Come convincere i bambini a stare seduti a tavola

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Sicuramente e senza alcuna ombra di dubbio una delle conquiste maggiori per ogni genitore è quella di insegnare ai propri figli a stare seduti a tavola per la durata di tutto il pasto. I bambini, per natura, non amano alcun tipo di costrizione ed, in tenera età, faticano a stare fermi per lungo tempo. Occorre convincerli, quindi, a stare seduti a tavola, possibilmente composti, usando qualche escamotage e un po' di furbizia. Chiaramente il problema sarà facilmente risolvibile durante la fase in cui il bimbo usa ancora il seggiolone per mangiare. Nonostante le sue rimostranze, infatti, questo tipo di seduta, spesso completa di cintura di sicurezza, non permetterà al piccolo di alzarsi da tavola in autonomia, cosa invece diversa quando i bimbi iniziano a mangiare seduti su normali sedie. Questa guida vuole darvi qualche utile consiglio su come convincere i vostri bimbi a consumare l'intero pasto a tavola, imparando così non solo l'educazione, ma anche la condivisione di un momento importante come quello dedicato al cibo.

28

Occorrente

  • pazienza
  • fermezza
  • furbizia
  • piatti simpatici adatti ai bambini
38

Insegnare al bimbo a stare seduto

La prima cosa da fare è insegnare al bimbo il modo corretto di stare seduto. Non sempre il bambino riesce a stare comoda nella nostra medesima posizione, soprattutto quando ancora non è abbastanza alto per arrivare agilmente al tavolo. Permettiamogli, allora, di trovare la posizione a lui più comoda. Possiamo proporgli un cuscino che lo sollevi più in alto, o magari permettergli di stare in ginocchio sulla sedia, posizione spesso amata da tanti bambini. Per esercitarlo a stare seduto lungo tempo, vi consiglio di organizzare piccole attività da svolgere sul tavolo, come per esempio quella del disegno. Fate disegnare i vostri bimbi seduti a tavola, così che possano imparare a controllare la loro voglia di muoversi anche durante i pasti.

48

Usare alcuni escamotage

Per invogliare il bimbo a stare a tavola è possibile trovare qualche escamotage come quella di usare per lui piatti con, sul fondo, figure simpatiche o che raffigurano cartoni animati che lui ama particolarmente. All'inizio occorrerà non essere troppo rigidi in tutto, ma magari concedere al bimbo di mangiare con le mani o di maneggiare il cibo senza paura che si sporchi. Il fatto di essere indipendente nel mangiare lo farà essere interessato all'azione che sta compiedo e lo stare seduto risulterà meno complicato del previsto.

Continua la lettura
58

Insegnare al bambino a non alzarsi

Un altra cosa da insegnare al bimbo il prima possibile è quella di non alzarsi da tavola durante i pasti. Per questo, spesso, è sufficiente una semplice frase: chi si alza ha finito di mangiare! Una volta chiaro questo concetto, di fronte alla fermezza del genitore, il bimbo capirà immeditamente di non poter fare pause durante il pasto. Non permettete mai ai vostri figli di alzarsi per andare a prendere un gioco, o di consumare il pasto a fasi alterne. Imparare a stare seduti a tavola per tutta la durata del pasto è il vero traguardo.

68

Mangiare insieme

Come già detto nell'introduzione di questa guida il cibo è condivisione. Per questo motivo è fondamentale mangiare tutti insieme anche adattandosi ad orari spesso non consoni agli adulti. Ricordatevi di pranzare e cenare sempre con i propri figli, assegnando a tavola un posto ben preciso a ciascun membro della famiglia. In questo modo il bambino capirà l'importanza del momento del pasto e sarà felice di trascorrere tempo tutti quanti insieme.

78

Consigliarsi con la scuola

Per i genitori meno esperti o con più dubbi su come insegnare al bimbo a stare seduto a tavola, una cosa molto utile potrebbe essere quella di confrontarsi e chiedere consiglio alla scuola. Lì i bambini mangiano insieme e stanno seduti per tutta la durata del pasto, perché non gli è permesso fare diversamente. Le insegnanti hanno sicuramente una grande esperienza che può essere trasferita al neo genitore o a colui che si trova in difficoltà. Non abbiate quindi paura di chiedere consiglio sulla giusta metodologia. Educatori e genitori possono e devono fare un percorso comune nel corso della vita dei bambini.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Condividere sempre il momento del pasto
  • Permettere al bambino qualche concessione durante il pasto
  • Non usare come escamotage quello del televisore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come convincere i bambini a riordinare i giochi

Essere genitori è il "lavoro" più difficile che si possa fare. Si è coinvolti in mille situazioni ed emozioni ed allo stesso tempo si deve mantenere la calma ed imparare a gestire i cari e la casa nel migliore modo possibile, evitando tensioni tra...
Bambino

Come imbandire una tavola per la festa dei bambini

Stai organizzando una festicciola per il compleanno dei tuoi bambini? Vuoi preparare una sorpresa al tuo nipotino per la sua comunione ma non sai come fare? Ricorda che i bambini adorano le tavole imbandite e colorate! Se è la prima volta che ti cimenti...
Bambino

Come convincere un figlio a fare sport

Al giorno d'oggi, difficilmente i ragazzi intraprendono un'attività sportiva. Siamo in una società caratterizzata dai dispositivi elettronici, come computer e console sempre più all'avanguardia. I giovanissimi vivono in un mondo tutto loro e non mancano...
Bambino

Come fare se il bambino vuole stare sempre in braccio

I bambini adorano essere coccolati, cullati e amati dai propri genitori. I piccoli infatti, dormono benissimo quando sono tra le loro braccia, ma quando vengono delicatamente adagiati nella culla, iniziano a piangere. Tutto questo a lungo andare, crea...
Bambino

Come calmare bambini iperattivi

I bambini che definiamo "iperattivi" presentano delle particolari caratteristiche. Hanno infatti difficoltà a stare fermi o seduti. Inoltre si mostrano quasi sempre agitati e vivaci. Un bambino iperattivo incontra qualche difficoltà evidente anche nello...
Bambino

Come studiare inglese con i bambini

I bambini, si sa, apprendono velocemente qualsiasi cosa. Soprattutto una seconda lingua. Dai 2 ai 9 anni l'apprendimento delle lingue risulta naturale, non richiede sforzo e avviene parallelamente all'apprendimento dell'italiano. Ma teniamo presente che...
Bambino

Come intrattenere i bambini al ristorante

Una bella cena o un pranzo in ristorante possono trasformarsi in un incubo qualora non ci si prepari a gestire il comportamento dei nostri figli più piccoli. Potrebbero annoiarsi nell'attesa delle portate, fare capricci, disturbare gli altri clienti,...
Bambino

Come fare i suffumigi ai bambini

Nella stagione fredda tosse, raffreddore, mal di gola e sinusiti sono disturbi che si presentano spesso, impedendo a grandi e piccoli di andare al lavoro e, rispettivamente, alla scuola. In molti casi non servono le medicine. Bastano pochi giorni di riposo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.