Come fare accettare la propria disabilità ad un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La diversità rappresenta un problema serio, è inutile negarlo. Essa infatti compromette quelle che sono le normali attività, causando una sensazione di alienazione dal mondo, di inadeguatezza, di “mancata accettazione reciproca”. Il problema di gestione e di accettazione aumenta quando l’interessato è un bambino. In questa guida cercheremo di capire come fare accettare la propria disabilità ad un bambino. Sia chiaro che non è un processo semplice ma che bisogna affrontare facendo delle piccole azioni mirate e facendosi aiutare, cosa molto consigliata, da uno psicologo infantile che conosca quindi bene le dinamiche della mente di un bambino disabile.

24

Capire in cosa consista la disabilità

Il primo passo è capire in cosa questa diversità consiste. Che si tratti di un malfunzionamento di qualche organo, della assenza di uno di questo, che il problema sia visibile o noto solo all’interessato, bisogna per prima cosa comprendere cosa questo problema comporti, quali difficoltà siano da affrontare nella vita quotidiana, quali sfide quotidiane il bambino si trovi a superare. Bisogna aiutare il bambino a comprendere in cosa consista la sua difficoltà, in modo che possa prevedere eventuali pericoli e evitare situazioni di rischio.

34

Spingere il bambino a sviluppare degli interessi

Affermazioni generali del tipo “sei così, ma sei speciale” non sono sufficienti. Bisogna infatti, soprattutto con i bambini, lavorare in maniera più mirata. Se ad esempio il bambino non è in grado di vedere, bisognerà fargli capire che comunque lui stesso potrà contare su uno sviluppo maggiore degli altri sensi. Occorre spingere il bimbo a sviluppare degli interessi, spingendolo a giocare e “sfidare” gli altri bambini in campi che mettono alla prova proprio i sensi che lui stesso ha più sviluppati. In questo modo la sensazione di superiorità in un campo colmerà seppur parzialmente l’inferiorità in un altro. È fondamentale poi non negare la diversità.

Continua la lettura
44

Accettare la diversità dei propri figli

Un’ultima annotazione: per aiutare i bambini a convivere con la loro diversità, è fondamentale per prima cosa che siano i genitori ad accettarla. In molti casi infatti il rifiuto e la negazione della situazione, di cui uno o entrambi i genitori si rendono protagonisti, fa in modo che nel bambino si sviluppi una sorta di senso di colpa che non potrà che rendere ancora più problematica la situazione emotivo-psicologica del bambino. Il primo passo è quindi l'autocoscienza dei genitori che devono avere la forza di accettare la situazione e trasmettere soluzioni e serenità al bambino.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Il gioco in condizioni di disabilità

I bambini hanno la necessità di giocare in qualsiasi condizione. In questa guida approfondiremo proprio il tema del gioco in condizioni di disabilità. Al pari dei propri coetanei, anche i ragazzi in condizioni di disabilità hanno il diritto di sviluppare...
Bambino

Come aiutare i figli ad accettare le sconfitte

È capitato a tutti di ricevere delle sconfitte e di prenderla male. Tuttavia, quando gli insuccessi riguardano i figli, in definitiva vengono colpiti anche i loro genitori. Non è semplice vedere il proprio bambino stare male, soprattutto se si tratta...
Bambino

5 libri che aiutano ad accettare il nuovo fratellino

In molti casi è difficile per i primogeniti affrontare l'arrivo di un nuovo fratellino, si scatenano gelosie ed incomprensioni che creano un clima teso all'interno del nucleo familiare; il compito dei genitori è quello di far comprendere ai figli il...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la perdita di un gatto

Pur tenendo conto che ciascuno di noi è diverso e vive la perdita del proprio animaletto, coniglietto, gatto o un altro animale che sia, tale articolo vi vuole spiegare come aiutare un bambino a superare questo trauma. Sempre più spesso gli animali...
Bambino

Svezzamento del bambino: i 10 errori da evitare

Arriva un momento in cui bisogna dire addio ai grandi trattamenti, ad emergere miracolosamente al centro di ogni episodio della vita altrui, fino a rappresentare una parte abbondante dell'oggetto di ogni discorso tra i propri genitori e i terzi. Questo...
Bambino

Come aiutare un bambino timido

Come è possibile riuscire ad aiutare efficacemente un qualsiasi bambino timido? Qualora il vostro piccolo soffra di timidezza, è necessario cercare di incoraggiarlo a reagire, in modo che si possa inserire bene all'interno di un gruppo di persone coetanee,...
Bambino

Come far riordinare i giocattoli al bambino

Avere figli, si sa, non è un compito facile. Superata la fase della prima infanzia, infatti, bisogna insegnare ai bambini alcune regole, per fare in modo che apprendano come comportarsi, in casa e a scuola. Un'abitudine che è importante insegnare è...
Bambino

Come preparare il bambino al primo giorno di scuola

Come voi lettori e lettrici (sia che siate genitori, sia che non lo siate) saprete benissimo, le scuole elementari sono un periodo fondamentale per la vita di qualsiasi bambino e bambina. Per questo motivo è importante che il bambino viva in maniera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.