Come far passare il singhiozzo a un neonato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il singhiozzo nei neonati è da considerarsi, oltre che un fenomeno molto frequente anche del tutto naturale. A mano a mano che il bambino cresce, gli episodi di singhiozzo calano. Dobbiamo considerare il fatto che il singhiozzo non è un fenomeno che si manifesto solo dopo la nascita, ma comincia addirittura durante l'utero materno. La teoria di molti medici infatti, è che il nascituro sta allenando i propri polmoni alla respirazione una volta venuto alla luce. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi forniremo alcuni consigli su come far passare il singhiozzo ad un neonato.

25

Far succhiare la poppata al neonato

Si potrebbe partire dal concetto che il metodo migliore potrebbe essere quello di prevenire questo fastidioso ma del tutto innocuo sintomo: per farlo sarebbe sufficiente far succhiare la poppata al neonato in modo del tutto tranquillo, cercando di far passare meno aria possibile. Se proprio non si riesce ad impedirlo e il piccolo comincia a singhiozzare, una cosa giusta da fare potrebbe essere quella di continuare a somministrare la poppata: nel giro di pochi istanti dovrebbe regolamentare il movimento del diaframma, mettendo fine al singhiozzo stesso.

35

Far starnutire il neonato

Un altro rimedio potrebbe essere quello di somministrare al piccolo qualche goccia di acqua bollita, lasciata intiepidire, aiutandosi con un cucchiaino oppure si potrebbe fare il solletico sotto il nasino del nostro piccolo fino a portarlo a starnutire. Proprio attraverso questo movimento che il diaframma del neonato torna a funzionare nella maniera corretta. È invece da evitare completamente il vecchio rimedio del limone, quello che in genere viene suggerito il più delle volte. Essendo questo alimento molto acido, è si in grado di bloccare il singhiozzo del piccolo, ma può causare problemi allo stomaco delicato dei neonati.

Continua la lettura
45

Lasciare che il fenomeno faccia il suo corso

Partendo dal concetto che questo fenomeno viene provocato dalla contrazione del muscolo del diaframma, che ha la funzione di regolare la respirazione, la causa di questo spasmo può essere che queste sono ancora molto sensibili e quindi immature. Durante la poppata, il piccolo può ingerire più aria del dovuto e il singhiozzo potrebbe essere un modo del tutto naturale per espellerla dal corpo. È da considerarsi quindi un meccanismo di difesa, per evitare il formarsi di aria in eccesso e di conseguenza evitare una colica gassosa. La cosa migliore sarebbe quella di lasciare che questo fenomeno faccia il suo corso, in modo da farla fuoriuscire in maniera del tutto naturale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come far passare il mal di pancia al neonato

Fare la mamma non è un compito assolutamente facile per nessuna donna, soprattutto nei primi mesi di vita del neonato. In questo periodo, uno dei problemi più comuni è sicuramente quello del mal di pancia, che fa la sua comparsa sin dai primi giorni...
Bambino

Come calmare singhiozzo nei neonati

Tutti sanno che i bambini hanno bisogno di molte cure ed attenzioni per vivere bene ed in salute. Quando si tratta però di bambini appena nati bisogna stare sicuramente ancora più attenti in quanto ogni piccolo problema potrebbe nascondere qualcosa...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Come far passare le coliche ai bambini

Il pianto disperato e inconsolabile di un neonato spesso spaventa i genitori che non sanno come calmarlo in modo semplice e veloce. Il neonato, che non riesce ad esprimersi diversamente, comunica il proprio disagio attraverso il pianto per cui non è...
Bambino

Neonato: le tappe del sorriso

Per qualsiasi genitore al mondo, l'esperienza di avere un figlio nella vita, è quella più bella e indimenticabile. Infatti nel periodo che va dalla fecondazione alla scoperta dell'essere incinta, dall'evolversi dei mesi al parto, multiple sono le sensazioni...
Bambino

Lo sviluppo del neonato nel sesto mese di vita

Contrariamente a quanto si possa pensare, un neonato non è affatto un piccolo essere privo di capacità e competenze. In realtà, il neonato è un essere che impara davvero molto in fretta e che compie grandissimi progressi in un breve e limitato arco...
Bambino

Come riconoscere i segni del disagio nel neonato

Con il passare dei mesi il bambino cresce e cambia modo di esprimersi, infatti oltre al pianto inserisce dei piccoli gesti, delle espressioni del viso e anche una postura del corpo che, associati ai diversi tipi di pianto, ci fanno capire i suoi bisogni...
Bambino

Come calmare un neonato che piange

Avere a che fare con un neonato è una delle gioie più grandi che una mamma possa desiderare di provare, anche perché si tratta di un periodo relativamente breve. Molto spesso, però, questa felicità si può trasformare in un incubo anche per i genitori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.