Come gestire l'egocentrismo nei bambini

Tramite: O2O 07/06/2020
Difficoltà: media
15

Introduzione

Essere egocentrici significa pensare solo a se stessi, senza curarsi di quello che pensano o sentono gli altri. Ma nel caso dei bambini, l'egocentrismo è improntato semplicemente nel fatto che si trovano in uno stadio evolutivo in cui non hanno ancora sviluppato il pensiero empatico. Di solito, intorno ai 18-24 mesi i bambini iniziano a sviluppare forme più o meno accentuate di egocentrismo che li porta a pensare di essere al centro di tutto e che tutto gli appartenga. È una fase molto delicata che i genitori devono cercare di gestire al meglio per evitare che diventi un atteggiamento più accentuato negli anni a venire.
L'egocentrismo, dunque, fa parte dello sviluppo dei più piccoli ed è salutare che lo superino, inoltre è necessario che attraversino questo stadio e che i genitori non debbano dargli più importanza di quello che realmente merita; pertanto, dovrebbero solo armarsi di tanta pazienza e affetto. Vediamo quindi in questa breve ma semplicissima guida come gestire questo atteggiamento nei bambini.

25

Insegnargli a condividere le cose

La prima cosa da fare per gestire l'egocentrismo del nostro bambino è quello di fargli capire che non tutto gli appartiene, come invece tendono a pensare i bambini a questa età, e che è necessario condividere gli oggetti con gli altri. Già in casa il genitore può abituare il bambino alla condivisione chiedendogli, per esempio, di utilizzare un suo gioco o un suo oggetto dando a lui, di contro, un proprio oggetto. La presenza di un fratello o di una sorella può accentuare l'espressione del proprio egocentrismo nel bambino all'inizio, in quanto costituisce un vero e proprio trauma, ma nel tempo aiuta questo processo di consapevolezza nel bambino, ma è bene armarsi di tanta pazienza perché non mancheranno litigi e manifestazioni di rabbia da parte del piccolo e gestirli a volte mette a dura prova i nostri nervi.

35

Promuovere il contatto con i coetanei

Per lavorare sulla condivisione, comunque, è importantissimo il contatto con i coetanei frequentando, ad esempio l'asilo. Lì il nostro bambino sarà, per forza di cose, costretto a condividere giochi ed oggetti ed a capire che gli altri bambini hanno il suo stesso diritto di usare quegli oggetti. Il bambino verrà guidato dagli insegnanti in questo importante processo anche tramite giochi di ruolo adatti che fanno capire al bambino che non può sempre essere al centro dell'attenzione e che deve lasciare il posto ai coetanei in determinati momenti. Anche in questo contesto non mancheranno litigi o crisi di pianto, che andranno gestiti con calma e con pazienza. Si tratta di un processo difficile e lungo, ma necessario affinché il nostro bambino possa integrarsi al meglio con i coetanei e con la società in genere.

Continua la lettura
45

Trovare delle alternative ai loro desideri

Se quindi il bambino pretende di avere un determinato oggetto, non dobbiamo negarglielo con nervosismo e scatti d'ira, bensì intratteniamolo con un'altra alternativa che riteniamo più appropriata. In ogni caso, dobbiamo agire con calma, affetto e delicatezza e controllare il nostro atteggiamento, senza urlare ed evitando modi bruschi. Se il bambino insiste col volere una determinata cosa, ripetiamo di nuovo le stesse frasi senza alterazioni per non scatenare la sua ira. Un genitore, infatti, deve in ogni caso essere un buon esempio di calma e serenità per un figlio.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 consigli per gestire la frustrazione dei bambini

In questa lista vedremo 5 consigli utili per gestire la frustrazione nei bambini. Il pianto è un meccanismo di comunicazione fondamentale nei bambini. Con la crescita si trasforma In un modo per comunicare la sua insoddisfazione verso qualcosa o una...
Bambino

Bimbi: come gestire la paura degli estranei

I bambini, è risaputo, hanno bisogno dell'appoggio e degli insegnamenti dei genitori per imparare cose nuove ma soprattutto per superare le proprie paure. Una di queste, tra le più diffuse nei bambini, è la paura degli estranei che mi manifesta spesso...
Bambino

Come gestire un bimbo al mare

L'arrivo di un figlio stravolge le abitudini di tutta la famiglia e molto spesso al momento di programmare le vacanze sorgono determinate incertezze.Sarà possibile gestire la situazione in tutta tranquillità? Il mare, senza le dovute precauzioni, può...
Bambino

Come gestire tre bimbi piccoli

Avere una famiglia numerosa è una sfida meravigliosa. Durante la crescita, la casa si riempie di grida e di risate. Certamente, non ci sono solo gioie. I genitori si trovano ad affrontare i vari problemi, moltiplicati per due o per tre. Il compito educativo...
Bambino

Come gestire un bambino difficile

In questa guida verranno dati utili consigli su come gestire un bambino difficile. Come ben saprete, un bimbo di pochi anni nella fase della crescita, ha un temperamento e un modo di fare difficile da controllare. Questo è dovuto da diversi fattori ma,...
Bambino

Maternità: come gestire il rientro al lavoro

Per tante neo mamme la fine del periodo della maternità può essere un momento molto critico, ma è comunque una tappa molto importante che merita di essere trascorsa nel migliore dei modi. L'essenziale in questo caso è la serenità della mamma e del...
Bambino

Come gestire un bambino che porta via i giochi agli altri bimbi

Molto spesso capita che in età infantile, il bambino mentre gioca con gli amichetti, porta via in modo presuntuoso e prepotente i giochi agli altri facendoli piangere oppure creando delle situazioni di tensione. Naturalmente, di fronte a questi particoli...
Bambino

Come intrattenere i bambini durante una festa

Organizzare una festa dove tra gli invitati vi siano presenti più o meno bambini, è un'occasione per mettere alla prova la vostra capacità creativa. Saper gestire l'intrattenimento di una festa dedicata ai più piccoli o dove comunque ve ne siano tra...