Come elimare la crosta lattea

Tramite: O2O 12/09/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Per prima cosa è utile spiegare che cos'è la crosta lattea. Si tratta di una forma comune di dermatite seborroica che interessa la pelle dei lattanti. Molti neonati fin dalle prime settimane di vita possono presentare questo tipo di dermatite che si manifesta con piccole croste giallognole sulla testa. La crosta lattea non è nulla di preoccupante, diciamo che è sicuramente brutta da vedere, ma con il tempo necessario questa dermatite se ne può andare spontaneamente, approssimativamente tra il quarto e il quinto mese del bambino. Ci sono, comunque, metodi naturali che possono favorirne la guarigione. I primi fra tutti sono i prodotti oleosi, particolarmente utili per combattere e migliorare questo inestetismo della pelle.Quello che va specificato è che la crosta lattea non è una dermatite contagiosa e non ha nulla a che vedere con l'allattamento materno. Alcune dicerie popolari, infatti, la ricollegano al latte della madre, ma questo è del tutto sbagliato. In questa guida voglio elencarvi alcuni consigli su come elimare questa dermatite in maniera naturale e per nulla invasiva.

29

Occorrente

  • Prodotti oleosi
  • Pettine a denti stretti
39

Come lavare i capelli

Per migliorare lo stato della cute del vostro neonato una cosa da fare è quella di lavargli la testa 2/3 volte alla settimana usando un detergente oleoso con sostanze emollienti. In questo modo la pelle del neonato verrà nutrita e ammorbidita e questo favorirà la caduta delle croste. Mi raccomando, dopo aver lavato i capelli al piccolo, tamponateli con un asciugamano in spugna senza premere troppo sulla cute al fine di evitare possibili irritazioni.

49

Come detergere la cute

Nei casi in cui il neonato sia ancora privo di capelli un altro rimedio naturale molto efficacie è quello di detergergli la cute con un batuffolo di cotone imbevuto di olio di mandarla. Le proprietà nutrienti e lenitive di questo tipo di prodotto sono ben risapute. In questo caso specifico l'olio di mandorla aiuterà a sciogliere il sebo e ad ammorbidire la squame. Ricordatevi sempre che la crosta lattea è soprattutto un inestetismo della pelle e nulla di grave. Per cui anche se la vista del vostro bimbo ancora privo di capelli può apparire fastidiosa non dovete avere alcuna fretta di combattere questa dermatite. Con il tempo la situazione andrà migliorando per cui la vostra azione detergente non deve mai essere ossessiva, ma solo un surplus al normale scorrere del tempo che nel giro di pochi mesi risolverà questa comunissima patologia.

Continua la lettura
59

Come eliminare le croste

Nel momento in cui le croste cominciano a distaccarsi dalla cute del neonato è molto importante rimuoverle con l'uso di un pettine adatto ai bambini. Non bisogna mai grattare le testa del bambino in maniera invasiva, occorre sempre usare molta delicatezza, in quanto la pelle dei neonati è molto sensibile e soggetta a facili irritazioni. Acquistate quindi un pettinino a denti stretti in plastica morbida di modo da poter eliminare le croste in maniera delicata. Mi raccomando è assolutamente sconsigliato usare le unghie. Spesso sotto di esse si nasconde sporcizia estremamente pericolosa per la cute del neonato.

69

Come combattere la dermatite in età avanzata

A volte può succedere che la crosta lattea si manifesti anche in bambini più grandi. La secrezione eccessiva di sebo che causa appunto questa dermatite può avvenire, infatti, anche in età più avanzata. In questo caso è possibile curarla e combatterla in maniera più aggressiva con prodotti non utilizzabili per i neonati. L'aloe vera è uno di questi. Detergete, quindi, la cute del bambino con questo prodotto, dopo esservi assicurati della sua totale purezza e con l'aiuto di un pettine a denti stretti rimuovete le squame. Nel caso in cui la crosta lattea si manifesti successivamente alle prime settimane di vita è, comunque, consigliabile consultare il proprio pediatra per assicurasi che si tratti realmente di dermatite e non, invece, di una diversa allergia.

