Come capire se il neonato ha mal d’orecchio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Una delle gioie più grandi che una persona possa vivere durante tutto l'arco della propria vita è senza ombra di dubbio la nascita di un figlio. I neonati necessitano di attenzioni molto particolari. Per un genitore è fondamentale conoscere tutte le problematiche che un neonato può avere durante i primi mesi di vita. In questa guida vedremo, attraverso semplicissimi e chiari passaggi, come poter capire se il neonato ha il mal d'orecchio. Quelle esposte comunque in questa guida sono solo delle indicazioni, per cui vi consiglio caldamente di rivolgervi al pediatra del vostro neonato per qualsiasi problema.

24

Il mal d'orecchio

Il mal d'orecchio è una fastidiosa patologia che interessa, per l'appunto, l'orecchio dei bambini e degli adulti. Porta anche il nome di Otalgia e può essere facilmente diagnosticato. Così come si può capire anche dal nome, questo fastidio si manifesta con forti dolori nella zona del condotto uditivo. Tra le patologie che provocano il mal d'orecchio, ci sono due, più importanti: l'otite media con effusione e l'otite media acuta. I sintomi del mal d'orecchio sono dolore accompagnato da pianto, inappetenza e irrequietezza.

34

Sintomi del mal d'orecchio

In alcuni casi i genitori se ne accorgono che il bambino ha un problema all'orecchio vedendo una secrezione giallognola che fuoriesce dal condotto auditivo. Spesso, questa può anche indicare che l'infezione è in via di guarigione e non dovrebbe destare preoccupazioni. Nel dubbio è sempre meglio domandare il pediatra. Il mal d'orecchio non è un problema grave, ma può provocare notevoli fastidi al neonato. Se non viene curato adeguatamente, può aggravarsi. Quando il neonato prova dolore, il suo pianto è molto forte e acuto. Per accertarsi che il problema provenga dall'orecchio, potete provare a premere leggermente sulla parte anteriore del padiglione auricolare. Se il pianto s’intensifica, si tratta di Otalgia e bisogna contattare il proprio pediatra.

Continua la lettura
44

Altri sintomi del mal d'orecchio

Un'altra cosa che può indicare a un genitore che il figlio soffre di mal d'orecchio, è la mancanza di appetito. L'infiammazione al livello del timpano dà tanto fastidio alla deglutizione e il bimbo, anche se è affamato, non riuscirà ad alimentarsi. I neonati non possono parlare e il loro disaggio lo esprimono con il pianto o essendo irrequieti. Spesso cercano di addormentarsi ma la posizione orizzontale provoca ancora più dolore. Il bimbo non riesce a dormire e si agita. Molte mamme notano che, tenendo il neonato in braccia, riescono a tranquillizzarlo e a farlo addormentare.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come far passare il mal di pancia al neonato

Fare la mamma non è un compito assolutamente facile per nessuna donna, soprattutto nei primi mesi di vita del neonato. In questo periodo, uno dei problemi più comuni è sicuramente quello del mal di pancia, che fa la sua comparsa sin dai primi giorni...
Bambino

Come capire se il tuo bebè ha mal di testa

Il mal di testa, è un disturbo comune anche nei bambini. Un dolore costante che crea nervosismo, dolore e insofferenza sono solo alcuni dei sintomi di una fastidiosa cefalea. Nei bambini molto piccoli, non è sempre facile intuire quando un bebè soffre...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Come capire se il neonato ha le coliche

Una colica è un forte dolore che coinvolge l'addome, sede dell'apparato digerente dallo stomaco in giù, al quale sono alternati momenti privi di dolore. Un attacco di coliche è generalmente provocato da ciò che si beve o si mangia, e può colpire...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
Bambino

Come calmare un neonato che piange

Avere a che fare con un neonato è una delle gioie più grandi che una mamma possa desiderare di provare, anche perché si tratta di un periodo relativamente breve. Molto spesso, però, questa felicità si può trasformare in un incubo anche per i genitori...
Bambino

Come monitorare il peso di un neonato

Per capire se il vostro neonato sta crescendo bene occorre monitorare il peso. Questo va controllato fin dal primo giorno di vita. Normalmente la crescita di un neonato si aggira intorno ai centocinquanta e i duecento grammi alla settimana. Ma bisogna...
Bambino

Come gestire il pianto del neonato

Ogni neonato affinché possa comunicare con l'ambiente esterno e con tutte le persone che lo circondano ricorre al pianto. Quando un bambino piange infatti può avere tanti significati, bisogna perciò imparare ad interpretare e di conseguenza a gestire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.