerebbe di più, si tratta di un acquisto rilevante da fare soltanto quando il bambino si appassiona allo strumento musicale. Siccome il piccolo deve giocarci, non bisogna fermarlo se suona in modo confuso ed assordante. Facciamogli seguire il proprio rumore e lasciamolo divertire. Prestiamo sempre attenzione al bimbo, magari applaudendolo quando ha smesso di giocare. In questo modo, egli capirà che anche i suoi genitori si stanno divertendo insieme a lui.

68

Far seguire il bimbo da un insegnante di pianoforte bravo

Il gioco eseguito in questo modo risulterà funzionale per attirare l'attenzione del nostro compositore in erba. Qualora l'interesse di nostro figlio proseguisse, avremmo l'opportunità di informarci circa gli insegnanti di musica esistenti nelle vicinanze della nostra abitazione. Non cerchiamo soltanto l'insegnante migliore, focalizziamoci anche su un profilo dotato di tanta pazienza. Il maestro di pianoforte dovrà essere in grado di giocare con il nostro bimbo ed incitarlo a premere sui tasti dello strumento musicale. Ecco dunque come incuriosire i bambini a suonare il pianoforte.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mantenere sempre il pianoforte o la pianola igienizzati, per la salute del bimbo.
  • Avere molta cura nella selezione del maestro di piano.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 attività outdoor invernali da fare coi bimbi

Come voi lettori e lettrici ben saprete, il fatto che l'aria aperta faccia molto bene non è sicuramente un mistero: a maggior ragione, per i bambini è importantissimo svolgere delle attività outodoor, per svariati motivi (attività ed esercizio fisico...
Bambino

Come comportarsi in caso di tic nervosi nei bimbi

I tic nei bimbi sono le prime preoccupazioni che hanno i genitori. Molti di questi vengono attribuiti a movimenti che si ripetono continuamente. Tuttavia, i tic sono gesti, movimenti ed espressioni improvvisi. Questi con il passare del tempo possono...
Bambino

Bimbi: le 8 regole per bere correttamemte

I genitori hanno grandi responsabilità verso i propri bimbi, una di questa è quella di assicurarsi della loro corretta idratazione. Infatti i bambini non possono bere le stesse cose di un adulto ma solo determinate bevande che sono fondamentali per...
Bambino

Motivi per cui mandare i bimbi al nido

Per un genitore ma soprattutto per le mamma molte volte mandare i bimbi all'asilo nido è più una necessità che una decisione volontaria. Tale necessità nasce dal fatto che di questi tempi, ci si gode giusto i mesi della maternità e dell'allattamento...
Bambino

Come gestire tre bimbi piccoli

Avere una famiglia numerosa è una sfida meravigliosa. Durante la crescita, la casa si riempie di grida e di risate. Certamente, non ci sono solo gioie. I genitori si trovano ad affrontare i vari problemi, moltiplicati per due o per tre. Il compito educativo...
Bambino

Strabismo nei bimbi piccoli: quando e come intervenire

Lo strabismo nei bambini è più frequente di quanto si possa pensare. Fino ai sei mesi di età però è ancora solo transitorio. I bimbi spesso non riescono a posizionare le pupille nella stessa direzione. Ma si tratta quasi sempre di un disturbo che...
Bambino

5 idee per un book fotografico per bimbi

Più i nostri bimbi sono piccoli, più viene voglia di fare milioni di scatti per immortalare questi momenti bellissimi e unici. I bimbi però sono soggetti difficili da fotografare, perché si muovono in continuazione, chiudono gli occhi, si mettono...
Bambino

10 idee per prepararsi al Natale coi bimbi

Qual è quel periodo dell'anno in cui dobbiamo essere tutti più buoni, si vedono luci e colori dappertutto, riprende la solita querelle pandoro contro panettone e siamo giustificati se ingrassiamo un po'? Il Natale, ovviamente! E Natale, diciamoci la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.