79

Come prevenire la crosta lattea

Dopo aver seguito tutti gli accorgimenti suggeriti da questa guida un altro modo per prevenire la crosta lattea può essere aumentare l'apporto della vitamina B nella dieta del bambino. Questa vitamina è infatti importantissima per la salute della pelle, per cui un maggiore apporto della stessa potrebbe aiutare a prevenire questa dermatite. Nel caso in cui il neonato riceva solo latte materno, sarà chiaramente la mamma che, grazie ad una dieta specifica, o ad appositi integratori, dovrà assumere maggiore vitamina B. Nel caso, invece, in cui il bambino abbia già cominciato lo svezzamento allora si dovrà fare attenzione agli alimenti a lui dedicati. Chiaramente tutto questo va sempre fatto sotto valutazione medica, in quanto personalizzare una dieta per una mamma in allattamento o per un neonato non è una cosa da poter fare senza un serio consulto professionale.

89

Cosa sapere sulla crosta lattea

Come già detto le cause della crosta lattea non sono da collegare all'allattamento materno. In realtà, nonostante numerosi studi, ancora non si sanno esattamente quali siano gli effetti scatenanti di questa dermatite. Alcuni esperti pensano che una delle prime cause possa collegarsi agli ormoni che i bambini ricevono dalla madre durante l'ultimo periodo di gravidanza. Questi ormoni andrebbero a sovra stimolare le ghiandole che producono grasso a livello cutaneo provocando appunto la comparsa della crosta lattea. Un'altra possibile causa potrebbe essere l'irritazione da un lievito che aumenta nel grasso seborroico, infatti la crosta lattea è definita anche dermatite seborroica. Nulla di tutto ciò è però confermato al 100% dalla scienza medica. L'unica cosa che si deve assolutamente sapere è che la crosta lattea non è una forma grave di dermatite e l'unico vero fastidio, ad eccezione del fattore estetico, potrebbe essere dato da una sensazione di prurito avvertita dal neonato, questo però avviene solo in alcuni casi rari e, comunque, facilmente curabili.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare sempre molta attenzione all'igiene della cute del bambino
  • Sentire sempre prima un parere medico
  • Acquistare i prodotti di pulizia sempre in farmacia
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Alimenti che aiutano la montata lattea

Una delle gioie più autentiche della vita è dare alla luce un bambino. Fra le prime azioni di una mamma verso il proprio bimbo, ritroviamo l'allattamento al seno. Un gesto che richiama la necessità di fornire il primo nutrimento, il colostro, ricco...
Bambino

Come favorire la montata lattea

Per molte donne la nascita di un figlio può essere motivo di grandissima gioia e soddisfazione. Dopo i lunghi mesi della gravidanza e le fatiche del parto, ci si ritrova fra le braccia questo tenero fagottino, che non aspetta altro che essere accudito...
Bambino

Le migliori tisane per favorire la produzione di latte

La produzione di latte materno è importantissima per la crescita del neonato, in particolar modo nei primi mesi di vita, dove la dieta alimentare è basata esclusivamente di latte. Purtroppo, non tutte le mamme riescono a produrlo dal proprio seno e...
Bambino

Come pulire il viso ad un neonato

Pulire il viso ad un neonato è un'operazione che richiede delicatezza e che va svolta con competenza. La pelle dei neonati è infatti molto delicata, tende a irritarsi facilmente e va trattata con dei detergenti appositi. Pulire il viso del neonato vuol...
Bambino

Come stimolare gli ormoni per la produzione di latte materno

Una delle cose più naturali che la vita può riservare ad una donna è l'allattamento al seno. Questo oltre a nutrire il bambino, consente di creare con lui un rapporto speciale fatto di contatto, amore e nutrimento. Significa alimentarlo in ogni senso,...
Bambino

Come e quando usare il tiralatte

La maternità è di certo uno degli aspetti più belli ed appaganti della vita di una donna. Ma talvolta essere una madre è anche sinonimo di grande impegno, lavoro e fatica. L'aspetto più impegnativo della maternità durante i primissimi tempi di vita...
Bambino

Come preparare gli omogeneizzati

Svezzare un bambino, è un momento importantissimo per la sua crescita. Nella nuova alimentazione del bambino, si passerà dalla dieta lattea a quella degli omogeneizzati e dunque dovranno essere presenti tante proprietà importanti, contenute negli alimenti....
Bambino

Consigli per produrre un ottimo colostro

Il colostro è il nome dato al latte secreto dalla mammella materna nei primissimi giorni dopo il parto, la neo mamma dovrebbe riuscire a produrre il colostro, diciamo entro i primi 5-6 giorni. Per secoli questo è stato considerato nocivo per il lattante,...