Come capire se tuo figlio è dislessico

Tramite: O2O 14/04/2018
Difficoltà: media
14
Introduzione

Quando vedi i tuoi figli in difficoltà ti senti avvilito e impotente. Non sai cosa li blocchi e faresti di tutto per aiutarli a superare i loro problemi. Se pensi che si tratti di dislessia, devi prima di tutto saper riconoscere il problema, capire di che si tratta esattamente e usare gli strumenti giusti per risolverlo. Il disturbo è più comune di quanto si pensi. Almeno un bambino per classe ne soffre. Ma spesso si tende a nasconderlo, un po' per vergogna, un po' nella speranza che passi da solo. Niente di più sbagliato. Manifestarlo alle persone che interagiscono con tuo figlio può solo facilitare la ricerca di una soluzione. Ma andiamo per gradi. Vediamo prima di tutto come capire se tuo figlio è dislessico.

24

Cos'è la dislessia

La dislessia è un disturbo dell'apprendimento molto specifico. Essa infatti si manifesta sotto forma di difficoltà di lettura e di scrittura. In età prescolare, quando il bimbo è ancora all'asilo potrebbero già essere visibili in lui alcuni comportamenti specifici. Come la difficoltà nel capire e ripetere le singole parole, nel memorizzarle e nel costruire una frase. Ma non avere paura: si tratta solo di disturbi transitori che, se affrontati nel giusto modo, tendono a sparire completamente.

34

Come si manifesta la dislessia nei bambini

Non appena un bambino inizierà la scuola, si potrà avere la certezza della presenza in lui della dislessia o di un altro disturbo. Il primo sintomo della dislessia può essere la scrittura. Se nei compiti di vostro figlio notate l'elisione di singole lettere, la sostituzione ripetuta di una lettera con un'altra o l'inversione di lettere potete stare quasi certi di essere in presenza di dislessia. Ma attenzione non stiamo parlando di una malattia. La dislessia infatti non interferisce col normale sviluppo psicofisico di un bambino, ne' è legata a un deficit di intelligenza. Un bambino dislessico ha solo un'enorme difficoltà nel leggere e scrivere. Non è infrequente che durante la stesura di un compito, che per gli altri potrebbe sembrare semplice, lui sia esausto, commetta molti errori banali, si distragga e tenda a scoraggiarsi e non avere più voglia di studiare.

Continua la lettura
44

Diversi gradi di dislessia

Naturalmente, come per ogni disturbo, anche per la dislessia ci sono diversi tipi e diverse manifestazioni. Si va dal grado più lieve che spesso è scambiato dagli adulti solo per svogliatezza e scarsa intelligenza al grado più elevato che coinvolge diversi processi di apprendimento. La dislessia può infatti accompagnarsi a discalculia o disortografia o riguardare esclusivamente un settore come quello delle sole lettere o della sola pronuncia. Ma può presentarsi anche attraverso caratteristiche ricorrenti di tutt'altro tipo. Come evidenti difficoltà motorie o manuali nel ritagliare o disegnare. Anche nella coordinazione o nella ripetizione di toni e suoni. Nella realtà i casi specifici sono assai differenti gli uni dagli altri.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come insegnare a camminare al proprio figlio

Se avete un bambino molto piccolo e desiderate avere dei consigli su come insegnare a camminare al proprio figlio, questa guida fa proprio al caso vostro. Leggete con attenzione e vedrete che insegnare a camminare al vostro bambino sarà una tra le esperienze...
Bambino

Come ricevere in affidamento un figlio neonato

Chi vuole chiedere in affidamento un minore ed in particolare un neonato, solitamente lo fa per puro spirito altruistico sapendo che si tratta di una situazione solo temporanea. Chiedere in affidamento un neonato non è infatti la strada da seguire se...
Bambino

Come convincere un figlio a fare sport

Al giorno d'oggi, difficilmente i ragazzi intraprendono un'attività sportiva. Siamo in una società caratterizzata dai dispositivi elettronici, come computer e console sempre più all'avanguardia. I giovanissimi vivono in un mondo tutto loro e non mancano...
Bambino

Cosa fare se tuo figlio chiede un fratellino

Tutti i bambini soprattutto se primogeniti, arrivano a circa a due o tre anni di vita, a sentire la necessità di avere un fratellino. Nella maggior parte dei casi i maschietti chiedono un fratellino e le femminucce una sorellina. Non è sempre facile...
Bambino

Come capire se il bambino è pronto a togliere il pannolino

Capire se è il caso di togliere il pannolino al proprio bambino non è mai una cosa molto semplice. Ci sono genitori che si basano sull'età, ma, in realtà, la cosa migliore da fare sarebbe quella di basarsi su determinati segnali che vi dà vostro...
Bambino

Come capire se si è pronti per diventare papà

Se una coppia è insieme da tempo, desiderare un figlio è un sentimento naturale. Quando non accade vuol dire che alla base ci sono dei blocchi psicologici o fisici. Forse la donna sente prima del maschio l'esigenza di una maternità, ma può arrivare...
Bambino

5 modi per far dormire tuo figlio in camera sua

Senza ombra di dubbio, riuscire a  far addormentare un bambino in camera sua, dolcemente, nel suo lettino, non è facile. Effettivamente, questa situazione, può trasformarsi in una vera e propria sfida, in special modo, se tuo figlio è ormai abituato...
Bambino

Come capire se il neonato ha mal d’orecchio

Una delle gioie più grandi che una persona possa vivere durante tutto l'arco della propria vita è senza ombra di dubbio la nascita di un figlio. I neonati necessitano di attenzioni molto particolari. Per un genitore è fondamentale conoscere tutte le...