Come conservare gli omogeneizzati fatti in casa

Tramite: O2O 02/10/2016
Difficoltà: media
15
Introduzione

Molte mamme preferiscono fare in casa gli omogeneizzati per i propri figli, in quanto sono sicuramente più genuini di quelli acquistati (al supermercato, in farmacia, ecc..); perché non contengono nessun tipo di conservante, infatti devono essere obbligatoriamente consumati nel giro di pochi giorni, altrimenti vanno subito a male. Dopo questa breve introduzione su come conservare gli omogeneizzati fatti in casa, possiamo dare il via alla guida vera e propria con il primo passo.

25

Conservazione in frigorifero

La conservazione degli omogeneizzati in frigorifero è probabilmente uno dei metodi meno comodi e sicuri. Si raccomanda di consumarli entro 48 ore per evitare le contaminazioni batteriche. Non fare consumare mai il prodotto direttamente dal contenitore perché, se si volesse riporlo nuovamente in frigorifero, la saliva del bambino potrebbe contaminare il tutto.

35

Conservazione in congelatore

Se invece, vogliamo conservare gli omogeneizzati più a lungo nel tempo, dobbiamo metterli nel congelatore, ma dobbiamo sempre cercare di non eccedere nei tempi. Prima di congelarli, dobbiamo fare attenzione a due piccoli particolari: il contenitore e metterli sottovuoto. Ci servirà un contenitore (o vaschetta) da congelamento, o in alternativa, possiamo riciclare i contenitori vuoti degli omogeneizzati acquistati; dopodiché dovremmo metterli sottovuoto (o facendo bollire il contenitore pieno e chiuso per circa venti minuti, o lasciandolo raffreddare chiuso e sottosopra). Fatto ciò, possiamo metterli nel congelatore per il tempo che vogliamo. Dopo aver appreso il primo passo, procedete con il secondo.

Continua la lettura
45

Uso del microonde

Nel momento in cui dobbiamo scongelarli però, dobbiamo farlo tramite il microonde, impostando il programma corretto di scongelamento (è non quello di cottura), per evitare qualunque contatto con l'aria, che potrebbe (nel tempo che occorre allo scongelamento), formare batteri. Non si dovrebbero mai utilizzare contenitori di vetro per il congelamento, a meno che sia specificatamente segnalato nell'etichetta. Questi contenitori in vetro potrebbero scoppiare durante lo scongelamento o avere delle micro fratture non visibili ad occhio nudo che lasciano residui nel cibo. Quindi sono più consigliati i contenitori in plastica, progettati per ottimizzare lo spazio nel freezer e scongelare rapidamente nel microonde. Siamo giunti al termine di questo terzo ed ultimo passo della guida su come conservare gli omogeneizzati fatti in casa.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come preparare in casa gli omogeneizzati

Preparare in casa gli omogeneizzati è un'operazione molto semplice e veloce. Infatti basta solo un po' di pazienza e di volontà per preparare gli omogeneizzati dei vostri bambini. Potete anche scegliere di prepararne una buona scorta per conservarli...
Bambino

Come preparare gli omogeneizzati di carne in casa

Con il supporto del pediatra è possibile capire quando introdurre i primi cibi solidi nell’alimentazione dei piccoli. Scegliere di preparare gli omogeneizzati di carne in casa, piuttosto che acquistarli già pronti, permette di selezionare materie...
Bambino

Omogeneizzati e liofilizzati: cosa sono, come usarli

Come tutti sanno, durante il primo anno di vita del bambino, l'allattamento al seno materno è una risorsa preziosa ed insostituibile. Prolungarla fino ai 6 mesi, e se è possibile, anche più, arreca dei benefici importantissimi alla salute di un bimbo....
Bambino

5 idee originali per conservare i disegni dei tuoi bambini

I disegni sono senza dubbio il primo modo con cui i bambini imparano ad esprimersi e a mettere alla prova la propria manualità e creatività. Sono allo stesso tempo il miglior modo per mamma e papà di guardare il mondo con gli occhi dei propri bambini,...
Bambino

Come preparare il brodo vegetale per il bebé

Trascorsi i primi 6 mesi di vita, un neonato inizia ad aver bisogno dello svezzamento. In questo particolare periodo, la mamma deve comunque seguitare ad allattarlo al seno o anche artificialmente. È importante che il piccolo inizi ad assaggiare i primi...
Bambino

Svezzamento: come introdurre il pesce fresco

Ricco di nutrienti e fonte principale di omega tre e fosforo, il pesce è un alimento indispensabile nell'alimentazione di grandi e piccini. Per questo diventa molto importante introdurlo fin da subito nella dieta dei bambini, meglio ancora se già a...
Bambino

Svezzamento: come introdurre la pappa serale

L'arrivo di un neonato è fonte di gioia e felicità in ogni famiglia. Insieme a questi sentimenti si accompagna anche un po' di ansia e paura. Sono molti i dubbi su come gestire un bambino, soprattutto se è il primo. Uno dei compiti più difficili per...
Bambino

Tecniche e metodi per la conservazione del latte materno

Quando si torna a casa dall'ospedale, dopo il parto, è opportuno per le neo-mamme conservare il proprio latte. Il neonato inizia con poppate minime, succhia circa 20 g di latte materno, ma nei giorni a venire la produzione dello stesso aumenta notevolmente....