Come far mangiare la frutta al tuo bimbo con un gioco di prestigio

Tramite: O2O 11/06/2016
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Solitamente la maggior parte dei pediatri indica, come periodo ottimo per cominciare a far assaggiare ai nostri bambini della frutta, l'età che va dai 5 ai 6 mesi. In questa eta' spesso il piccolo divora la frutta perché incuriosito da sapori nuovi. Crescendo purtroppo i bambini smettono di cibarsi di qualsiasi frutto. Quale mamma non ha mai faticato per far provare la frutta ai loro piccoli tesori? Spesso ci si arrende e si ricorre a succhi di frutta a dei surrogati, mentre un salutare frutto, con le sue proprietà, è certamente meglio. Bene, con qualche piccolo trucco questa guida insegnera' come far mangiare un frutto al propri bimbo, usando un gioco di prestigio.

28

Occorrente

  • Un ago grande
  • Un frutto tipo banana o kiwi
  • Un prodotto sterilizzante
38

Per le sue proprietà, la frutta è molto importante per l'alimentazione dei bambini, in particolar modo per quelli che soffrono di stipsi o che bevono poco. Ma quando il bimbo fà i capricci perché non vuole mangiarla occorre ricorrere al trucco di seguito spiegato. Prima di tutto prendere un ago grande, di quelli usati in sartoria per la lana, sterilizzalo molto bene usando un prodotto sterilizzante o in acqua bollente.

48

Procurarsi ora il frutto, per esempio una banana o un kiwi (sono questi i due frutti più adatti per il seguente gioco di prestigio), inserire, poi, l'ago nel frutto e muoverlo all'interno, per comporre delle fette prestando molta attenzione a non rovinare la buccia. Dovrai andare a continuare una ripetizione di questa specifica operazione, ricoprendo sostanzialmente tutta la lunghezza del frutto in questione.

Continua la lettura
58

Il risultato è quini un frutto affettato all'interno ma integro esternamente (se si riesce a fare dei buchi piccoli per inserire l'ago sembrerà veramente una magia). Chiedere quindi al proprio figlio di pronunciare le parole magiche (tipo sim-sala-bim o qualcosa di simile che a lui piace) e successivamente fargli sbucciare il frutto. Ora non resta che godersi lo stupore dei suoi occhi quando vedrà che il frutto si è affettato con il gioco di prestigio. Probabilmente, vi è una concreta probabilità che il bambino accetti di mangiare la non fantastica banana (per i suoi gusti), semplicemente per il motivo che vorrà velocemente degustare la speciale magia.

68

Per far si che il trucco riesca occorre conoscere alla perfezione i gusti e le preferenze della propria figlia o del proprio figlio. I giochi da inventare sono innumerevoli a seconda del frutto scelto. È fattibile anche aggiungere del miele denominandolo polvere dorata magica e gustosa. Un altro modo potrebbe essere, ad esempio, cuocere col bambino stesso la mela, dopo averla precedentemente condita insieme con lo zucchero.
In ultima analisi, vorrei consigliarvi la lettura di questa guida, concernente il medesimo argomento che abbiamo trattato in questa guida, in modo tale da poter confrontare i due articoli. Eccovi il link: https://www.letteradonna.it/it/articoli/attualita/2016/03/30/verdure-a-prima-vista/19317/
Spero che questa guida su come far mangiare la frutta al tuo bimbo con un gioco di prestigio sia utile.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Divertitevi con i vostri figli!!!!!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

5 motivi per fare l'orto con i bambini

Al giorno d'oggi ci vengono proposte sempre più attività da svolgere con i bambini: laboratori, gite a tema, viaggi.A volte però, le esperienze più appaganti e costruttive si rivelano essere le più semplici.Se avete a disposizione un appezzamento...
Famiglia

Addobbi per la Prima Comunione: idee per tavolo e buffet

Il momento della Prima Comunione è sempre emozionante per i nostri bimbi, ma spesso l'organizzazione della cerimonia e del successivo ricevimento sono causa di stress per i genitori. È quindi utile avere a disposizione qualche suggerimento furbo per...
Famiglia

Come leggere i libri ai bambini

Ormai è risaputo quanto sia importante la lettura ad alta voce ai bambini dai sei mesi in su. Leggere, oltre ad intrattenere, favorisce lo sviluppo del linguaggio. Infatti, partendo da testi con semplici figure, che aiutano l'apprendimento del nome degli...
Famiglia

5 regole per andare in piscina con i bambini

Il nuoto è lo sport per eccellenza. La piscina rappresenta il posto adatto per socializzare, divertirsi e praticare attività fisica, in qualsiasi stagione. Mamme e bambini possono interagire in un ambiente ricco di stimoli. I piccoli devono affrontare...
Famiglia

Come fare l'iscrizione all'anagrafe per i nuovi nati

La nascita di un bambino è sempre un avvenimento importante sconvolgendo piacevolmente la vita di una famiglia, che per nove mesi ha atteso questo lieto evento. Per tutto questo tempo, tra le altre cose, non si è pensato che al nome da dare al neonato...
Famiglia

5 giochi all'aperto per tutta la famiglia

Con l'arrivo della bella stagione arriva anche la voglia di uscire di casa e vivere momenti divertenti tutti insieme all'aperto. Le famiglie che amano trascorrere le giornate al parco, in giardino, in mezzo alla natura, possono trovare in quest'articolo...
Famiglia

Idee di giochi per una giornata al parco

Una giornata all'aria aperta coi bambini può essere una meraviglia o un incubo. Meglio partire preparati. Loro non lo sanno perché per i piccoli è tutto spontaneo, ma arrivare già con un po' di idee gioco pronte per ogni evenienza non guasta. Sia...
Famiglia

I migliori giochi di gruppo per sviluppare la cooperazione

A qualsiasi età, il gioco di gruppo permette l’apprendimento di comportamenti “prosociali”, che vanno nella direzione di imparare a stare bene con gli altri e sviluppare nuove modalità di proficua collaborazione. Tuttavia, non sempre è facile...