Come far mangiare la frutta al tuo bimbo con un gioco di prestigio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Solitamente la maggior parte dei pediatri indica, come periodo ottimo per cominciare a far assaggiare ai nostri bambini della frutta, l'età che va dai 5 ai 6 mesi. In questa eta' spesso il piccolo divora la frutta perché incuriosito da sapori nuovi. Crescendo purtroppo i bambini smettono di cibarsi di qualsiasi frutto. Quale mamma non ha mai faticato per far provare la frutta ai loro piccoli tesori? Spesso ci si arrende e si ricorre a succhi di frutta a dei surrogati, mentre un salutare frutto, con le sue proprietà, è certamente meglio. Bene, con qualche piccolo trucco questa guida insegnera' come far mangiare un frutto al propri bimbo, usando un gioco di prestigio.

28

Occorrente

  • Un ago grande
  • Un frutto tipo banana o kiwi
  • Un prodotto sterilizzante
38

Per le sue proprietà, la frutta è molto importante per l'alimentazione dei bambini, in particolar modo per quelli che soffrono di stipsi o che bevono poco. Ma quando il bimbo fà i capricci perché non vuole mangiarla occorre ricorrere al trucco di seguito spiegato. Prima di tutto prendere un ago grande, di quelli usati in sartoria per la lana, sterilizzalo molto bene usando un prodotto sterilizzante o in acqua bollente.

48

Procurarsi ora il frutto, per esempio una banana o un kiwi (sono questi i due frutti più adatti per il seguente gioco di prestigio), inserire, poi, l'ago nel frutto e muoverlo all'interno, per comporre delle fette prestando molta attenzione a non rovinare la buccia. Dovrai andare a continuare una ripetizione di questa specifica operazione, ricoprendo sostanzialmente tutta la lunghezza del frutto in questione.

Continua la lettura
58

Il risultato è quini un frutto affettato all'interno ma integro esternamente (se si riesce a fare dei buchi piccoli per inserire l'ago sembrerà veramente una magia). Chiedere quindi al proprio figlio di pronunciare le parole magiche (tipo sim-sala-bim o qualcosa di simile che a lui piace) e successivamente fargli sbucciare il frutto. Ora non resta che godersi lo stupore dei suoi occhi quando vedrà che il frutto si è affettato con il gioco di prestigio. Probabilmente, vi è una concreta probabilità che il bambino accetti di mangiare la non fantastica banana (per i suoi gusti), semplicemente per il motivo che vorrà velocemente degustare la speciale magia.

68

Per far si che il trucco riesca occorre conoscere alla perfezione i gusti e le preferenze della propria figlia o del proprio figlio. I giochi da inventare sono innumerevoli a seconda del frutto scelto. È fattibile anche aggiungere del miele denominandolo polvere dorata magica e gustosa. Un altro modo potrebbe essere, ad esempio, cuocere col bambino stesso la mela, dopo averla precedentemente condita insieme con lo zucchero.
In ultima analisi, vorrei consigliarvi la lettura di questa guida, concernente il medesimo argomento che abbiamo trattato in questa guida, in modo tale da poter confrontare i due articoli. Eccovi il link: http://letteradonna.it/226234/bambini-verdura-alimentazione-visualfood-consigli-anna-maria-tino/.
Spero che questa guida su come far mangiare la frutta al tuo bimbo con un gioco di prestigio sia utile.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Divertitevi con i vostri figli!!!!!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

5 errori da non fare al momento della nanna

Tutte i genitori, prima o poi, si trovano, o si sono trovati almeno una volta nella vita, a dover fare i conti con il problema della nanna. Infatti, la speranza di ogni genitore, è che il proprio bimbo una volta addormentatosi, non si risvegli almeno...
Famiglia

Consigli di letture per neo genitori

È naturale che i neo genitori si sentano ancora un po' impreparati all'arrivo di un bimbo che necessita, ogni giorno, di cure complesse ed adeguate. Tutti i neo genitori, per quanto pronti ad affrontare con gioia ed amore la nuova genitorialità, hanno...
Famiglia

Come affrontare i viaggi con un bambino piccolo

Quando si hanno bambini piccoli, è sempre preferibile evitare spostamenti troppo impegnativi e prolungati, ma, se organizzati con attenzione, i viaggi insieme possono costituire un'esperienza piacevole per tutta la famiglia. Valutando e programmando...
Famiglia

5 idee regalo low cost per il battesimo

Il battesimo rappresenta per un individuo una pietra miliare del proprio futuro. È bene per questo che vi si scelga il regalo più adatto e appropriato per l'occasione. È a volte difficile però poter trovare un regalo che sia di qualità e low cost...
Famiglia

5 idee per la prima festa di compleanno

La prima candelina da spegnere è sempre la più importante: un momento davvero emozionante e significativo, sia per il piccolo che per i suoi genitori. E allora quel giorno dovrà essere un momento davvero da ricordare a lungo, fatto di tanta allegria,...
Famiglia

Addobbi per la Prima Comunione: idee per tavolo e buffet

Il momento della Prima Comunione è sempre emozionante per i nostri bimbi, ma spesso l'organizzazione della cerimonia e del successivo ricevimento sono causa di stress per i genitori. È quindi utile avere a disposizione qualche suggerimento furbo per...
Famiglia

Come dare sicurezza ai bambini in bicicletta

Tutti noi abbiamo avuto, da bambini e anche più tardi una bicicletta. Andare in bici, per chi lo sa fare, può essere fonte di divertimento e anche, in alcuni casi, un ottimo mezzo per andare al lavoro. Adesso, dato che lo sappiamo fare, ci sembra una...
Famiglia

Giochi bebè: 5 attività per stimolare lo sviluppo psicofisico

I primi mesi di vita del piccolo sono scanditi da scoperte, traguardi e nuove acquisizioni che i genitori devono incoraggiare predisponendo opportune attività, così da dare enfasi e stimolare le sue abilità motorie e coordinative insieme alle competenze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.