Come educare alla genitorialità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per tutte quante le persone, essere un genitore non rappresenta per niente un compito semplicissimo da eseguire. Diventare genitore, infatti, è una funzione molto complessa che comprende sia degli aspetti individuali che quelli relativi alla coppia, nell'assolvere questo specifico compito. In questa breve ma dettagliata guida, troverete qualche piccolo consiglio su come poter educare alla genitorialità in maniera precisa ma anche sintetica.

26

Occorrente

  • Tolleranza ed esperienza.
36

Educare alla genitorialità, non è quindi un compito semplice. La genitorialità, rappresenta la base del sostegno e del benessere di un'intera famiglia. Una volta che si diventa genitori, non è facile saper gestire la crescita dei figli, ed è necessario cambiare qualsiasi abitudine durante la loro crescita, accompagnandoli nella maniera migliore al loro percorso di vita. È necessario, inoltre, tenere sempre in considerazione che è fondamentale prendersi cura del bambino sia in senso prettamente affettivo che dal punto di vista normativo, ossia nel rispetto delle regole generali (ad esempio sociali). Avere un bambino in casa, infatti, determina un cambiamento radicale all'interno della propria famiglia, e chiaramente nell'ambito dell'intero rapporto di coppia. È importantissimo, tra l'altro, quando si diventa genitori, stabilire dei determinati confini in modo che l'armonia e l'equilibrio tra la coppia di genitori rimanga decisamente stabile e non si rompa il legame preesistente.

46

Un genitore deve essere sempre in grado di saper gestire l'educazione del proprio figlio, a seconda dell'età di quest'ultimo ed in base alle situazioni che si vengono a creare, impostando determinate regole educative. La famiglia deve essere considerata un luogo in cui poter trasmettere qualsiasi piccolo valore sociale, che deve costituire il fondamento della personalità del futuro adulto. È normalissimo, generalmente in fase iniziale, riscontrare delle difficoltà a diventare genitore, in quanto ci si assumono delle responsabilità educativa non indifferenti. Non si può, tra l'altro, tornare indietro ma si devono assumere le proprie responsabilità, in modo definitivo, ad educare adeguatamente il proprio figlio. È possibile sbagliare molto spesso, in quanto nella vita errare è umano, e rientra nelle caratteristiche dell'uomo stesso. In ogni caso, è comunque possibile rimediare agli sbagli, ed educare i figli nel migliore dei modi.

Continua la lettura
56

Nessun individuo nasce genitore, e naturalmente ci sono molte persone che creano e costruiscono un piano educativo prima che nasce il proprio bambino. Altre persone, invece, creano questo piano dopo la nascita del loro bambino, ed altri ancora non riescono mai ad assumersi le giuste responsabilità da genitore. Non esistono delle regole ferree e precise a cui attenersi, ma con una buona dose di impegno, di costanza, di tolleranza, di pazienza, di esperienza e tramite l'affetto, possono sicuramente andare incontro alle esigenze di un figlio. La coppia, per educare nel migliore dei modi un figlio e per stabilire delle precise regole che possano portare ad un clima familiare sereno, deve sempre comunicare con il proprio bambino per iniziare e continuare un percorso genitoriale adeguato alle esigenze della famiglia. Come detto, l'educazione del figlio è soltanto un primo mattoncino verso la completa maturità di quello che un domani sarà un adulto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per le famiglie con problemi, esistono delle strutture pubbliche che danno sostegno alla genitorialità: ASL, Consultori ecc.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come educare i figli alla tolleranza

La diffidenza e la differenza di carattere, sesso, nazionalità, cultura vengono vissute sin da piccoli con timore. Con gli anni, si caricano di elementi culturali tali da sfociare in certi casi nel bullismo o nel razzismo. I due atteggiamenti risultano...
Famiglia

10 consigli per essere un buon padre

Avere un figlio è sicuramente molto difficoltoso, soprattutto per coloro che non hanno avuto figli in precedenza e devono riuscire a capire come educare il nuovo arrivato. In questa lista molto breve, vi mostreremo 10 utili consigli per essere un buon...
Famiglia

Mamma single: 10 consigli per crescere un adolescente

Al giorno d'oggi è importante crescere al meglio i propri figli, ricorrendo a metodi educativi abbastanza semplici. Se siete delle mamme single, in questa lista troverete 10 utili consigli pratici per crescere al meglio un adolescente. Questi consigli...
Famiglia

Consigli di letture per neo genitori

È naturale che i neo genitori si sentano ancora un po' impreparati all'arrivo di un bimbo che necessita, ogni giorno, di cure complesse ed adeguate. Tutti i neo genitori, per quanto pronti ad affrontare con gioia ed amore la nuova genitorialità, hanno...
Famiglia

10 motivi per fare un figlio a 30 anni

Non esiste un' età precisa per avere un figlio. Ci sono donne che hanno un desiderio materno sin da giovanissime, chi invece più in là con gli anni. A volte un bambino arriva anche nei momenti meno attesi e la gioia comunque prevale al di sopra...
Famiglia

Come evitare la dipendenza televisiva del bambino

"Cattiva maestra televisione": sono passati 20 anni dall'edizione del celebre libro di Karl Popper. Eppure le sue teorie sono più attuali che mai. La televisione è oggi, come ieri, un'arma a doppio taglio: strumento di stimolo per il fanciullo, ma anche...
Famiglia

Consigli per genitori troppo apprensivi

Essere genitori è l'occasione più bella vita. Quella creatura appena nata fa parte di noi e non vorremmo staccarci mai. Durante la crescita di nostro figlio siamo consapevoli solo della sua fragilità. Cerchiamo di proteggerlo da ogni pericolo, dalle...
Famiglia

Come spiegare al bambino la differenza etnica

Ormai da diversi anni, le città del nostro paese sono meta di immigrazione da parte di persone provenienti da diverse parti del mondo. Questo diffuso fenomeno di interscambio culturale, mai così intenso e rapido nella storia dell'umanità, ha portato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.