Come gestire il raffreddore nei neonati

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I classici sintomi del raffreddore per grandi e piccoli sono il naso chiuso, il muco, gli starnuti e gli occhi arrossati. Bisogna sempre prestare molta attenzione nel proteggere il bimbo dagli eventuali colpi d'aria indesiderati o dall'opportunità di contrarre malattie virali. Nonostante questo, accade spesso (in particolare durante l'inverno) che il piccolo si ammali. Il raffreddore di per sé non ha una gravità elevata, ma potrebbe risultare tanto fastidioso per i bambini che tendono a respirare soprattutto dal naso. Vediamo pertanto qualche consiglio funzionale su come gestire al meglio il raffreddore nei neonati.

27

Occorrente

  • Lavaggio nasale
  • Aerosol o bevande tiepide
  • Miele (eventuale)
  • Pediatra (eventuale)
37

Eseguire il lavaggio nasale prima del pasto e della nanna

Generalmente il lavaggio nasale non viene adorato molto dai neonati, eppure può dar loro tanto sollievo. Liberare le sue vie respiratorie dalle ostruzioni gli consente una guarigione più veloce e di respirare con maggiore semplicità. Preferibilmente dobbiamo operare sul neonato prima di ogni pasto e della nanna. In commercio si trovano delle comode fialette, ma possiamo adoperare semplicemente la classica siringa. Il lavaggio nasale è importante anche perché riesce a prevenire la diffusione e l'evoluzione del batterio, in quanto le secrezioni del neonato possono raggiungere l'apparato uditivo causando una probabile otite.

47

Non somministrare farmaci e usare l'aerosol o idratare bene il neonato

Il raffreddore è una malattia che guarisce in modo spontaneo nel giro di 7 giorni, dunque non facciamo assumere medicinali al neonato. D'altro canto è importante fare in modo che il muco si mantenga fluido, allo scopo di espellerlo più facilmente. Possiamo impiegare l'aerosol o mantenere il neonato ben idratato, allattandolo spesso o facendogli consumare molte bevande tiepide. Quest'ultime le possiamo dolcificare con un cucchiaino di miele, purché il bambino abbia almeno 12 mesi di vita. In caso contrario dobbiamo evitare questo ingrediente, perché il miele contiene delle spore che potrebbero avere degli effetti tossici sul neonato.

Continua la lettura
57

Non mandare il neonato al nido e rivolgersi al pediatra quando necessario

Il neonato raffreddato che non ha la febbre può uscire quando la giornata non è ventosa o piovosa. Ci conviene invece non mandarlo all'asilo nido per alcuni giorni, in modo da prevenire il contagio agli altri e non esporlo ad ulteriori germi. I neonati raffreddati sono infatti molto più vulnerabili alle ulteriori malattie rispetto alle condizioni di normalità. Qualora sopraggiunga anche la febbre elevata dopo 2-3 giorni, dobbiamo rivolgerci al pediatra. Chiediamo l'intervento di questo professionista anche quando il neonato ha persistenti secrezioni giallo/verdognole, inappetenza o dolore alle orecchie.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non dare al neonato raffreddato un farmaco per il raffreddore.
  • Rendere il muco fluido con l'aerosol o le bevande tiepide.
  • Rivolgersi al pediatra in caso di secrezioni giallo/verdognole, dolore alle orecchie, inappetenza e lamentosità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Neonati prematuri: le principali difficoltà

Ogni anno nel nostro paese nascono molti neonati prematuri, circa il 6-7% delle nascite. Si tratta di bambini che vengono alla luce con parto pretermine, prima cioè della trentasettesima settimana di gravidanza a causa di diversi fattori di varia natura....
Bambino

Come ridurre lo stress dei neonati

Avere un figlio, soprattutto se si tratta del primogenito, può essere un lavoro davvero piacevole ma nello stesso tempo impegnativo e parecchio stressante. I neonati infatti, hanno bisogno di moltissime attenzioni per sentirsi sempre tranquilli, per...
Bambino

I giochi da fare con i neonati

I neonati danno moltissima gioia in casa, ma hanno sempre bisogno di stimoli per crescere bene e per apprendere continuamente nuove cose. Un neonato ha dunque bisogno di continue attenzioni e proprio per questo, i giochi, sono la soluzione migliore per...
Bambino

Come pulire il nasino ai neonati

La guida che imposteremo si occuperà, nei prossimi tre passi, di spiegarvi come andare a pulire il nasino ai neonati. Il procedimento, come scoprirete, è piuttosto semplice. Ritengo che questa tematica possa essere particolarmente interessante. Incominciamo...
Bambino

Come scegliere la sdraietta per neonati

I bambini sono una gioia immensa ma hanno bisogno di cura e di moltissimi accessori adatti a loro per vivere al meglio i loro primi anni di vita. I bambini hanno bisogna di ciucci, pannolini, vestitini, passeggini, seggiolini, lettini ma anche di comode...
Bambino

Neonati: come favorire il sonno notturno

Molto spesso, un bambino può non avere alcuna intenzione di prendere sonno. Le motivazioni possono essere le più disparate, dalla televisione ad alto volume al clima troppo caldo. Nella maggior parte delle circostanze, il letto non possiede la comodità...
Bambino

Cosa leggere ai neonati

Il classico stereotipo della favola della buonanotte che spopola nei film, ormai ci insegna che, perlomeno ai bambini dai tre anni in poi, si possono leggere delle favole per farli dormire tranquilli, ma nessuno si pone mai la domanda su cosa leggere...
Bambino

Lavaggi nasali per bambini, neonati e adulti

Lavaggi nasali per bambini, neonati e adulti: quante volte il naso tappato causa sofferenza e fastidio? Non per niente i lavaggi nasali sono importanti per tutti i neonati e i bambini. Il muco in abbondanza, infatti, può causare qualche problema respiratorio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.