Come fare la doccia ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Tra gli spruzzi, la doccia, qualche gioco e le risatine la può diventare rapidamente il vostro momento preferito della giornata, ma soprattutto quello del bambino. La doccia è sicuramente più rapida rispetto al bagnetto, ma deve comunque essere un bel momento per il bambino, divertente e piacevole, altrimenti crea sempre difficoltà e farà sempre capricci quando giunge il momento. La doccia è un momento frenetico, ma può è anche un modo per rilassare il bambino, importante dopo una giornata movimentata. E come anche avere un massaggio per il bambino, un modo che può essere d'aiuto per preparare il vostro bambino ad andare a letto. D'estate è normale farle spesso perché tra giochi e caldo, se ne ha bisogno, ma non esagerate con il tempo di esposizione, perché sappiamo che l'esagerazione con la doccia porta ad alterazione del sistema di protezione della cute, del sistema immunitario. In inverno è bene farne 2-3 a settimana. Detto questo, andiamo a vedere quali sono gli step principali che ci aiutano a vedere come fare la doccia ai bambini.

28

Occorrente

  • tempo, calma, amore
38

Durante la doccia il bambino deve essersi coccolato: deve essere per lui un'attività piacevole, da vivere senza disagi e senza fretta. Prendetevi, quindi, il tempo necessario per organizzare tutto: dalla preparazione dell'ambiente (che deve essere temperato in maniera adeguata), a quella dell'acqua, fino agli indumenti che gli metterete dopo la doccia. Una parte del giorno in cui dedicarvi a quest'attività potrebbe essere la sera, quando la giornata sta terminando e potete accudire il bambino con maggiore serenità.

48

Quindi, iniziate a preparare il bambino alla doccia: spesso i bambini non amano "sentirsi invasi dall'acqua" e sta, quindi, a voi, rendergli quest'attività piacevole. Aiutatelo a spogliarsi cantando qualcosa di allegro e raccontando una storia divertente, mentre l'acqua raggiunge la temperatura desiderata: la doccia diventerà così un momento in cui si è stati bene con la mamma o il papà.

Continua la lettura
58

Quando il bambino è sotto la doccia, iniziate a lavarlo dalla testa: aiutatelo a portare la testa all'indietro (poggiando le mani alla parete in modo che non perda l'equilibrio), versate un po' di shampoo e iniziate a lavargli i capelli. Se necessario fate due passate di shampoo e sciacquate bene per non lasciare residui.

68

Ora passate al resto del corpo: lavate prima la parte superiore scendendo verso il basso e, separatamente le parti intime. Quindi, sciacquate con cura. Utilizzate uno shampoo e un bagnoschiuma neutro, adatto alla pelle del bambino, per evitare irritazioni.

Se possibile, fatevi aiutare dal bambino nel lavarlo magari con una spugna saponata con cui può giocare e, durante tutta la doccia, oltre a fare tutto in maniera delicata e senza fretta, continuate a cantare per lui o la raccontargli qualcosa di divertente.

78

Al termine della doccia, copritelo bene con l'accappatoio e vestitelo nel bagno dove l'aria è più calda per l'uso dell'acqua calda.
Asciugate i capelli con i phon, dopo averli pettinati, con l'aiuto di un cotton fioc pulite bene le orecchie e usate del borotalco per eliminare le ultime tracce di umidità.
In questo modo, con molta probabilità, sarà lui a chiedervi di fare la doccia perché è stata un'esperienza in cui si è sentito coccolato e accudito da mamma e papà.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • trasmetti al tuo bambino il tuo amore e la tua cura

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Festa della mamma: 5 cose da fare insieme

La Festa della mamma è sicuramente un giorno speciale per molte famiglie. La mamma è sempre la mamma, ed è una delle persone più care nella vita di chiunque. È la persona che si è presa cura di noi, che ci ha donato tutto il suo amore e ci ha coccolato...
Famiglia

Coppia: come sopravvivere all'arrivo di un neonato

Con l'arrivo di un neonato la vita di coppia inizia a cambiare. Accudire/ occuparsi di un bebè non è facile. Si tratta di un compito che deve essere fatto da entrambi i genitori perché se il neo - papà non collabora possono iniziare ad emergere problemi...
Bambino

Motivi per cui un neonato piange

Poiché tutti i bambini non hanno ancora l'uso della parola, l'unico metodo di comunicazione che ha un neonato per farsi capire dai genitori o da chi gli sta intorno è il pianto. Ogni qual volta che sente il bisogno di comunicare qualcosa infatti l'unico...
Bambino

Idee per festeggiare i dieci anni di un bimbo

Il decimo compleanno è un momento bello, emozionante, quasi magico. La prima decina che si completa, l'inizio degli anni in cui non si è più bambini ma non ancora entrati nell'età adulta. Insomma lo sbocciare della giovinezza, degli anni più belli...
Bambino

Come dare la giusta importanza al gioco del bambino

I bambini sono degli esseri straordinari, puri ed incontaminati, senza sovrastrutture mentali e liberi da preconcetti. La loro vita non è ancora stata intaccata dai problemi quotidiani degli adulti (almeno nella norma, tralasciando ovviamente i casi...
Bambino

Malesseri del bambino: come capirli

Avere un bambino è una grande gioia, ma sicuramente bisogna avere parecchia pazienza e molta accortezza per prendersi cura di un bambino, soprattutto nei primi anni di infanzia e adolescenza. I piccoli infatti, hanno bisogno di attenzioni e di cure per...
Bambino

Come fare se il bambino vuole stare sempre in braccio

I bambini adorano essere coccolati, cullati e amati dai propri genitori. I piccoli infatti, dormono benissimo quando sono tra le loro braccia, ma quando vengono delicatamente adagiati nella culla, iniziano a piangere. Tutto questo a lungo andare, crea...
Bambino

Come avvicinare i bambini all'uso della bicicletta

Andare in bicicletta rappresenta per ogni bambino una tappa fondamentale di autonomia e di controllo. Solitamente intorno ai 4-5 o anche 6 anni, i bimbini chiedono spontaneamente di insegnargli ad andare in bicicletta senza rotelle. Se invece, questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.