Come capire se tuo figlio è entrato nella pubertà

Tramite: O2O 08/03/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La pubertà è il processo di cambiamenti fisici con cui il corpo di un bambino matura nel corpo di un adulto, capace di riprodursi sessualmente. Inizia con segnali ormonali inviati dal cervello alle gonadi, ovvero le ovaie per le femmine e i testicoli per i maschi. In risposta a questi segnali, le gonadi producono ormoni che stimolano la libido, la crescita, la funzione e la trasformazione del cervello, ma anche di ossa, muscoli, sangue, pelle, capelli, seni e organi genitali. Ecco come capire se tuo figlio è entrato nella pubertà.

26

Il primo segno fisico della pubertà nelle ragazze è, di solito, un tenero grumo sotto il centro dell'areola di uno o entrambi i seni, che si verificano in media a circa 10 anni di età. Da sei a dodici mesi dopo l'inizio della pubertà, i seni cominciano a pronunciarsi visibilmente, oltre i bordi delle areole. Dopo altri 12 mesi, i seni si avvicinano alle dimensioni e alla forma matura, con areole e capezzoli.

36

Durante questo periodo, anche in risposta ai crescenti livelli di estrogeni, la metà inferiore del bacino, e quindi le anche, si allarga (predisponendo il corpo femminile per il parto). Il tessuto adiposo aumenta in percentuale maggiore rispetto ai maschi, soprattutto nella tipica distribuzione femminile dei seni, fianchi, glutei, cosce, braccia e pube. Rispetto ai maschi, le differenze progressive nella distribuzione del grasso, così come le differenze nella crescita scheletrica locale contribuiscono alla tipica forma del corpo femminile entro la fine della pubertà. In media, a 10 anni, le ragazze hanno il 6% in più di grasso corporeo rispetto ai ragazzi.

Continua la lettura
46

Per i ragazzi la pubertà inizia tra gli undici e i dodici anni e finisce tra i 16 e i 17 anni. Il principale punto di riferimento della pubertà per i maschi è la prima eiaculazione che si verifica in media all'età di tredici anni.
Nei ragazzi, l'allargamento dei testicoli è la prima manifestazione fisica della pubertà. La dimensione dei testicoli raggiunge il formato di un uomo adulto dopo sei anni circa l'inizio della pubertà. Dopo che i testicoli del ragazzo si sono ampliati e sviluppati per circa un anno, la lunghezza e quindi la larghezza del pozzo del pene aumenterà e il glande e i corpi cavernosi inizieranno a ingrandirsi. I testicoli hanno due funzioni principali: la produzione di ormoni come il testosterone e la produzione di sperma. Il testosterone produce la maggior parte dei cambiamenti della pubertà maschile.

56

Su un ragazzo cominciano a crescere i peli nella zona genitale e non solo. Nei mesi e negli anni successivi la comparsa di peli pubici, altre aree della pelle che rispondono agli androgeni possono sviluppare dei peli. La sequenza abituale è: ascelle, baffi, basette e barba. Come con la maggior parte dei processi biologici umani, questo specifico ordine può variare. La barba è spesso presente nella tarda adolescenza. Continuerà a crescere più scura e spessa per altri 2-4 anni dopo la pubertà. Alcuni uomini non sviluppano pienamente la barba fino a dieci anni dopo il completamento della pubertà. I peli al torace possono comparire durante la pubertà o anni dopo. Non tutti gli uomini hanno i peli sul petto.

66

Entro la fine della pubertà, gli uomini adulti hanno un'ossatura più pesante e quasi il doppio dei muscoli scheletrici. Il maschio adulto medio ha circa il 150% della massa magra del corpo di una femmina media, e circa il 50% del grasso corporeo. La crescita muscolare può continuare anche dopo che i ragazzi sono biologicamente adulti. Il picco della crescita muscolare, si ottiene circa un anno dopo che un maschio sperimenta l'apice del suo tasso di crescita.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

5 modi per dire al partner che si desidera un figlio

Per il sesso femminile pensare ad una gravidanza e quindi ad un figlio è una cosa che viene naturale, anche in età giovanile. Le donne quindi, chi prima chi poi, crescono con la consapevolezza e con il desiderio che un giorno della loro vita saranno...
Famiglia

Come affrontare la bocciatura di un figlio

La fine dell'anno scolastico rappresenta sempre un momento molto particolare per uno studente. Soprattutto quando il suo rendimento scolastico non raggiunge la sufficienza. In tutti questi casi, diventa dunque fondamentale affrontare il momento della...
Famiglia

Come spiegare ad un figlio che la mamma ha un nuovo compagno

Il matrimonio è una bellissima cosa, un'unione tra due persone che dichiarano il loro amore reciproco, e che spesso sfocia nel concepimento di un bambino. Purtroppo però non sempre quest'unione ha un lieto fine, e molte sono le storie di separazione...
Famiglia

Come abituare tuo figlio al nuovo compagno

Il nuovo compagno può essere considerato il terzo genitore e per abituare tuo figlio, non devi mai metterti al livello del bambino, ma utilizzare astuzia e diplomazia. Oggi sempre più genitori si separano e dopo il divorzio formano una nuova famiglia...
Famiglia

Come gestire la gelosia del figlio adolescente verso il fratello

La gelosia tra fratelli è naturale, c'è sempre stata, e ci sarà sempre perché fa parte del processo di crescita. Ogni bambino o adolescente che sia avverte spesso questo sentimento nei confronti del proprio fratello. In modo particolare, l'adolescenza...
Famiglia

Come migliorare il rapporto tra padre e figlio

Il rapporto madre-figlio è speciale. È un legame eterno e profondo. Lei è la persona che prima ancora di nascere ci offre la nostra prima esperienza di vita e di amore. Subito dopo la nascita è di lei che abbiamo bisogno per vivere e nutrirci ed i...
Famiglia

10 motivi per fare un figlio a 30 anni

Non esiste un' età precisa per avere un figlio. Ci sono donne che hanno un desiderio materno sin da giovanissime, chi invece più in là con gli anni. A volte un bambino arriva anche nei momenti meno attesi e la gioia comunque prevale al di sopra...
Famiglia

5 cose che un padre non dovrebbe dire a suo figlio

Il compito dei genitori è quello di crescere i figli nel miglior modo possibile. Tale compito non è un impresa semplice, in quanto riuscire ad inculcare i giusti valori alle nuove generazioni in modo che da gradi possano essere degli uomini migliori,...