Come fare l'iscrizione all'anagrafe per i nuovi nati

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La nascita di un bambino è sempre un avvenimento importante sconvolgendo piacevolmente la vita di una famiglia, che per nove mesi ha atteso questo lieto evento. Per tutto questo tempo, tra le altre cose, non si è pensato che al nome da dare al neonato e adesso è arrivato il momento di formalizzare questa scelta ed avviare le pratiche per garantirgli tutti i diritti di cittadino.
La commozione e gli impegni sono tanti, lo stato emotivo ci porta a stargli vicino ma principalmente non dobbiamo dimenticare che c'è qualche formalità da sbrigare verso gli organi competenti per la sua registrazione, ad iniziare dall'iscrizione all'anagrafe prevista per i nuovi nati. Di seguito spiegherò come fare.

26

Per prima cosa, si redige "la denuncia o dichiarazione di nascita", una comunicazione ufficiale da presentare entro tre giorni dal parto alla Direzione Sanitaria dell'Ospedale, che attesti che il piccolo è venuto al mondo. Loro provvederanno a comunicarla all'Ufficiale di Stato Civile del Comune. Se vi fosse sfuggito questo passaggio potrete registrare il bambino entro 10 giorni dalla nascita direttamente all'Ufficio di Stato Civile del Comune di nascita, oppure al Comune di residenza dei genitori se è diverso.

36

Chi deve fare la denuncia? Essa può essere effettuata da uno dei due genitori indifferentemente, se sono sposati e riconoscono entrambi il piccolo. Se invece non sono sposati, alla denuncia devono essere presenti tutti e due. Nel caso in cui è la sola mamma a riconoscere il figlio, dev'essere lei a denunciarne la nascita. Il padre naturale non può riconoscerlo da solo. Infine, nell'eventualità che la madre non voglia riconoscere il figlio, sarà il Direttore Sanitario dell'ospedale a dichiarare la nascita del bimbo e alla mamma sarà garantito l'anonimato. In ogni caso, la denuncia di nascita può essere effettuata da un incaricato della madre o dei genitori, che dev'essere munito di una delega scritta e del proprio documento di identità.

Continua la lettura
46

Il dichiarante, per redigere la denuncia, deve presentarsi alla Direzione Sanitaria dell'Ospedale munito di carta d'identità. Qualora invece la denuncia fosse fatta direttamente all'Ufficio di Stato Civile entro 10 giorni dalla nascita, sarà necessario esibire il certificato di assistenza al parto rilasciato dal medico o dall'ostetrica. In questa occasione i genitori dichiarano il nome del bambino, fino ad un massimo di tre nomi consentiti.

56

L'iscrizione al registro anagrafico viene effettuata dall'Ufficiale di Stato Civile quando l'Ufficiale dell'Anagrafe comunica l'atto di nascita il bimbo. Il piccolo, quindi, viene automaticamente iscritto al registro anagrafico del Comune ed entra a far parte dei suoi residenti.

66

Dopo aver denunciato la nascita, un altro documento indispensabile è l'iscrizione all'anagrafe tributaria presso l'Ufficio delle Entrate di zona che, a sua volta, rilascia il codice fiscale necessario per iscriver il bambino al Servizio Sanitario e per scegliere il pediatra. Non c'è esattamente un tempo entro cui è necessario iscrivere il neonato a questo registro, diciamo che la scadenza è dettata dall'urgenza di farlo assistere da un medico pediatra. Il passo successivo sarà di recarsi alla ASL territorialmente competente per iscrivere il neonato al Servizio Sanitario, fondamentale per l'erogazione di servizi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come affrontare i primi giorni a casa con un neonato

Dopo una lunga gravidanza di nove mesi giunge il momento del lieto evento. Avere un bambino è una delle esperienze più rivoluzionarie per la vita di una famiglia. In particolar modo è la mamma a subire più cambiamenti e a sentire le sensazioni più...
Famiglia

I cognomi italiani più diffusi

I cognomi sono diventati obbligatori in Italia dal 1564, e al giorno d'oggi hanno quella caratteristica di distinguere una persona dall'altra. In epoche lontane, velocizzavano e semplificavano i censimenti. I cognomi venivano attribuiti a seconda di un...
Famiglia

Come affrontare un trasloco con i bambini

Cambiare casa è un evento che comporta una cambiamento delle abitudini di vita di tutta la famiglia. Per i più piccoli, ad esempio, un trasloco può significare il trasferimento in una nuova scuola, la perdita di vecchi amici e la necessità di farsi...
Famiglia

5 idee regalo low cost per un matrimonio

Ricevere l'invito ad un matrimonio è un lieto evento che elettrizza i più. Parenti e amici si stringono attorno alla coppia nel loro giorno più bello. E ogni invitato deve fare i conti sia col guardaroba sia con i regali. Per i nuovi coniugi possiamo...
Famiglia

10 passatempi per non far annoiare i figli d'estate

L'estate è un periodo dell'anno meraviglioso in cui anche i bambini hanno l'occasione di dimenticare lo stress e la fatica degli impegni quotidiani e dedicarsi al divertimento. Se non sapete come organizzare l'estate dei vostri bambini troverete sicuramente...
Famiglia

I cognomi italiani più strani

L'Italia è una terra molto particolare, ricca di cultura e di tradizioni. Gli abitanti italiani hanno una storia molto travagliata, dato che l'Italia è stata divisa per tantissimi secoli e quindi ha subito le influenze straniere. Per questo gli abitanti...
Famiglia

Le varie tipologie di famiglia

Da che mondo è mondo la famiglia ha costituito uno dei fondamenti delle società di ogni tempo, ma durante i secoli i concetto di famiglia ha subito delle leggere variazioni, ed anche il significato stesso di famiglia è variato, in base alle esigenze...
Famiglia

Neo mamma: come gestire le ansie

L'ansia purtroppo è un malessere psicologico, che porta anche alla depressione; quando si diventa neo mamme soprattutto del primo figlio, molte ansie ingombrano la mente, come ad esempio se si è in grado di poter tutelare il bambino; cosa potrebbe avere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.